Capitolo 15.

3.2K 113 7


Dopo l'uscita da scuola io ed Harry andammo a casa mia con la sua ranger rover.

"Scendi dai." Lo incitai.

"Ho i capelli apposto?" Domandò lui.

"Sei così bello che ti stuprerei." Dissi sarcastica lui mi guardò malizio, ma io lo ignora ed entrai in casa.

"Mamma sono a casa." Urlai. Mia mamma sbucò dalla cucina.

"Buongiorno ragazzi. Fran la borsa e il cambio te l'ho preparata io. Tu.. devi essere Harry giusto?" Si rivolse al riccio.

"Sì, sono io Signora." Rispose a mia mamma sorridendo e visibilmente in imbarazzo.

"Ehm mamma credo sia tardi. Sua mamma ci starà aspettando." Sdrammatizzai.

"Oh sì, scusate ragazzi. Buon pranzo e buon allenamento." Disse mia mamma rientrando in cucina, così noi ce ne andammo.

"Grazie piccola." Mi disse aprendomi la portiera.

"Di nulla Styles." Gli sorrisi entrando in macchina. Lui mi affiancò al posto del guidatore, mettendo in moto per andare a casa sua.

~~~~~~~~~~~

La casa di Harry era enorme. Ci accolse la madre Anne.

"Ciao tesoro! Fai come se fossi a casa tua!." Mi abbracciò. Vidi Harry guardarci felice.

"Harry posate le vostre cose e scendete a tavola." Si rivolse al figlio.

Harry annuì. Mi prese per mano e mi portò nella sua camera.

"Wow è enorme!" Esclamai varcando la porta.

"Ehm.. diciamo che non mi posso lamentare." Sorrise Harry.

"Poggia lo zaino qui." Mi indicò la panca in legno antico sotto la finestra.

"Devo cambiarmi la maglia." Annunciò. Si tolse la maglia prendendone una pulita dal cassetto. Io mi girai immediatamente e mi coprì gli occhi, così da non poterlo guardare. Mentre aprì il cassetto fece cadere qualcosa.

"Puoi girarti, sono vestito." Mi girai, raccogliendo da terra la scatola che era caduta, contenente.. preservativi? La ributtai subito a terra sotto lo sguardo divertito di Harry.

"Ti scandalizzi per così poco. Se ti dicessi come si usano che cosa faresti?" Mi guardò malizioso.

"Pervertito."

"Sono sempre solo con una ragazza. E ho 18 anni.. e tu non mi conosci piccola." Serrò i suoi occhi nei miei mordendosi il labbro inferiore.

Posso effettivamente dire che sarei pututa morire a breve di fronte a quella scena.

"Cosa dovrei conoscere?" Lo sfidai. Lui si avvicinò, ma appena sembrò che stesse per fare qualcosa..

"Ehy è pronto in tavola." Una figura alta e robusta si presentò sulla soglia della camera.

"Papà!." Quasì gridò Harry dalla felicità. Si allontanò per andargli incontro ed abbracciarlo.

"Venite, Anne vi sta aspsttando." Disse tranquillo l'uomo, rivolgendomi un sorriso. Il riccio annuì e mi indicò il bagno per lavarmi le mani.

A pranzo mangiai solamentre un po' di pasta e l'insalata. I genitori di Harry mi fecero alcune domande e mi raccontarono di come conoscevano mia madre e il padre di Liam. Finito di pranzare Harry si alzò e mi fece cenno di salire in camera con lui.

"Verso le 15:00 usciamo." Annunciò lui. Erano le 14:00..

~~~

"Harry potresti uscire? Dovrei cambiarmi." Gli chiesi cortesemente. Lui sorrise annunciando "Allora vado di sotto per prendetti una cosa. Tu chiudi la porta, quando tornerò dovrai essere giá pronta perchè entrerò senza avviso. Okay?" Sembrò un bimbo.

"Okay." Dissi e lo spinsi fuori dalla camera. Sono riuscita a prepararmi in sessanta secondi, e nel momento in cui mi stavo allacciando la scarpa entrò Harry lanciandomi una.. banana?!

"Mangia. Non voglio chr accada il replay di mercoledì." Mi precedette.

"Devo proprio?" Mangiare una banana davanti a quella razza di pervertito. No grazie.

"Se non la mangi ti faccio fare 200 addominali in più in palestra." Rispose. Iniziai a sbucciare il frutto, come fece anche lui.

"Possiamo uscire?" Dissi una volta finito, lui annuì e mi abbracciò prima di dire a sua madre che stavamo uscendo.

•~•••~•~•••~•~•••~•~•••~•~•••~•~•••~•~•••~

Anche questo capitolo è finito.

Sono stanchissima..
Sono molto lenta ad aggiornare durante la settimana, perchè con la scuola, i compiti è un po' un casino.

Comunque vi è piaciuto?! :))

Un baciooo, grazie a chi sta leggendo la storia <3

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!