"Tutto qui?" chiede.

Aggrotto le sopracciglia. "Tutto qui?"

"Insomma, tuo padre non voleva che tu frequentassi Travis perché..."

"Aveva paura che si comportasse come i suoi genitori" concludo annuendo.

"Ed è finita così?" chiede, spostando una ciocca dei suoi capelli biondo cenere dietro l'orecchio. "Insomma... avete fatto i regali di Natale ai gemelli, ma non a Jenna perché era con voi. E poi?"

"Il regalo a Jenna l'ho fatto da sola" continuo. "E abbiamo passato un giorno tutti insieme, tra amici, per scambiarci i regali e festeggiare il Natale."

Lei annuisce, sembrava sovrappensiero. "E Isaac?"

"Lui e Maya si sono lasciati a fine aprile, avevano capito che tra di loro era stato tutto molto bello e sono rimasti grandi amici" rispondo.

"E non sono tornati più insieme?"

Abbasso lo sguardo e sbuffo. "È una lunga storia e io sono in ritardo!"

"Non puoi lasciarmi così, Faith" protesta. "Andiamo, Jenna e Luke? Cosa è successo a Maya? È tornata con Aiden? O lui si è messo con quella stronza di Sierra? E Noah? E poi tu avevi detto a Travis che c'era dell'altro sotto, è vero? Tuo padre aveva altri segreti?"

"Dai, siamo in ritardo, magari un'altra volta" le dico.

"No!" mi blocca. "Se sei qui adesso, a questo punto, e se io sono qui con te, deve esserci un motivo."

"È una lunga storia, davvero" dico.

"Che io sono disposta ad ascoltare" ribatte. "Abbiamo ancora un bel po' di tempo, quindi siediti e, con calma, continua."

"Ancora un po' di tempo?" esclamo, guardando l'orologio. "Andiamo, sarà per un'altra volta!"

"Ma non puoi lasciarmi così, voglio sapere come va a finire tutto!"

Mi siedo di nuovo sul divano, per esser faccia a faccia con lei. "È andato tutto bene per altri mesi. La storia tra me e Travis stava andando a gonfie vele ma, lo sai, quando il vento non soffia è inutile far partire la barca."

Aggrotta le sopracciglia e sorride. "Qui la storia si fa interessante, che vuoi dire?"

"La storia tra Evans e Walker era quasi scomparsa, io avevo smesso di pensarci e mio padre aveva preso l'abitudine di vedere Travis a casa. Anche la faida tra South e North era sparita. Isaac e Travis avevano fatto una specie di patto e, certo, durante l'ultima partita che avevano fatto insieme ci sono stati alcuni battibecchi tra gli studenti, ma erano semplici insulti. Nulla di serio come prima. Io ero rimasta alla South, ovviamente, con gli altri. Noah non lo avevo più visto dalla cena a casa dei miei e di Nancy nessuna traccia. Dalle voci che sentivo, si era mostrata per quel che era veramente, cambiava ragazzo ogni settimana. Luke ed Aiden si erano decisi ad accettare mio fratello, o almeno ci provavano. Maya aveva conosciuto un ragazzo subito dopo la rottura con Isaac e Jenna... Jenna era Jenna. Ma posso dirti che quando un uomo ha provato ad entrare a casa sua, lei è ricorsa agli strumenti da cucina mentre Aiden ha chiamato la polizia."

"Tutto perfetto, no?"

"Sì, poi è arrivata l'estate..." sussurro.

Lei mi guarda con le sopracciglia alzate e io deglutisco, pronta a raccontarle tutto.

ImpossibleLeggi questa storia gratuitamente!