L'inizio

46 6 1

Era passato mezzo anno della seconda media, e come al solito avevo come materia matematica, con il prof più spassoso dell'intero Istituto. Era appena iniziata la lezione.

Il mio prof era di altezza media, capelli castani come gli occhi profondi, con una passione nell'insegnare.

Come di "routine" B. appena il prof si girava verso la lavagna cominciava a fare battute e scherzi cercando di non farsi beccare dall'insegnante. A. si dilettava a farsi notare dai ragazzi più "fighi" dicendo del più e del meno delle sue uscite con le sue amiche "oche"e di quanto fosse difficile trovare il giusto paio di jeans con vita bassa e i due amici inseparabili dalla nascita P. e G. parlavano di aerei, macchine, shuttle aerospaziali, mostri e altre cose loro. F. invece parlava con E. di trattori , ruspe e di biogas.

Non succede niente di nuovo. Pazienza! ;)

Il prof ha cominciato a correggere gli esercizi assegnatici e a spiegare un nuovo argomento. Ad un certo punto, quasi alla fine della lezione, la mia attenzione cadde verso le ultime file di banchi.

Pochissime volte mi capitava di spostare lo sguardo verso le ultime file durante una lezione, ma lo facevo spesso durante i cambi d'ora.

Quel banco lo guardavo sempre senza metterlo a fuoco, senza focalizzare bene la figura ricurva seduta a quel banco scolastico, ma adesso lo guardai meglio, con curiosità.
Era D., la ragazza che all'età di 10 anni era tornata in Italia dopo 6 anni di permanenza all'estero.

Stava lavorando su un foglio con la matita, era assai concentrata su quello che stava facendo.






La mia PassioneLeggi questa storia gratuitamente!