Promise

43 5 0

Cammino quei pochi passi che mancano per raggiungerlo.
E' laggiù, con le sue amatissime all star bianche, jeans a vita bassa, una semplice canotta e una giacca nera sopra. Ha l'aria di chi sa cosa sta per succedere e questo mi fa paura, tanta.
"Ehi" lo saluto timidamente, mi fa un certo effetto parlargli oggi.
"Cosa volevi?" mi chiede. Abbasso lo sguardo non sapendo che parole far fuoriuscire.
"I-io" ecco, lo sapevo, sono un disastro.
Sbarro gli occhi nel momento in cui vengo travolta amorevolmente dalle sue braccia che danno sicurezza.
"Non farlo mai più" sussurra. Non lo posso vedere, ma sono certa che i suoi smeraldi sono lucidi. La voce rotta. In questi giorni avrà pianto. Harry che piange, che piange per me?
"Harry" ricambio finalmente l'abbraccio dandogli dei piccoli baci sul collo, prima di raggiungere le labbre rosee.
"Ti amo Alex. Mi sei mancata, cazzo se mi sei mancata" sorrido per il suo linguaggio che adoro.
"Ti amo Harry"
"Avevo paura che mi avresti mollata" aggiungo poco dopo.
"Non lo pensare minimamente, non potrei mai lasciarti capito?" faccio dei passi lontani da lui e sussurro "Ma l'hai già fatto". Sorrido ironicamente ripensando a quei momenti. Quanto sono stata stupida?
Ho tagliato la mia pelle, perché? Perché provavo piacere nel farlo? O meglio, perché pensavo di meritarlo così tanto? Perché?
Perché non ho mangiato per un periodo di tempo? Perché volevo ridurmi in un numero equivalente a zero per non vedere la carne, quando di carne siamo fatti?
"Non accadrà più, te lo prometto"
"Prometti?"
"Prometto"






You make me  dieLeggi questa storia gratuitamente!