Arabelle's P.O.V

"Ti ho aspettato per tutta la mia vita" disse

Era la cosa più dolce che mi avessero mai detto. Harry e io cambiammo posizione, in quel momento io ero sotto di lui. La mano fredda di Harry era sopra le mie labbra. Un piccolo sorriso scappò dalle esse. Aprii i miei occhi quando non sentii più le sue labbra sulle mie anche se subito le sentii baciare il mio collo. Dio, Arabelle, pensai. Cosa stavo facendo? Non puoi essere baciata da lui, rispose la mia coscienza.

"Harry" lo chiamai e lui mi guardò "Non posso farlo. Non posso, non ora"

"Mi dispiace" rispose sedendosi "Non avrei dov-"

"Harry, è tutto ok" feci un profondo respiro "Non sono pronta a fare questo con te" sperai che capisse

"Afferrato" disse bruscamente "Dovremmo andare" disse poi alzandosi

Afferrai il suo braccio.

"Aspetta, parliamo solo un momento" vidi un piccolo sorriso sul suo viso prima di sedersi di nuovo

"Su cosa?" chiese

"Cose a caso" sembrava contento della mia risposta "Parlami dei tuoi hobby, di te e della tua famiglia"

"Penso dovremmo andare" disse non guardandomi

"Non voglio andarmene" risposi. Cosa aveva di sbagliato?

"Arabelle, andiamo" disse irremovibile. Era arrabbiato ma non mi importava. Non me ne sarei andata.

"Perchè sei arrabbiato?" chiesi confusa ma al posto di ricevere una risposta lo vidi incamminarsi verso la macchina. Pensava che sarei andata con lui? Non lo feci

"Andiamo" disse realizzando che non lo stavo seguendo

"No" urlai alzando le braccia al cielo

"Arabelle" minacciò anche se io rimasi della mia idea e nella mia posizione

Si avvicinò a me ma vinsi. Sapevo che si sarebbe avvicinato. Vincevo semp-

I miei pensieri furono disturbati da Harry che mi caricò sulla sua spalla.

"Harry! Mettimi giù" urlai tirando pugni sulla sua schiena

Non aiutò.

"Ti ho detto di venire con me" sentii il suo ghigno. Era così bipolare.

Smisi di provare a scappare, era troppo forte per me.

"Brava ragazza" mi disse quando mi arresi

Arrivammo alla macchina e nessuno disse una parola. Harry mi appoggiò sul sedile della macchina e corse il più veloce possibile dal suo lato della macchina.

"Sarebbe potuta essere una bella giornata" dissi "Ma qualcuno si è arrabbiato per una semplice domanda"

"Arabelle, per favore, puoi non..." disse nervoso

"Ti sei arrabbiato perchè ti ho fatto una domanda" ragionai

"Arabelle, non voglio parlare di quello" disse non guardandomi

"Su cosa, Harry? Sulla tua vita? Perchè sono sicura che conosci tutto della mia fottuta vita. Voglio solo conoscere parte della tua" urlai praticamente

"Possiamo parlarne un altro giorno?" sembrava triste

"Bene" non volevo parlare più con lui in ogni caso

Il resto del viaggio verso casa fu silenzioso. Nessuno di noi disse una parola.

Harry's P.O.V

Mi sentivo un coglione. Arabelle e io stavamo passando un bel momento non tralasciando che mi aveva lasciato baciarla. Le sue labbra erano così dolci, ma come tutte le cose belle iniziavano erano destinate a finire. Mi stoppò prima che potesse succedere qualcosa di più, che era okay. Non l'avrei obbligata a fare niente che non voleva. Glielo avrei dovuto dire, ma non ce l'avevo fatta. Ero così vicino al farla innamorare di me. Così vicino che avrei potuto toccare il traguardo ma quel giorno feci un passo indietro.

Dopo quelle che sembravano ore, arrivammo a casa. Appena stoppai la macchina, Arabelle letteralmente saltò giù dalla macchina.

"Arabelle" la chiamai ma ormai stava già bussando alla porta

Corsi verso di lei in un secondo grazie ai miei poteri da vampiro. Quando la raggiunsi le dissi le uniche parole che mi vennero in mente.

"Mi dispiace" che sembrò non funzionare, sembrava ancora arrabbiata.

"Vieni a parlare con me quando ti fiderai abbastanza" disse e intanto si aprì la porta

"Già tornati?" Liam sorrise

"Si" Arabelle disse spingendo Liam per poter entrare. Che rude.

"Cosa c'è che non va?" Liam chiese

"Mi ha chiesto sulla mia famiglia" spiegai entrando in casa

"Oh" disse "I ragazzi sono in cucina che parlano di stupidaggini" continuò

"Ok Rick Grimes" feci un piccolo sorriso. Camminai in cucina e vidi i ragazzi litigare con Niall per il cibo

Arabelle's P.O.V

Ogh Harry era così fastidioso, pensai. Non poteva arrabbiarsi, sapeva tutto sulla mia vita e io avevo il diritto di sapere qualcosa sulla sua.

"Hey Arabelle" una voce familiare disse

"Max?" pensavo che Harry lo avesse ucciso

"No, non mi ha ucciso" sentii la sua voce ancora più vicina

"Cosa vuoi?" chiesi cercando di trovarlo

"Te" era dietro di me. Mi girai lentamente e lo trovai li. Fui sorpresa che i suoi occhi non erano più blu, ma verdi.

"Perchè?" avrei dovuto urlare ma ero arrabbiata

"Sei bellissima e devo vendicarmi di mio fratello"

Fratello?

Arabelle (Harry Styles) Italian TranslationLeggi questa storia gratuitamente!