Arabelle's P.O.V

"Fratello?" ero così confusa

"Si, fratelli" disse

"Perchè non me lo ha detto?"

"Lui non ti ha detto niente della sua famiglia" vero

"Pensavo Harry ti avesse ucciso" cambiai soggetto

"Non può uccidermi" rispose

"Perchè diavolo non può?" solo il suo respiro mi faceva innervosire

"Ho qualcosa che lui vuole"

"Mi infastidisci troppo" alzai i miei occhi al cielo

"Beh non puoi farci niente" disse camminando verso di me. Feci un passo indietro. Continuava a camminare verso di me e io continuavo a fare passi indietro. Fin quando non colpii la dannata parete. Mi mise all'angolino mettendo le sue braccia sulla parete.

"Devi starmi lontano" lo minacciai

"Fallo tu" rispose così lo colpì nelle sue parti intime e lo feci cadere al suolo anche se si alzò velocemente. La cosa che successe dopo fu che la sua mano era a contatto con la mia faccia. Caddi per terra e mi toccai la guancia con la mia mano. Mi alzai in piedi mentre il sangue mi ribolliva nelle vene, sentii anche qualcosa di strano nelle mie mani. Qualcosa come delle ossa. Chiusi le mie mani a pugno e Max fu per terra. Urlando con tutti i suoi polmoni. Cosa stava succedendo?

"Arabelle, stai bene?" Harry e i ragazzi mi chiesero. Lui aprì la porta con uno sguardo preoccupato, ma quando vide Max, la sua faccia diventò rabbiosa. Max svenne.

"Arabelle, che cosa hai combinato?" urlò andando verso Max

"Non lo so" dissi onestamente "Ma penso di avergli rotto le ossa"

"Pensi di avergli rotto le ossa? Come cazzo hai fatto?" sentii Harry chiedere

"Non lo so, cazzo!" urlai

"Chiama Gemma" ordinò

"Perchè?" chiesi, facevo sempre un sacco di domande

"Deve riparargli tutte le ossa. E' una strega, sa come fare" è pazzo? Avrei solo voluto ucciderlo.

"No. Perchè deve aiutarlo?" chiesi

"Louis, chiamala" disse di nuovo

"Ok, amico" concordò

"Louis?" volevo dirgli di non farlo ma era troppo tardi.

"Harry? Per quale fottuto motivo lo vuoi vivo? Mi ha rapito per l'amor di Dio!" quel bastardo mi voleva rapire di nuovo e Harry voleva fottutamente aiutarlo.

"Arabelle, smettila. Non puoi capire, merda" disse rabbioso

"Dimmi perchè non me lo hai detto!" sapeva tutto della mia vita e non voleva dirmi perchè non aveva ucciso quel bastardo. Dio, cos'ero? Un mostro?

"Arabelle" sentii Zayn

"Cosa!" dissi un po' scontrosa anche se non mi importava

"Vieni con me, hai bisogno di calmarti" disse tranquillo

"Non ho bisogno di calmarmi. Ho biso-" non sapevo di cosa avevo bisogno

Decisi che non volevo più litigare e uscii dalla stanza come un dannato boss. Zayn era giusto dietro di me.

"Arabelle, ascolta" ordinò e io tacqui "Max ha qualcosa che Harry vuole e se lui muore Harry non potrà averla"

"Oh, così se Harry non otterrà quello che vuole, si incazzerà? Così devono farmi del male nel frattempo, non dimenticandoci del fatto che Max mi ha rapito e colpito alla testa così forte contro il muro che sono morta. Tra l'altro sono diventata un vampiro e questa volta mi ha schiaggeggiato" dissi

"Lo so, m-"

"No, non lo sai" lo zittii "Perchè ogni cosa brutta è successa a me, ogni fottuta cosa. Per una volta voglio stare sola. Senza preoccupazioni, niente" non sapevo cosa stava succedendo ma volevo solo dire che tutte quelle disgrazie che mi erano successe non avrei mai voluto che accadessero. Ma quando le parole uscirono dalla mia bocca mi sentii meglio.

"Mi dispiace, ma non sarai mai sola fin quando io sarò vivo" sentii una voce arrivare dalla cima delle scale

"Beh, penso che dovrò farmene una ragione" dissi. Cosa stavo dicendo?

"Sei pazza" disse andando in cucina

"Gemma sta arrivando" disse Louis

"Non è fantastico?" dissi sarcastica "Gemma sta arrivando per mettere al loro posto le ossa di tuo fratello così potrai ottenere ciò che vuoi"

"Come facevi a sapere che è mio fratello?" chiese Harry "E come fai a sapere che voglio qualcosa da lui?"

"Mi ha detto tutto" mentii

"Cosa intendi con tutto?" chiese preoccupato

"Tutto" dissi salendo su per le scale, andai sul tetto. Dopo l'ultima volta che trovai Harry la sopra diventò il mio posto preferito dove poter pensare e passare del tempo da sola con me stessa.

Quando arrivai sul tetto, mi sdraiai per vedere le stelle. Mi ricordai di quando andai con Sarah al campeggio e guardammo le stelle insieme.

Sarah.

Mi mancava. Mi mancava qualcuno con cui parlare. Immaginai su che cosa poteva fare in quel momento. Immaginai che cosa tutti stavano facendo in quel momento. Le persone si ricordavano ancora di me? Sono stata dimenti-

I miei pensieri vennero interrotti quando sentii una macchina arrivare sotto casa. Gemma, sicuramente. Nessuno sarebbe morto quella sera. Che tristezza.




Arabelle (Harry Styles) Italian TranslationLeggi questa storia gratuitamente!