Capitolo 16.

3.5K 121 1


"Lo sai anche tu che mi ero eccitato oggi quando hai mangiato la banana." Disse serio Harry mentre guidava.

Io scossi la testa sconvolta. "Harry, amico, si può sapere cosa hai oggi? Hai una crisi ormonale, Santo cielo quanto sei pervertito!."

"No piccola. Ti sto solamente mostrando il mio lato peggiore.." ridacchiò.

"E perchè?" Chiesi curiosa.

"Perchè devi conoscermi, come io devo conoscere te."

"Non pensi sia meglio se mi facessi delle domande?" Proposi.

"Okay allora.. perchè vuoi cambiare?"

"Perchè non mi piaccio, anzi mi odio. Non ce la faccio più, e poi desidero qualcuno che mi ami." A quelle parole gli si illuminarono gli occhi.

"Mmh.. hai mai baciato qualcuno?"

"Ehm.. no. E me ne vergogno molto."

Parcheggiò vicino al centro commerciale, e prima di scendere mi prese per un braccio facendomi voltare.

"Non devi vergognarti. Arriverà quello giusto." Mi sussurrò con la sua voce sexy.

Magari quello giusto potrebbe essere proprio lui. Parlò il mio subconscio, credo che questa volta abbia ragione. Entrammo nel centro commerciale dirigendoci verso H&M.

"Posso esserle utile?" Mi chiese la commessa sorridendomi.

"Si grazie. Vorrei provare un vestito sul nero. Per un diciottesimo quindi abbastanza elegante, ma giovanile."

"Va bene qualcosa un po' più sexy?" Domandò la signorina.

"Certo.." rispose Harry ed io lo fulminai con gli occhi.

"Comunque niente di stretto ed aderente, non starebbe bene con il mio fisico." Spiegai.

"Perfetto, mi sa che ho trovato un buon abbinamento. Vieni in camerino." Mi incitò la commessa.

Una volta entrata nel piccolo spazio, la donna mi porse un paio di collant neri di pizzo, ed un vestitino sempre nero, con le spalle e la schiena coperte soltanto con uno strato di pizzo. Dovevo dire che mi stava bene, ma guardandolo si poteva vedere il segno degli slip e il reggiseno. Così la commessa andò a prendere anche l'intimo da mettere sotto. Nel frattempo mi affacciai e vidi Harry un po' spazientito.

"Quanto ci vuole?" Disse evidentemente seccato.

"Sta andando a prendermi l'intimo."

"Perchè non va bene il tuo?" Ridacchiò.

"No, deve essere di pizzo, altrimenti si vede." Spiegai, anche se md ne pentì subito.

"Allora questo vestito è sexy.." disse lui, mordendosi il labbro. Se continua così credo se lo staccherà.

~~~~~

"Ecco sono tornata. Ti ho preso anche le scarpe e gli accessori. Ora provati l'intimo, e rimettiti le calze ed il vestito." Mi sorrise la commessa. Io feci come indicato, e quando finì di prepararmi chiamai la commessa.

"Okay, ora non si vede nulla. Provati le scarpe." Mi porse un paio di scarpe con il decolletè con il tacco, e con il plateau pieno di brillantini. Mi mise anche una cinta con alcuni strass.

"Hai un rossetto rosso? Giusto per fare una prova, perchè ti consiglio sulle labbra un rosso freddo, sul bordeaux; mentre sugli occhi uno smokey eyes nero."

Gli porsi il rossetto. me lo mise sulle labbra e mi sistemò i capelli. "

Qui ci stanno bene dei boccoli." Commentò, ed io annuì.

"Ragazza guardati, sei una bomba!" Mi sorrise. mi voltai allo specchio per guardarmi, e.. ero diversa. Il vestito era nero, con una scollatura a cuore e la schiena scoperta, ma a coprire questa, le spalle, le braccia e la scollatura c'era del pizzo. La fantasia delle calze era identica a quella del vestito, e gli strass della cintura e delle scarpe davano un tocco ancora più intrigante aggiunto al rosso delle labbra.

"Insomma posso vedere? Sono io quello che deve approvare." Imprecò Harry.

"Harry chiudi gli occhi!."

"Fatto."

Uscì dal camerino e dissi ad Harry chr poteva riaprirli. Quando lo fece, mi squadrò da capo a piedi. Sorrisi e mi girai per far vedere il pizzo sulla schiena, lui mi sorrise e scosse la testa.

"Sei.. wow, cazzo."

Harry's Pov.

Era stupenda, e tremendamente sexy con quel vestito addosso. Con quei suoi occhi che mi guardavano.. di certo alla festa dovrà rimanere vicino a me. Non so cosa le potrebbe fare quel pazzo di Louis, certo anch'io non ho pensieri molti ingenui adesso, ma almdno mi contengo.

"Allora lo prendiamo?" Chiese la commessa.

"Certo!" Sorrisi rispondendo alla commessa, e mentre Fran si stava rivestendo andai alla cassa per pagare. Quando uscì la guardai e l'abbracciai.

"Domani starai attaccata a me okay?"

"Okay." Risposd lei.

"Grazie Harry, non eri costretto a pagari il vestito e tutto il resto." Mi disse imbarazzata.

"Di nulla piccola. E poi piace anche a me." Ammisi.

"Almeno mi sta bene?" Chiese.

"Non ti sta bene.. ti sta perfettamente." Affermai sorridendo.

"Harry.."

"Mmh?"

"Ti voglio bene." Sussurrò. Il mio cuore iniziò a battere forte. Quante cose si possono dire con un semplice 'ti voglio bene'. Ora sono sicuro di una cosa.. la amo.

••~••~••~••~••~••~••~••~••~••~••~••~••~••

Ma aww. Styles amoree!
Vi è piaciuto questo capitolo? :))

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!