Che Dan-no~

3.1K 229 65
                                                  

Tutto era perfetto. Il nostro tavolo si trovava su un piccolo terrazzo da cui si godeva un panorama mozzafiato. Il posto era stato scelto con cura, pieno di fiori colorati e profumati. Era intimo, nulla di esagerato, e l'aria fresca che tirava mi provocò un brivido lungo la schiena. Avevo scelto un abito lungo scoperto dietro, e Dan prima ancora di salire in terrazza mi aveva prestato la sua giacca. C'erano candele ovunque mi girassi e quella poca luce bastava per poter apprezzare l'uomo che mi stava di fronte. Era magnifico, meglio di qualunque aspettativa avessi potuto avere e il suo sorriso faceva perdere battiti al mio cuore. Era elegante e si era sistemato i capelli, anche se per quanto mi riguardava non esistevano casi in cui potesse risultare brutto o poco affascinante, ma questo lo tenni per me. Odiavo ammettere a me stessa l'impatto che quell'uomo avesse su di me, eppure era così. Quando non contenevo i miei pensieri, quelli viaggiavano su binari che io stessa non avevo mai scoperto e mi sorprendevo ogni volta. Era tutto così complicato, eppure il senso di pace che aleggiava in quel luogo, mi fece sentire tranquilla. I miei pensieri smisero di passare da una cosa all'altra, come la pallina del flipper, e questo lo dovevo solo a Dan e alla perfezione che aveva creato per il nostro primo vero appuntamento.
Il menù era già stato scelto e gli unici ospiti della serata eravamo noi. Aveva prenotato l'intero terrazzino per il nostro primo appuntamento e la cosa mi mandava letteralmente su di giri. Non avrei mai detto che Dan sarebbe potuto essere un uomo romantico. I suoi occhi erano diversi. Non era la stessa persona che avevo conosciuto nel mio ufficio, nè quella che aveva inveito contro di me al funerale. Era sereno, non era il Dan con gli sbalzi d'umore, quello che si agitava per piccolezze inutili.
Era il mio porto sicuro.
La cena fu completamente a base di frutta esotica, dall'antipasto al dolce, una goduria per il palato. Il primo era un tipo particolare di riso a base di champagne e fragole, servito in una noce di cocco; il secondo era una tartare di salmone ed avocado; il dolce era una panna cotta con coulis al frutto della passione. Sapevo benissimo dell'afrodisiacità dei frutti esotici ma cercai di calmare gli spiriti, con scarsi risultati.
"Questa sera sei spettacolare.." la voce di Dan fu come uno spillo che bucava la bolla di sapone che mi avvolgeva.
"Solo questa sera?" chiesi ammiccante, non sapevo di poter essere così sensuale.
"No, ma se te lo dicessi tutte le volte inizieresti a montarti la testa.." la sua voce si ridusse ad un soffio quasi impercettibile, ed io mi avvicinai un po' di più. Le distanze si accorciavano e probabilmente era ció che io stessa desideravo, mio malgrado.
"Tu invece sei niente male..." risposi squadrandolo dalla testa ai piedi con un mezzo sorriso sulla bocca.
"Smettila Gen.." lo disse solo a parole, perchè il suo sguardo invece mi implorava di continuare. Gli piaceva stare in quella situazione.
"Altrimenti, Daniel?" ero davvero irriconoscibile. Ero sicura che fosse la mia bocca a parlare ma non potevo dire lo stesso della mia mente a formulare quelle parole.
"Hai una cosa lì.." disse e abbattè gli ultimi centimetri di distanza che erano rimasti a separare le nostre labbra. Avevo il fiato corto, la gola secca. Deglutii a fatica. Il suo sguardo era puntato sulle mie labbra mentre io cercai di mantenere il mio nei suoi occhi. Non volevo essere la prima ad abbattere i freni inibitori. Ormai eravamo faccia a faccia.
"Dove...?" Chiesi con voce calda, intrigante, magnetica. Lui allungò un pollice e cominciò a passarlo sulle mie labbra, le stava disegnando come se uscissero dalla sua mano. Poteva essere un dejavu ma la mia mente era completamente annebbiata. Mi sembrava di aver vissuto la vita solamente in virtù del fatto che prima o poi sarebbe arrivato lui.
Prima che me ne accorgessi le nostre labbra avevano già fatto tutto per noi. Non sapevo chi avesse cominciato cosa, ma mi ritrovai seduta sulle sue gambe con le mani che accarezzavano i capelli sulla sua nuca. Era un bacio che aveva poco di casto, era travolgente ed avvolgente. Le nostre lingue si cercavano, si muovevano frenetiche e mi abbandonai completamente al suo tocco. Lui alternava ai movimenti della lingua, soffici morsi che risucchiavano le mie labbra nelle sue. Ormai non riuscivo a controllare più nessuna parte di me. Era come se il corpo e la mente fossero stati bruscamente scollegati e Dan avesse potuto fare qualunque cosa di me, bastava solo che non interrompesse quel groviglio di emozioni che le nostre bocche stavano creando. La mente brancolava nel buio più totale, era black out.
Eravamo entrambi affannati, continuavamo a baciarci con foga, con la voglia di continuare a farlo per sentire di appartenere l'uno all'altra, come se non avessimo aspettato di fare altro da tutta la vita, come se finalmente ci fossimo trovati dopo tanto tempo impiegato a cercarci.
Lo squillo del mio cellulare riaccese la mia mente. Allungai solamente il braccio per evitare di staccarmi dalla sua morsa. La suoneria, però, non era quella che generalmente avevo per le telefonate. Era una sveglia.

Quando aprii gli occhi e riuscii a mettere a fuoco il soffitto della mia camera da letto, una delusione amara si impossessò di ogni cellula del mio corpo e mi resi conto che tutto quello che avevo vissuto era stato solo il frutto di una fervida, convinta, bollente immaginazione, la mia.

----------
Per chi non lo sapesse, ho creato un account su instagram in cui pubblicheró citazioni del libro e spoiler, seguitemi se vi fa piacere!! Il nick è lo stesso, @piienneggiu
Estratto dal prossimo capitolo: Nemmeno io sapevo quello che volevo. Un attimo prima desideravo sentirmi dire che stavo scegliendo bene, che dovevo andare all'appuntamento, quello dopo mi disperavo perchè la mia amica era stata accondiscendente.

----------
Non odiatemi vi prego, spero che l'appuntamento, almeno quello dei sogni migliori di Gen, sia stato di vostro gradimento :D
Un ringraziamento speciale va a Scriby che mi ha dato l'idea per il titolo del capitolo.
Commenti e stelline sono ben accetti, grazie per tutte le visualizzazioni, state diventando tanti e non me lo sarei mai aspettata :* vi adoro tutti! <3

Beautiful disasterDove le storie prendono vita. Scoprilo ora