"Harry." Gemetti alzando il baciono dal materasso, non appena portò il suo dito un po' più in profondità e cominciando a ruotarlo da una parte all'altra.

"Shh, va tutto bene piccola." Mi sussurrò, baciandomi con delicatezza.

Gemetti più forte e strinsi i capelli di Harry non appena ritrasse il dito per far sì che potesse infilarne due insieme. Continuò a muovere le dita avanti e indietro, c'erano momenti in cui aumentava la velocità e momenti in cui si soffermava facendo ruotare le dita. Il mio respiro era affannato. Feci scivolare le mie mani fino all'orlo dei boxer, facendoli scorrere lungo le sue gambe. Allontanò le dita da me aiutandomi a togliere i boxer.

Mi guardò neglio occhi cercando il consenso il mio consenso, io annuii. Mi spostò i capelli dietro l'orecchio e mi diede un bacio leggero sulla bocca. Si allontanò da me, cercando con fretta in una tasca dei jeans il portafoglio, dal quale tirò fuori la piccola busitina.

"Sempre a portata di mano eh?" Commentai sarcastica. Lui rise.

"Questi sono quelle della scatolina."

"Ah bene." Sorrisi. Lui si avvicinò dandomi un bacio a fior di labbra.

"Ora sarai finalmente mia." Sussurrò. Il mio cuore inziò a battere all'impazzata, e il mio respiro accellerò di colpo.

"Piccola se vuoi possiamo fermarci.." affermò lui.

"Harry davvero, voglio sentirmi tua." Mi sorrise, e iniziò a infilare velocemente il preservativo.

Mi baciò il collo, cercando di distrarmi mentre spostava la mano dal mio fianco alla sua erezione. Le mie dita si strinserò intorno ai suoi capelli non appena guidò la punta verso la mia entrata, facendo sfiorare più volte. Alzò il viso per far incontrare i nostri occhi, mentre si faceva pian piano spazio dentro di me; anche se i miei occhi si chiusero dal dolore, i muscoli del mio corpo si irrigidirono e le mie unghie si conficcarono nelle spalle di Harry.

"Piccola baciami, e non pensare ad altro." Disse in tono rassicurante.

Feci come mi aveva detto. Portai le mie labbra sulle sue in un bacio confusionale. Le mie labbra lasciarono un gemito non appena scivolò più in profondità. Harry fermò i movimenti del bacino, lasciandomi un po' di tempo per abituarmi a quella nuova sensazione. Aprii gli occhi, e notai che Harry mi stava già fissando, gli sorrisi. Aspettò il mio cenno del capo come consenso per iniziare a muoversi di nuovo. Le mie mani strinsero di nuovo le sue possenti braccia, non appena indietreggiò il bacino per farsi spazio dentro di me nuovamente. I suoi movimenti erano cauti, e le sue labbra lasciavano dei baci sul mio collo.

Le mie labbra lasciavano ripetuti gemiti quando stimolava una parte particolarmente sensibile. Il dolore pian piano si affievoliva, anche se sentivo un certo fastidio quando toccava un punto più in profontidà. Continuai a baciargli la guancia, quando mi mise la mano sotto il ginocchio facendomi alzare la coscia. Gemetti a quella nuova posizione, stringendogli i capelli e cercando le sue labbra per baciarle di nuovo. Alzai il bacino, per far sì che potesse andare più affondo. lui aprì gli occhi guardandomi come per avere un consenso. Era bellissimo, aveva la bocca dischiusa e i riccioli gli ricadevano sulla fronte sudata. Posò una mano sul mio bacino dandosi una spinta più profonda, era una strana sensazione, mi provocava ancora dolore, ma era piacevole. Gettai la testa all'indietro quando si diede una seconda spinta, baciandomi il collo. I nostri respiri erano affannati e irregolari. C'era solamente il rumore dei nostri ansimi che si disperdevano nella stanza.

Alzai nuovamente il bacino, per far si che scivolasse ancora più in profondita, e a quel mio movimento Harry strinse la mia mano. Gemetti ripetutamente quando si spinse più e più volte dentro di me. Il mio corpo era accaldato, e il sudore iniziava ad inumidire la mia fronte e il mio collo. Dalle mie labbra uscì un gemito particolarmente profondo, dopo che Harry aveva portato anche l'altra mia coscia intorno al suo bacino. Mossi il bacino verso l'alto per far sì che riuscissi a trovare novamente la posizione di prima. A quel mio movimento Harry dischiuse la bocca e portò la testa all'indietro serrando gli occhi.

"Fran.. sto per venire." Mi disse lui. Le mie unghie lasciarono altri segni sulla sua schiena non appena diede altre spinte più profonde. Sentivo i miei muscoli stringersi e allargarsi. Sentii un calore provenire fin dal bacio, e le gambe cedere. Stavo per raggiungere il mio apice, la mia testa cadde all'indietro, i miei occhi si strinsero e avevo la bocca socchiusa.

Sbattei velocemente gli occhi, e si mostrò davanti a me un Harry che si stava mordendo il labbro inferiore. Sorrisi guardandolo. Era uno splendore. Abbassò la testa lasciandomi diversi baci sul collo e muovendosi all'indietro per separare i nostri corpi. Si lasciò andare accantanto a me circondando con le sue braccia il mio corpo.

"Ti amo." Sussurrò.

"Ti amo." Risposi.

Mi rigirai per poter mettere la testa sul suo petto e lasciarmi abbandonare ad un sonno profondo.

•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•

Ecco qui un altro capitolo! Probabilmente è uno dei più belli :)

Vi é piaciuto? E soprattutto che ne pensate della storia?

Ho visto che non vi piace moltissimo commentare, e questo mi crea dispiacere, perché così non posso capire cosa ne pensate, o che vi passa per la mente quando leggete un capitolo.

Anyway vi andrebbe di rendermi felice lasciando una stellina e magari un commento? Grazie mille a chi lo farà!

Inoltre volevo ringraziare tutte/i quelle/i che stanno leggendo la mia storia. Siete 1,89k, grazie mille! Non sapete quando mi rendete felici. Davvero, ancora non mi capacito di quante visualizzazioni ho, ne siete tantissimi!.

Un bacio a tutte/i! Grazie ancora di cuore, vi voglio bene! :)) X ♡

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!