Le persone che ci amano non ci lasciano mai veramente.

Lily continuava a ripetersi quelle parole per trovare conforto.
Erano state quelle parole, lette dal suo romanzo preferito -Harry Potter- all'età di sedici anni, la sua unica via di salvezza mentre sua madre continuava a farle del male.
Continuava a sperare che una parte di Harry volesse continuare a stare con lei.
Che una parte di lui teneva ancora a lei.
Che una parte di lui la ricordava ancora.
Sperava che tutto si sarebbe risolto per il meglio.
Lily non ce la faceva più.
Più di tutti voleva urlare al ragazzo che lei era stato l'amore della sua vita, che si erano promessi un futuro insieme, che avrebbero superato ogni ostacolo, che sarebbero rimasti insieme sempre.
Lei era lì.
Era tornata solamente per lui.

Quella fredda mattina a New York tirava per le vie una torbida aria autunnale, mentre Lily continuava ad osservare i libri che più amava in assoluto, riposti nella libreria più vicina.
Amava l'odore dei libri e l'atmosfera che si creava in quel negozio; un senso di pace e tranquillità.
Era ferma da molto tempo sulla grande e vasta categoria del fantasy inglese, mentre sfogliava e cercava insistentemente un determinato libro per Zack.
Era stato proprio lui la sera precedente la persona che era rimasta fuori dal portone per parlare con qualcuno, abbracciando subito Lily quando notò le sue lacrime e qualcosa che non andava.
Zack era partito con lei per New York per aiutarla.
Zack aveva trovato un lavoro comodo e non impegnativo, che gli consentiva di pagare metà dell'affitto, mentre Lily continuava a pagare con i soldi che aveva sempre tenuto da parte in quegli anni.

La ragazza si smosse il cappuccio della felpa grigia, prendendo dallo scaffale un libro adatto al genere di Zack.
Tentava di trovare il famoso libro che il ragazzo le aveva pregato di comprare, ma tutti i suoi sforzi sembravano inutili.
Quando sentì la porta sbattere si girò piano per vedere un ragazzo con una lunga barba bionda osservare tutto il perimetro della libreria, prima di posare gli occhi sulla ragazza e di sorriderle seducentemente.
Lily si girò imbarazzata e prima ancora che potesse cambiare corsia della libreria osservò stupita Harry davanti a lei, girato di spalle davanti ad uno scaffale di romanzi drammatici.
Il cuore della ragazza iniziò a battere a mille, mentre il respiro iniziava a farla boccheggiare appena.
Non si sarebbe mai aspettata la presenza di Harry in quella libreria.
Continuava a guardare davanti a lei quel ragazzo con un libro in mano, per osservarlo e aprirlo svariate volte, rimettendolo minuti dopo al suo posto.

Lily ammirava i suoi capelli corti aderire perfettamente ai lineamenti del viso, mentre indossava i suoi soliti stivaletti marroni che abbinava sempre alla giacca che oramai aveva Lily, presa molto anni fa quando il ragazzo aveva lasciato le sue cose nell'appartamento del Kentucky.

La ragazza aspettò qualche secondo osservando Harry uscire dalla porta del negozio per poi andare direttamente davanti allo scaffale e prendere tra le mani il libro che prima Harry stringeva tra le sue.
Con grande stupore il titolo di The narrative of John Smith le aprì la mente, ricordando quella copertina così vecchia nella libreria di Will.
Diciotto anni fa non se lo sarebbe mai immaginato che Harry potesse leggere romanzi inglesi di quel genere.
Lily sospirò rendendosi conto che ormai aveva davanti un nuovo Harry.

Prese il libro in fretta e furia e quando arrivò alla cassa lo pagò e uscì da quel negozio.
Si sedette su una scomoda panchina in ferro, -una di quelle nuove- per aprire il libro e per scriverci una piccola dedica sulla primissima pagina.
La mano destra per poco non iniziava a tremarle mentre scriveva sulla pagina bianca e immacolata.

L'amore è il nostro vero destino.
Non troviamo il significato della vita da soli, ma lo troviamo insieme a qualcun altro.

Quando la ragazza lo ripose nella borsa si avviò verso la caffetteria, bisognosa di vedere ancora il suo fidanzato che però non si ricordava di lei.
Chiuse la porta del locale dietro di sé mentre sbirciò se una chioma di capelli ricci era già al suo solito posto.

28 Days::Leggi questa storia gratuitamente!