Brividi~

3.3K 222 84
                                                  

/DAN's POV/
Mi sentivo avvolto in una nebbia di emozioni incontrollabili che non lasciavano spazio alla lucidità dei gesti, ma solo all'impulsività, scaturita dalla tremenda voglia di conoscere quella donna a fondo. Agitazione, ansia, paura di sbagliare o di dire qualcosa fuori posto, timore di non andar bene per lei, di correre troppo, di non piacerle abbastanza, oppure di essere arrivato semplicemente in ritardo. Emozione, gioia di averla con me per una sera intera, soddisfazione per esser stato in grado di stupirla perché, diciamocelo, Gen era rimasta letteralmente senza fiato. Quello era il flusso di sensazioni che mi stava attraversando l'anima.
Quella sera, anche il clima era dalla mia parte. Le nuvole avevano minacciato pioggia fino al primo pomeriggio, ma poi il vento le aveva spazzate via e quelle avevano lasciato spazio ad un sole mite e temperatura estiva. Il cielo era talmente limpido che si intravedevano perfettamente le stelle, e quello rese l'atmosfera ancora migliore. Sapevo che alle donne piacesse essere sorprese, corteggiate e sentirsi importanti, ma per quanto mi riguardava mi bastava solo passare del tempo con lei. Qualunque fosse stato il luogo, era necessaria solo la sua presenza.

Perché siamo qui, Dan?
Mi chiese puntando gli occhi dritti nei miei. Mi sentivo privo di difese, non esisteva più nemmeno una piccola parte del vecchio Daniel e, anche se un lato di me rimpiangeva il vecchio marpione, l'altro cominciava ad affezionarsi al nuovo uomo capace di provare sentimenti.

Credo che ci piacciamo, anche se non vuoi ammetterlo.. le dissi con un mezzo sorriso, in attesa di una risposta che confermasse la mia ipotesi, che non arrivò. Del fatto che lei mi piacesse ero certo, ma non ero così sicuro di piacerle anch'io. La mia arma con le donne era sempre stato l'aspetto fisico, ma era ovvio e palese che con Gen non bastava. Con lei ci sarebbe voluto altro ed io, caratterialmente, non ero per niente perfetto. Tutt'altro.

Angelo si avvicinò con le nostre portate e io lo guardai stranito. Generalmente non spettava a lui il ruolo di cameriere e io lo sapevo benissimo, così indagai.

Dov'è Nora?
Chiesi, ero perplesso e lui colse il mio stupore, ma rispose con un sorriso stampato in faccia.

Questa sera ci vuole un cameriere speciale per degli ospiti speciali..
mi disse, continuando a sfoggiare quel dannato sorriso che cominciava a stancarmi, soprattutto perché era rivolto a Gen. Lei ricambiò, ma lo fece forzatamente, forse per non sembrare irriconoscente o maleducata.

Ma vi conoscete? Mi domandò non appena Angelo si fosse allontanato.

Si, una volta gestivamo entrambi questo posto, poi ci sono stati dei problemi e io ho deciso di chiamarmi fuori dai giochi..
cercai di mantenermi sul vago, sperando con tutto me stesso che non mi facesse altre domande sul caso. Non avevo voglia di cacciare gli scheletri del mio armadio, soprattutto perché era coinvolto anche Gilbert. Lei si accontentò di quella risposta, forse aveva intuito che fosse un argomento tabù e apprezzai la sua discrezione. Incominciò a mangiare, io invece rimasi a fissarla. Nonostante la luce fioca, notai delle lentiggini sparse sul viso che non avevo mai visto prima. Era di una bellezza singolare, capace di attrarti per ore, e tu resti a guardarla immobile, senza riserve, senza fiato, come fossi in trance. Sapevo che non fosse carino, che potevo imbarazzarla, ma era così bella, così donna, che sentivo di avere tutto il diritto di scrutarla come volevo.

Ho qualcosa che non va? Mi chiese turbata, quando alzando lo sguardo si accorse che per tutto il tempo ero rimasto a guardarla. Tra l'altro, solo in quel momento mi ero accorto che le stavo sorridendo. Ecco, con lei era sempre così, era tutto fuori dagli schemi, incontrollabile. Pensai di fare il giochetto delle labbra sporche, solo per potergliele sfiorare e fingere di pulirgliele, ma lei non meritava quelle stupidaggini che ero solito fare con altre donne, così optai per la sincerità.

Beautiful disasterDove le storie prendono vita. Scoprilo ora