Capitolo 29.

2.5K 101 2


La sera precedente non avevamo fatto niente di speciale, eravamo andati a prendere un gelato e a fare una passeggiata. Camminare mano nella mano con Harry mi faceva impazzire. Avevo una costante voglia di baciarlo, di sentire le sue labbra sulle mie, ma qualcosa mi bloccava.

Il mio risveglio fu molto piacevole, ero praticamente attaccata al riccio. Lui era concentrato a baciarmi il collo. Quando aprì mi gli occhi mi guardò.

"Buongiorno amore." Gli lasciai un bacio sulla guancia.

"Buongiorno piccola." Rispose lui sorridendomi. "Andiamo al mare anche oggi?" Chiese guardandosi le unghie.

"Per me va benissimo, ma smettila di fare il gay." Ridacchiai spingendolo per un braccio. Lui mi tirò verso di sè, ad un millimetro dalle sue labbra.

"Vuoi che ti dimostri quanto sono etero piccola?" Sussurrò sensualmente facendo passare la sua mano sulla mia schiena. Poi si alzò, lasciandomi un po' delusa, ma non ci feci caso e andai a mettermi il custume rosa fluo, per poi aspettare Harry che uscì 5 minuti dopo dal bagno.

"Oh cazzo." Dissi squadrandolo

"Qualcosa non va?" Chiese un po' a disagio.

"Sei un figo da paura. E in questo momento non sto facendo pensieri molto casti.. ahahah" ammisi ridendo. Lui sembrò quasi stupido.

"Ah e poi sono io il pervertito! Certo, certo.." disse ridendo.

"Sono più pervertita di quanto tu possa credere caro Styles." Sussurrsi accarenzandogli il petto.

"Piccola smettila o mi costringi a metterti sul letto e farti cose non proprio consone.." sussurrò al mio orecchio, io rabbrividì.

È per questo che amo Harry, è onesto. Ti dice la verità anche se ha sbagliato.

Dopo essermi messa la maglia, il riccio mi prese per mano portandomi in spiaggia. Amavo quel posto: la sabbia bianca, l'acqua cristallina. Quest'ultima era leggermente fredda, infatti non aspettai molto a buttarmi e andare al largo. Harry mi raggiunse subito, un po' indispettito. Ero decisamente molto lontana, d'altronde non avevo paura perchè sapevo nuotare. Mi incantai quando vidi Harry nuotare verso di me. Mentre si muoveve nell'acqua i duoi muscoli bagnati brillavano. I suoi ricci erano più definiti, e quei tatuaggi chr gli ricoprivano la pelle lo rendevano ancora più perfetto.

"Non allontanarti più, capito?" Mi disse con tono arrabbiato, ma anche preoccupato.

"Harry non c'è bisogno che ti preoccupi. So nuotare." Spiegai.

"Scusa.." sussurrò dispiaciuto. Mi avvicinai a lui.

"Ehy, è tutto okay." Gli sorrisi. Lui ricambiò il sorriso abbracciandomi.

"Sei così speciale che ho paura di perderti." A quelle parole sentì il mio cuore perdere un battito. Avvolsi le mie gambe intorno al suo bacino, e rimanemmo in quella posizione per non so quanto tempo.

•••~~~••••~~~~~••~~~••~~~•~~••~~•••~~~

belle ragazze! Ecco qui un altro capitolo!

Sto aspettando con ansia il bacio.

Come può non baciarlo?! Sto impazzendo. Ahahah

Un bacio. X :)

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!