31.TI AMO.

3.9K 189 31

Ero pronta.
Pronta e agitata.

Avevo fatto un bagno caldo di circa mezz'ora e mi ero asciugata i capelli arricciandoli sulle punte.
Avevo un trucco molto scuro sugli occhi e piú leggero sulle labbra con un vestito a maniche lunghe nero corto e attillato.

Ero pronta.
Pronta e agitata.

POV'S LOUIS

La camicia e i pantaloni nuovi mi aderivano perfettamente e i capelli leggermente scombinati mi davano quell'aria da ragazzo sbarazzino che sempre amavo.
Tutto era pronto, tutto era perfetto.

Presi le chiavi della macchina dal tavolo della cucina e uscii di casa giocando con esse per allentare il mio nervosismo.
Si, ero nervoso.Nervosissimo.

"Cazzo, il traffico!"urlai sbattendo i palmi delle mani sul volante infuriato. Sam amava la puntualitá e di certo non dovevo deluderla, non questa sera stessa.

Arrivai davanti casa sua in orario con qualche gocciolina sulla fronte, goccioline che furono ripagate dalla bellissima vista della bellissima donna che avevo davanti.

"Sei stupenda"sussurrai baciandole la mano come un vero gentiluomo
"Anche tu sei troppo carino, vorrei riempirti di baci"disse euforica
"Lo farai più tardi, tranquilla"ridacchiai aprendo la portiera dell'auto per farla accomodare.

"Dove mi porti di così eccitante?"chiese a metá strada
"Uhm, vedrai presto"feci il misterioso
"Fortunatamente Niall si è offerto babysitter"sospirò poggiando la testa sul vetro della macchina
"Giá, anche se Lucas non crea enormi problemi"
"Eh beh, dipende. Come te anche lui ha giornate NO"mi indicò con sguardo furioso
"Io? Non so di cosa parli"scoppiai a ridere.

Nelle mie giornate no ero peggio di una donna mestruata, capite il disagio.

Arrivammo a destinazione, l'aria era umida ed il cielo era stellato.
I ragazzi mi avevano aiutato moltissimo e di sicuro Sam ne sarebbe rimasta entusiasta.

La presi per mano e dopo aver fatto intrecciare le nostre dita la portai nel luogo allestito.

Tante piccole candele accese disposte a semicerchio illuminavano la spiaggia buia e tante conchiglie colorate componevano la scritta "TI AMO" .
La bottiglia di champagne con il telo da mare era sempre nelle vicinanze mentre le chiavi di Sam le tenevo in tasca.

POV'S SAM

Il tragitto era finito, finalmente.
Ero più tesa che mai...
Louis fece intrecciare le nostre dita e mi portò in un luogo inizialmente buio.
Sentii la sabbia attutire i nostri passi e questo mi fece capire in che luogo ci trovavamo.

AL MARE.

Che posto meraviglioso, il mare.
Un luogo caotico e silenzioso.
Un luogo aperto a tutti ma di nessuno.

Camminammo per qualche minuto fino a quando si fermò facendomi godere la bella vista del luogo che aveva preparato.
Tante piccole candeline gialle erano disposte a semicerchio sulla sabbia e all'interno di questo semicerchio c'era scritto "TI AMO" con tante conchiglie colorate.

Alla vista di tutto quello, di tutto quello che il mio ragazzo aveva preparato per me iniziai a capire che cosa bella é l'amore.
L'amore é un uragano potentissimo che se ti risucchia, ti risucchia.
Ti trasporta mille emozioni, sia belle che brutte, ma soprattutto piacevoli.
Ti riempie un vuoto che inconsapevolmente hai...
L'amore è l'amore!

I miei occhi così iniziarono ad appannirsi e finii col piangere a dirotto facendo sciogliere tutto il trucco.

"Ti amo anche io, Lou"dissi tra i singhiozzi abbracciandolo forte.
"Piccola non é ancora finita qui"ridacchiò staccandosi con gli occhi lucidi.
"Vedi questo? "Mi indicò lo spazio attorno
"É solo una piccola dimostrazione di quanto ti amo."
"Ma vedi quest'altro?"mi i indicò un oggetto appena sfilato dalla tasca dei pantaloni.
"Questa é la prova che io ti voglio con me sempre.Ogni giorno e ogni notte. Ogni Natale e ogni Pasqua.Sempre.Perché io ti amo e senza te sono perso.
Io ti voglio accanto a me ogni singola ora della mia vita e"scoppiò a piangere "senza te sono nulla."

Assieme a lui scoppiai a piangere anche io così anche presa dall'euforia presi la sua faccia tra le mani e lo baciai.
Il bacio più bello dello mia vita? Sicuramente uno dei migliori.

