Storia 72

30.8K 1.6K 220

Quando si svegliò, si trovò chiusa in una scatola di vetro abbastanza grande per farla stare dentro. Essa era al centro di uno studio con circa venti spettatori che giravano per la stanza guardando le altre scatole con dentro altri esseri umani. Mise le mani a coppa contro il vetro e premette il viso contro di esse per vedere l'uomo dentro la scatola di vetro più vicina a lei. Era impiccato ad una corda appesa al centro della scatola, ovviamente morto. Guardò in basso e vide un piccolo cartello sotto la scatola che diceva "Morte per linciaggio". Sentì uno spettatore che lo guardava dire: "Che magnifica opera d'arte".

Guardò attorno alla stanza e vide le altre scatole con dentro gli umani. Uno era ricoperto di ratti che masticavano la sua carcassa, il cadavere di un altro galleggiava sull'acqua, e uno era difficile da vedere a causa del gas che riempiva la sua scatola. Alla fine il panico si impossessò di lei ed iniziò a battere sul vetro, ma solo uno spettatore la guardò per poi andarsene, noncurante. Lei smise di colpire quando uno spettatore camminò verso la sua scatola e la guardò nello stesso modo in cui un turista guarda la Monna Lisa. Lo spettatore guardò il segno attaccato alla sua scatola e lo sentì dire: "Morte per fame".

Short Horror StoriesLeggi questa storia gratuitamente!