Sia Harry che Lily avevano chiuso la conversazione con un bacio, mentre il ragazzo spense distrattamente il gas da sotto la teiera fumante, non smettendo di baciare Lily, per poi farle agganciare le sue gambe su i suoi fianchi magri.
Con un gesto veloce la condusse in camera, dove, la adagiò sul letto per sovrastarla, iniziando ad accarezzarle i capelli corti.
Le lasciava caldi e teneri baci sulla guancia, sulla bocca, sul collo.
Lily iniziò a togliersi la maglietta a righe, per poi gettarla al lato del letto, dove era sicura aver visto le sue paia di scarpe insieme a quelle di Harry.
Entrambi rimasero ben presto in intimo, mentre il sole ancora era alto nel cielo.
Lo schiocco dei loro baci era l'unico rumore che Lily sentiva nelle sue orecchie, oltre ai gemiti gruttuali di Harry.
Era quello l'unico suono che voleva sentire in realtà, ma era anche l'unico che non aveva avuto l'occasione di sentire per molto tempo.

Harry si mosse sopra a Lily quel poco da far provare alla ragazza un piacere immenso.

-H-Harry- supplicò la ragazza mentre gli sollevava un paio di ciocche ricce, ricadergli proprio sopra la fronte.

Entrambi si mossero in sincronia prima che Harry potesse alzare la schiena di Lily dalle lenzuola per stringerla a se.

-H-Harry..- la ragazza continuava a supplicare mentre Harry aveva preso a morderle sensualmente una spallina del reggiseno, per continuare a lasciare piccoli baci lungo la spalla.

In pochi secondi Harry slacciò il reggiseno nero di Lily, lasciandole il seno scoperto.
I capezzoli di Lily erano tornati velocemente duri per la vergogna e per l'umidità che c'era nella stanza, finché Harry non passò le sue calde mani sopra il suo petto, toccandole i seni dolcemente, per poi avvicinarsi con la bocca e baciandoli avidamente uno dopo l'altro.
Lily si sentiva in paradiso.
Il ragazzo aveva continuato a lasciale aloni di baci così intensi da volerci soffiare sopra per farla rabbrividire ed eccitare.
Lily sentiva freddo e caldo allo stesso tempo, mentre tutto il suo corpo fu scosso da una scarica di adrenalina pura, concentratasi dalla testa fino ad arrivare al punto di contatto che aveva con Harry.

-Harry..- quella parola ormai era diventata l'unica che conosceva in circostanze come quelle.

Improvvisamente ti si azzera il cervello e tutto quello che riesci a pensare è al nome del ragazzo e al fatto che vorresti di più.
Harry sapeva bene cosa Lily stava chiedendo, ma più i loro corpi nudi e scossi si strusciavano, più aumentava la voglia che avevano entrambi negli occhi.
Harry sorrideva alla vista del corpo di Lily, secco e perfetto.
Continuava a baciare i suoi seni pieni, senza rendersi conto dell'espressione di felicità che Lily aveva nel volto, rilassato e con gli occhi chiusi.
Harry sentiva di star facendo un ottimo lavoro quando notò la mano di Lily accarezzargli dolcemente i ricci.

Il ragazzo alzò la testa dal suo petto per iniziare a stringerla a se, percorrendole tutti i lineamenti del corpo a partire dal collo, proseguendo sul tronco, per poi fermarsi alla vista del suo vecchio tatuaggio.
Il famosissimo tatuaggio che lo stesso Harry le aveva fatto moltissimi anni fa.
Lily aprì gli occhi per vedere la faccia di Harry mentre sfiorava quella calligrafia che conosceva benissimo.
Era sbiadito dagli anni, ma era ancora lì.
Era ancora dove Harry lo aveva lasciato.
Here we are now.
Leggeva quelle lettere e non sapeva il loro significato, mentre Lily ne risentiva ancora il peso.
Erano passati anni, Lily aveva superato anche quella fase, ma ogni volta che usciva dalla doccia e si guardava allo specchio ricordava il vecchissimo Harry, confuso e scioccato dalla suo infanzia.
Il vecchio Harry che Lily avrebbe conservato in una piccola scatolina dei suoi ricordi per sempre.

-è la mia scrittura- disse Harry con un soffio.

-è successo tanto tempo fa Harry- lo zittì Lily prendendogli la faccia per continuare il loro bacio.

28 Days::Leggi questa storia gratuitamente!