Capitolo 18.

3K 112 7


In macchina Harry mi guardava intensamente e Louis mi lanciava occhiate dallo specchietto retrovisore.
"Bello questo rossetto. Ma se baci qualcuno se ne va?" Domandò mister occhi di ghiaccio.

"Sinceramente non lo so." Risposi con indifferenza.

"Allora dobbiamo controllare." Mi guardò, io assottgliai gli occhi. Harry mi strinse la mano, forse è.. geloso, non so.

Una volta scesa dall'auto Harry mi prese la mano.

"Ti ricordo che noi per Rose siamo fidanzati." Rammentai la mattina precedente, ed annuì accennando un sorriso.

"Oh guardate, è arrivata la balena." Mi prese in giro la festeggiata, così decisi di fare la stronza, di cacciare fuori il carattere. Così risposi a tono.

"Beh, buonasera anche a te. Sai una cosa? Tra tutti gli aggettivi esistenti che accomunano 'vestita' e 'decente' non ti si addicono proprio, tesoro." Mi guardò infuriata ed io iniziai ad andare verso la piscina.

"Oh e auguri. Spero che questi diciotto anni ti facciano maturare e ti insegnino a fare qualche altra cosa oltre ad aprire le gambe." Le dissi, prima di andare definitivamente vicino alla piscina per prendere qualcosa da bere, lasciandola impietrita.

"Hai tirato fuori il carattere piccola." Accennò un sorriso il riccio prendendo un drink dal tavolo.

"Sai, sono stufa di soffrire. Oltre a cambiare fisicamente voglio cambiare anche caratterialmente." Spiegai, lui annuì.

"Allora perchè non festeggiamo questo cambiamento con un drink(?)" Chiese.

"Non posso bere."

"Ah giusto. Vabbè un sorso dal mio bicchiere puoi anche prenderlo. Tieni, è vodka alla fragola." Lo guardai neglio occhi, lui mi porse il bicchiere ed io aspirai dalla cannuccia un po' del liquido ghiacciato, il quale una volta inghiottito mi fece bruciare tutto l'esofago, ma era buono.

"Buono?" Chiese Hazz.

"Sì molto. Sa anche un po' di menta." Commemtai.

"Piccola non è il drink quel sapore, sono le mie labbra." Si avvicinò mordendosi il labbro. Ma ovviamente Louis rovinò il momento.

"Certo che sei proprio stupenda stasera piccola." Mi sussurrò poggiandomi le mani sui fianchi.

"Louis ti dispiace lasciarla stare, che dobbiamo andare a ballare." Sbottò Harry portandomi in mezzo alla folla.

"Che facciamo?" Gridai io per via della musica troppo alta.

"Balliamo!." Sorrise lui, mettendomi le mani in vida. Io ricambiai il sorriso mettendogli le mani intorno al collo.

"Muovi il bacino." Mi incitò lui. Feci come detto, mi guardò negli occhi e mi avvicinò a lui.

"Sai.. forse non provo solo semplice amicizia per te, piccola.." mi sussurrò all'orecchio. Io lo guardai negli occhi, si avvicinò pian piano. Il mio cuore batteva talmente forte che avevo paura potesse uscire fuori dal petto.

"Piccioncinii." La voce di Kate ci fece separare, ed io mi morsi il labbro inferiore.

"Kate." L'abbracciai.

"Ma sei uno schianto!." Si complimentò la rossa.

"Ma che dici." Scherzai io.

"Molly dov'è?" Le chiesi.

"Buh, l'ho vista limonare con Zayn prima." Rispose.

"Azz.." Era tutto quello che riuscì a dire. Cioè.. mister pakistania è davvero figo.

"Qualcuno mi ha chiamato?" Arrivò Hazz sorridente.

"Scusa ma tu lasci la tua fidanzata sola?" Arrivò Niall.

"Non siamo fidanzati." Affermai con una voce un po' troppo acuta.

"Sisi.. come no." Disse Kate prima di buttarsi sulle labbra dell'irlandese e coinvolgendolo in un bacio piuttosto passionale.

"Oh per favore! Non scopate qui, esistono le camere!." Gridò infastidito Harry. Niall rispose con un dito medio.

Scoppiai in una fragorosa risata. Pochi secondi dopo arrivò Liam.

"Ehy ragazzi volete giocare al gioco della bottiglia?" Harry mi guardò, io mi limitai a dire "okay." E raggiunsi i ragazzi mano nella mano con Harry.

••~~••~~••~~••~~••~~••~~••~~••~~••~~••~

Vi dico solo che ora succederà un casino; e che l'amore che provano i due verrà messo alla prova.

Ansiosi di leggere il prossimo capitolo?

Grazie mille per tutte le 585 visualizzazioni! Wow.
Vi voglio bene! :)) <3

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!