Prologo

15.3K 478 40

-"Scarlette chiedono tutti di te." Urla il mio capo Jesse. Infilo i tacchi vertiginosi e corro subito sul palco, per guadagnarmi qualche soldo, cosi da pagare la retta mensile del college.
Le luci sono basse, ma le urla di questi coglioni mi fanno venire l'orticaria.
La canzone parte e inizio a strusciare il mio culo intorno ad un palo sulle note di sweet dreams.
Si, è questo quello che faccio per vivere.

Mi avvicino alla fine del palco e inizio a muovere il mio corpo per questi coglioni; c'è chi mi tocca e chi mette dei soldi all'interno del perizoma.
Ogni volta vorrei prenderli a calci, visto che alcuni sono sposati, probabilmente con dei figli.

Scendo giù dal palco, e come ogni volta il solito cliente, chiede di me al suo tavolo.

Un ragazzo più o meno sui trent'anni, straricco da far venire il vomito.
Il suo nome è Patrick, bello da far paura con occhi color cioccolato e carnagione scura.
Mi siedo su di lui versando della vodka nel suo bicchiere.
Inizia a baciare il mio collo e toccare da per tutto.
Cerco di concentrarmi sulla mia collega che è appena salita sul palco, ma di certo non mi fa dimenticare le mani di Patrick su di me.

-"Scarlette sei uno schianto" sussurra al mio orecchio. Sfoggio uno dei miei sorrisi migliori ed inizio a strusciarmi con il sedere, sulla sua erezione ormai evidente.
Improvvisamente il suo telefono squilla e con la mano mi ordina di andare via ma non prima di aver sganciato 50 bigliettoni.
Salvata dal telefono!

Risalgo sul palco e improvviso un ballo sexy insieme alla mia collega Jakie.
Le urla degli spettatori fanno capire chiaramente che lo spettacolo è di loro gradimento ma fortunatamente il mio turno finisce e scappo via in camerino.

-"Scarlette domani sera ci sarà un addio al celibato.. quindi cerca di essere più sexy che mai" proferisce Jesse. Il mio capo ha 26 anni anche lui ha un bel faccino; alto ma non molto muscoloso, capelli biondo scuro e occhi nocciola.

-"Senti Jesse, dopo domani devo ritornare al college quindi.." Mi zittisce facendomi sbattere contro il muro.

-"se vuoi avere i tuoi soldi, vedi di portare il tuo culo qui domani." mi ero dimenticata di dire che è un vero stronzo.
Lo spingo e prendo i soldi che ha in mano, facendogli infine il medio.

-"sei una troia. Devi ringraziarmi se hai un lavoro sennò a quest'ora avresti fatto la fine di quella puttana di tua madre" faccio finta di non ascoltare e nel frattempo metto qualcosa addosso.

Levo la parrucca rossa e i chili di trucco in viso e non resto nient'altro che io: Kristen Price, una semplice ragazza di 22 anni, dagli occhi blu oceano e capelli nero corvino.
Questa è la mia patetica vita ed io pagherei oro per cambiarla in qualcosa di più... semplice.

●pubblicità●
Ciao cari lettori e lettrici vi consiglio di leggere la storia di YouAreMySmile07 I hate you, I love you

Sotto Il Cielo Di New Haven || Wattys 2018Leggi questa storia gratuitamente!