Capitolo 20.

3K 128 0


Quella notte non avevo dormito. Pensavo solo ad Harry, ai suori ricci.. mi mancava troppo. Mi mancavanoni suoi occhi nei miei, mi mancavano i suoi abbracci, i suoi 'ciao piccola', le sue battute pervertite. E cazzo, solo Dio sa quanto lo amavo.

Quando mi guardai allo specchio avevo gli occhi rossi e gonfi, occhiaie e i capelli arruffati. Decisi di fare una doccia fredda per riprendermi, ma funzionò ben poco. Per scuola indossai dei jeans blu e una felpa. Con il trucco riuscii a fare Miracoli, con il trucco non si vedeva che avevo pianto. Avevo lo stomaco chiuso, non avevo fame e non volevo manguare nulla, così presi lo zaino e andai a scuola.

Zayn e Molly si stavano abbracciando vicino ad un muretto, mentre Niall e Kate si stavano baciando. Di Harry e Rose non ce ne era nemmeno l'ombra. Di mio fratello e compagnia nemmeno. Così decisi di prendere il telefono e navigare un po' su internet. Poi le due ragazze si avvicinarono.

"Ehy.. come stai?" Mi chiesero all'unisono.

"Male. Adesso invece di essere qui da sola avrei preferito essere con Harry. Ma lui è con Rose e chissà cosa staranno facendo." Il solo pensiero di cosa potrebbe fare con quella troia mi faceva venire i brividi e pizzicare gli occhi.

"Ma non ti preoccupare per quel cretino." Mi dissè Molly.

"Si dal caso che io amo quel cretino. Lo amo e non sapete quanto.." si rattristò vedendo scendere una lacrima sulla mia guancia.

"Buongiorno piccola." Arrivò Louis abbracciandomi. Ma non era un abbraccio come quelli di Harry: dolci, rassicuranti, uno di quegli abbracci pieni di malizia.. che ti mettono solo in imbarazzo.

"Ciao Louis." Sussurrai. Molly e Kate se ne erano andate, ed io ero rimasta sola con i ragazzi. Mi asciugai gli occhi un po' inumiditi dalle lacrime e senfì Liam dire:

"Io uccido Styles."

"No! Non fargli nulla, è colpa mia. Sono io che mi sono innamorata. Non siamo nemmeno fidanzati."

"Non è per questo." Disse Zayn.

"E per cosa?" Domandai.

"Fran Harry stando con quella, non solo ti ferisce, ma mente anche a se stesso." Spiegò Louis. Le lacrime incominciarono a scedere, e mio fratello lo notò.

"Louis visto che devi entrare in seconda ora, l'accompagni a casa? Sta troppo male.." chiese a Louis con lo sguardo dispiaciuto.

"Sì, tranquillo bro. Andiamo piccola." Mi mise una mano dietro la schiena e mi accompagnò verso la sua macchina.

~~~~~

Una volta arrivati a casa, mi fece sedere sul letto dicendomi

"Senti piccola, lo so che sono uno stronzo di cui ti eri innamorata, che ti ha fatto piangere e soffrire. Ma mio cugino è un bravo ragazzo, solo che certe volte non ragiona, e vederti così mi spezza il cuore. Sei comunque la sorella del mio migliore amico, se vuoi una spalla su cui piangere solo qui." Guardai Louis negli occhi, mi sembrava sincero. Così mi buttai tra le sue braccia iniziando a singhiozzare.

"Scusa piccola se ti ho fatto soffrire, non te lo meriti. Harry è fortunato ad avere una ragazza come te che lo ama. Non preoccuparti, si sistemerà tutto.

Harry's Pov.

I sensi di colpa di divoravano, avevo passato la notte con.. quella. E in quel momento capii che amavo la mia piccola, così decisi di andare a casa sua per parlarle o magari solo per lasciarle un biglietto. Appena passai di fronte casa sua, tramite la finestra di vetro la vidi piangere tra le braccia di.. Louis? Mi fermai davanti alla porta, e bussai. Mi venne ad aprire Louis.

"Fammi entrare." Ordinai a mio cugino.

"Cosa cazzo vuoi Harry?"

"Dov'è lei?"

"È di sopra."

"Fammela vedere."

"Per farla piangere ancora di più Harry? È questo che vuoi? Ridurre in pezzi ancora più piccoli il suo cuore?"

"Parli proprio tu, che fino a ieri sera la prendevi in giro e volevi solamente scopartela!"

"No caro mio, questo non dirlo, perchè le voglio bene. La dovresti vedere.. mi fa pena. E lo sai che ho il cuore di pietra."

"LOUIS FAMMELA VEDERE!" Gli urlai in faccia.

"Oh aspetta.. ti sono venuti i sensi di colpa dopo essere andato al letto con quella?"

"Come cazzo lo sai?"

"Jennifer oggi si vantava di aver aiutato la sua amica a scoparti. Harry mi fai solo schifo, lei ti ama cazzo! E anche tu la ami.."

"Levati dai coglioni Louis!" Gridai dandogli un pugno in pieno naso, salì subito le scale. Aprii la porta della camera di Francesca, e la vidi lì, con gli occhi rossi, pallida, con le occhiaie..

"Harry!" Disse con la voce rotta dal pianto.

"Piccola!" L'abbracciai.

"Ti amo.." le sussurrai.

"Oh guarda, il ragazzo va dalla sua amata dopo essersela spassata con la bionda."

Francesca's Pov.

'Dopo essersela spassata con la bionda.' Quelle parole furono un colpo al cuore. Mi allontani dalle braccia del riccio.

"Ha- Harry è vero?" Sussurrai io, lui si torturava le mani.

"Harry sei andato al letto con q-quella?" Dissi con voce tremante.

"Io-io.." balbettava.

"Dai Harry coraggio. Dici la verità." Disse Louis. Dopo una lunga attesa il riccio affianco a me sussurrò:

"Sì.." all'udire quelle parole potevo essere sicura di aver sentito il mio cuore spezzarsi.

"Harry vattene.." dissi fredda. Lui alzò il viso, aveva gli occhi rossi.

"Piccola lasciami spiegare, io.."

Mi alzai. "No caro Harry, ora alzi il tuo culo dal mio letto e te ne vai dalla tua fidanzatina del cazzo. Perchè tu non puoi venire da me dopo essertela scopata e dirmi che mi ami! Quindi ora tu prendi e te ne vai a fanculo, perchè io ho dei sentimenti, e ti amo. Okay?" Dopo avergli sbattuto la porta di casa in faccia, scoppiai in un pianto isterico tra le braccia di Louis.

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!