"Quindi... tu cosa farai ad Halloween?" mi chiese Phoebe, arricciando il naso.

Finalmente, dopo un po' di giorni ero riuscita a contattarla. Aveva avuto dei problemi con la connessione ad internet e poco tempo per collegarsi; non che io ero stata molto libera. Dovevo ancora mettermi d'accordo con Alex per la seconda lezione di latino, sua madre me lo aveva ricordato quel giorno mentre uscivo per andare a scuola. Avevo anche cercato di mantenere le distanze con lui, dopo la vecchia conversazione con Seth; con Mae, invece, poco e niente. Era come se evitasse sia me, che Seth. Ogni volta inventava una scusa per andare via, sviava e cambiava corridoio non appena cercavamo di andarle incontro e non rispondeva molto alle nostre chiamate.

Avevo deciso che, appena avrei potuto parlarle, l'avrei bloccata al muro e le avrei tirato tutto ciò che nascondeva in quella bocca.

"Mh, sinceramente non lo so ancora. Di solito lo passavo con Seth o Maegan, o da sola. Il primo anno siamo stati insieme, abbiamo fatto una specie di maratona di film horror a casa mia e poi Mae è rimasta a dormire; l'anno dopo sono rimasta a casa da sola perché non avevo voluto andare ad una festa con loro! Le feste di Colton Myers sono sempre in maschera!" raccontai, sdraiata sul mio letto con la faccia quasi incollata allo schermo del portatile.
"Tu, invece?"

"Credo proprio che andrò ad una bella festa" rispose, sorridendo. "Sai, Bradley mi ha invitata. E' stato piuttosto gentile da parte sua. La differenza è che la mia non è in maschera, un peccato perché adoro le feste in maschera e ho un costume buttato dentro l'armadio. Perché non vai alla festa di quel Chad, se le organizza ogni anno e i tuoi amici vanno?"

"Perché non so mai da cosa mascherarmi e non mi va di spendere dei soldi su uno stupido vestito che dovrò indossare quest'anno e, Phoebe, è Colton, non Chad!" esclamai alla fine, scoppiando a ridere. Lei mormorò un ohhh allungato e scoppiò ridere al mio seguito.

"Senti, perché non ti spedisco il mio costume, eh? Ti piacerà, fidati. Anzi, visto che quel tuo amico, Seth, è sveglio come lo descrivi... sono sicura che lui lo adorerà. In effetti è di una taglia più piccola, quindi sul tuo corpo andrà bene. Halloween è tra dieci giorni, arriverà, no? Al massimo, te lo tieni e basta" suggerì, scrollando le spalle. Il suo tono, quando disse che a Seth sarebbe piaciuto, non mi convinse molto. Ero sicura che non sarebbe stato molto di mio gradimento, se a lei andava così tanto a genio questo suo vestito.

"Cos'è? Infermiera sexy?" scherzai.

"Cosa? No! Ti piacerà, Hayley, fidati di me. Te l'ho detto, al massimo lo tieni nel tuo armadio finché non sarà composto solo da muffa, okay?"

****

Quattro dopo mancavano esattamente sei giorni ad Halloween e ormai Seth mi aveva quasi convinta ad andare con lui alla festa di Colton. Tanto, l'invito era aperto a tutti quanti. Colton era uno di quei ragazzi ricoperto da soldi dalla testa ai piedi; i suoi genitori viaggiavano molto, il che rendeva la casa libera sia a lui che a suo fratello maggiore. Non partecipavo molto alle feste che organizzava, non erano di mio gradimento, ecco. Fiumi di alcool e fumo, musica ad altissimo volume, così tanta gente che poteva anche fuoriuscire dalle finestre. Avrei sicuramente preferito una serata più tranquilla, ma Seth mi avrebbe trascinata fuori di casa anche in pigiama e mi avrebbe presentata come "quella vestita da bambina di tre anni".

"Ci sarà da divertirsi, fidati. Io ci sono andato anche l'anno scorso con Mae e gli altri ragazzi, non è così male come può sembrare alla fine. Colton e Roy fanno delle feste spettacolari, anche quando le organizzano in qualche stupido locale e poi non hanno mai corso rischi. Suo fratello ha ventidue anni, quindi ci sarà ancora più gente... chi lo sa, magari anche il tuo amico Nate" mi stava dicendo infatti, mentre uscivamo fuori dalla classe. "Non penso che andremo anche con Maegan quest'anno, ma gli altri ci saranno sicuro. Sai che il preside vuole cancellare tutte le attività extrascolastiche per finanziare quelle sportive, vero? Volevano organizzare una protesta e occupare la scuola. Sicuramente verso novembre ma tu zitta, okay? Non dirlo a nessuno. Neanche al tuo amico."

StitchesLeggi questa storia gratuitamente!