Capitolo 9

13 0 0

Appena finito di mangiare decidiamo di andare a fare una passeggiata. Una volta fuori di casa iniziamo a parlare dell'azienda Marconi. Scegliamo di recarci lí il giorno seguente, sono molto ansiosa, non so cosa c'entri tutto questo con me! Ritorno a casa, saluto Jonny che si incammina verso casa sua, e vado dritta verso la mia camera. Ho paura, ma voglio anche sapere la veritá, cosí mi addormento, con questo pensiero.
La sveglia suona, io la spengo subito e inizio a vestirmi, faccio colazione, saluto la mamma ed esco velocemente di casa. Trovo Jonny ad aspettarmi all'angolo della strada prestabilito, non appena mi vede mi saluta con un largo sorriso chiedendomi:«Allora? Sei pronta?» io gli rispondo ridendo ma in realtá non so cosa mi aspetterá. In poco tempo raggiungiamo l'azienda, entriamo dalla porta d'ingresso e chiediamo aiuto per trovare il sig. Marconi. Molte persone ci guardano stranite, forse pensando a cosa ci facciano due ragazzi in un'azienda come questa. Finalmente troviamo qualcuno che ci degna di una parola. È un uomo sulla quarantina, noto dei tratti familiari sul suo volto. Non appena ci vede, o meglio, non appena vede me, si blocca. Dopo poco tempo riacquista l'uso della parola e ci dice che il sig. Marconi lavora al piano di sopra. Lo ringraziamo e l'uomo se ne va, con sguardo perso, ancora guardandomi.
Velocemente andiamo di sopra e troviamo una porta con su scritto il nome del sig. Marconi. Entro senza nemmeno bussare e non appena lo vedo, dietro la scrivania, gli dico:«Ho bisogno di alcune informazioni.»

A new BeginningLeggi questa storia gratuitamente!