Capitolo 14.

3.1K 121 3


La mattina dopo quando arrivai a scuola vidi Kate e Niall trescare. Erano una bella coppia, in quel momento pensai ad Harry. Cercai la sua figura con lo sguardo, e lo trovai appoggiato ad un muretto che parlava con Rose. La più bella della scuola, la troia, la ragazza che aveva una minigonna a giro sedere, una maglia aderente iper scollata, -che lasciava mostrare il seno evidenziato da un push-up- delle scarpe con il tacco e un rossetto rosso fuoco.

Andai verso di loro, per chiedere una cosa ad Harry, lui mi salutò con un "Ciao piccola." E tornò a parlare con la bionda tinta.

"Domani sera sei invitato alla mia villa per festeggiare il mio compleanno. Porta anche gli altri, compreso il fratello di questa qua. Ah però lei non è invitata. Non voglio palle alla mia festa." Si rivolse a me con un ghigno divertito.

"Se vuoi che ci siamo tutti e cinque lei deve venire." Propose Harry.

"E perchè dovrebbe venire?"

"Perchè è la mia ragazza." Disse lui stringendomi la mano.

Quella stronza mi guardò impietrita e invidiosa; disse un "e va bene" e se ne andò sculettando.

"Ma sei pazzo per caso?" Dissi ad Harry.

"Nessuno deve permettersi di prenderti in giro."

"Grazie Harry.. ma c'è un problema.. non so cosa mettermi."

"Non hai un vestito un po' corto.. dei tacchi?"

Che cosa? No! Non mi starebbe mai bene una cosa del genere. Secondo te.. mi starebbe bene?"

Non rispose. Si limitò a squadrarmi e a mordersi il labro inferiore.

"Facciamo così.." iniziò. "Passiamo a casa tua, prendiamo il vestito; mangi da me, ti cambi, andiamo a fare shopping e poi palestra. Okay?"

"Per me va bene. Ma.."

"Ma?"

"Come faccio con i soldi?"

"Qualcuno ha detto che devi pagare tu?"

"Ma Harr.."

"Shh." Mi ammutolì lui posando un dito sulle mie labbra. Mi guardò negli occhi per vedere la mia reazione, io sospirai.

"Okay, chiamo mia mamma." Dissi prendendo il telefono dallo zaino.

"Pronto?" Urlò mia mamma dall'altro lato.

"Ehy mamma. Senti, oggi Harry mi ha invitata a casa sua. Posso andare?"

"Chi è questo Harry? Il tuo fidanzato? Beve? Si droga?" Parlò velocemente mia mamma facendo ridere il riccio.

"Mammaa! È il mio personal trainer, e uno dei migliori amici di Liam!." Risposi.

"Come si chiama il padre?" Mi domandò.

"Des Styles." Risposi leggendo il labiale di Harry.

"Oh! Ma è il mio capo! Nonchè fidato amico di tuo padre. La madre è una persona adorabile!." Esclamò lei.

"Ehm.. si mamma. Oggi torno a casa con Harry per prendere il cambio, e poi vado a casa sua." Harry prese il mio telefono e parlò con mia madre.

"Signora non si preoccupi, sua figlia è al sicuro."

"Giovanotto sono felice di vederti oggi. Sei proprio un bravo ragazzo." Disse mia madre.

"Anch'io ne sarò molto contento, a più tardi."

"A più tardi.. Harold?"

"Sì, buon lavoro signora."

~~~~~~~~~

"Ohw Harold.. come sei formale." Lo presi in giro entrando a scuola.

"Odio quel nome.. carotina." Rispose lui, io lo guardai male.

"Scusa per mia mamma.. è un po'.. antica."

"Naah, è simpatica. A dopo piccola." Disse piegandosi per darmi un bacio sulla guancia.

"A dopo Hazz!." Lo salutai andando in classe con gli occhi delle mie migliori amiche, e di Rose puntati addosso.

•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•~•

Ecco a un altro nuovo capitolo! Se vi è piaciuto votate, condividete e commentate!

Un bacio, a presto! :))

Ps. Grazie ancora per tutte le visualizzazioni! Siete le/i migliori! <3

Personal Trainer H.SLeggi questa storia gratuitamente!