"Amore lo sai che non ti lascerei mai, per nulla al mondo.Vero?"chiesi tra i singhiozzi
"Lo so, per questo ti chiedo di venir a vivere con me"mi offrì un mazzo di chiavi.

Erano di colore alluminio e avevano in ciondolo a forma di cuore appeso ad esse. Su questo vi era inciso "Io e te, sempre" e la data di fidanzamento.
Era tutto perfetto e così... surreale.

Sembravo drogata, in ecstasy.
Non sapevo se era solo un sogno o no.
Io, Lucas e Louis finalmente assieme.Una casa tutta nostra con spazi tutti nostri.
Sarebbe stata una grande azzardata visto che tra il bimbo, la scuola e il lavoro sarebbe stata molto dura occuparsi anche di una casa da pulire e ordinare.Ma sarebbe stata la mia battaglia.

Lo dovevo a Lucas, a Louis, alla mia famiglia e ai miei amici.
Lo dovevo a me.
Lo dovevo a TUTTI.

Dopo qualche minuto di silenzio riuscii finalmente ad aprir bocca
"Certo che voglio venir a vivere con te"gli saltai addosso e lui mi prese in braccio facendomi girare in aria.
Sembravamo due adoloscenti impazziti, due pazzi innamorati.

"Non sai quanto sono felice, ti amo troppo"mi fece scendere per portarmi mano nella mano su un telo.
Stappò la bottiglia dello champagne e iniziammò a scambiarci coccole e frasi sdolcinati sotto il chiarore delle state.
Era tutto perfetto.
Non me lo sarai mai aspettata, non avevo minimamente pensato a una cosa del genere neanche da piccolina.

"Ti amo cucciolo"poggiai le labbra sulle sue
"Anche io piccola"disse facendo scontrare poi le nostre lingue.
Sarei rimasta lì con lui all'infinito ma non tutto é possibile.
"Che ne dici se andiamo a casa nostra?"disse con un sorriso perverso stampato in faccia
"Vorrei tanto ma Lucas? "Ero pur sempre sua madre e non potevo lasciarlo quando e come volevo; era anche piccolo!
"Tranquilla, Niall sa tutto"mi fece l'occhiolino tendendo una mano verso me per farmi alzare
"Allora hai pensato proprio a tutto!"ridacchiai avvicinandomi sempre più al suo viso facendo scontrare i nostri nasi.
"Obv, ora vai in macchina e aspettami"sorrise per poi darmi una pacca sul sedere scoppiando a ridere.
Scoppiai a ridere anche io, nonostante quel gesto mi mandasse in furia, ma seguii le sue indicazioni e salii in macchina.

POV'S LOUIS

Wow! Era andato tutto alla perfezione!
Ero emozionatissimo, felicissimo e innamoratissimo.
Sam era in macchina ad aspettarmi così dopo aver ripreso il tutto salii anche io e accesi il motore

"Pronta per la prima notte nella nuova casa?"chiesi
"Molto, anche se so che questa notte dormiremo poco"ridacchiò coprendosi subito dopo la bocca con la mano.
"Non coprirti mentre ridi, hai il sorriso più bello del mondo"
"Amore oggi sei troppo dolce. Troppi zuccheri nel sangue?"scherzò cercando di nascondere piccole lacrime di gioia
"Può essere"

Arrivammo a casa e vedevo che Sam non era più nella pelle di entrare. Era venuta un sacco di volte a casa mia ma la differenza del prima e dell'ora è che ora era la nostra casa e non solo la mia.

"Prova le tue chiavi"la abbracciai da dietro.
"Okay"disse tremando. Infilò le chiavi nella toppa e esultò dopo esser entrata.
"Benvenuta in casa Tomlinson, signorina Horan"mi inchinai cercando di imitare i vecchi principi fallendo miseramente.
"Sei un pessimo imitatore"mi fece la linguaccia
"Parla parla"la rincorsi per casa fino a quando riuscii a fermarla.
"Ora non scappi più"urlai prendendola di peso su una spalla per trasportarla in camera.

Il resto lo lascio alla vostra immaginazione ma sappiate che é stata una delle notti più belle della mia vita.

Spazio autrice

Heila,sono tornata in ritardissimo,ma sono tornata!

Questo periodo ho avuto parecchio da fare,tra il liceo,amici e cose varie.In poche parole arrivavo la sera sfinita,e non avevo voglia di riaccendere il pc.

Ecco un altro capitolo dolcioso di Lucas Tomlinson!!!

Spero vi piaccia,per quanto riguarda le domande penso di postarle forse alla fine del libro che si sta avvicinando...o forse no! Le posterò,promesso!

Se avete voglia di vedere il mio disagio nella vita reale,beh.... sono Ludovica_Tomlinson su instagram e ludo_df su snapchat!!!

UN BACIOOOOOO



Lucas TomlinsonLeggi questa storia gratuitamente!