Capitolo 1 Party

13 0 0

Quando la sveglia suonò io ero già sveglia da parecchio, neanche stanotte ero riuscita a dormire, mi guardai allo specchio e mi resi conto che avrei dovuto trovare una soluzione al più presto perché sul mio viso c'erano delle evidenti occhiaie, e non potevo di certo presentarmi al lavoro in versione zombie tutti i giorni. Il cellulare mi vibra, controllo è un msg su whas app dal gruppo di me Nick e Gigi, le uniche due persone che ho legato davvero da quando sono qui a Londra, aprii lo screen e come al solito mi davano il Buongiorno, ricambiai e scesi giù per fare colazione. Dalla cucina si sentiva un profumo delizioso di bacon e uova, ma io non sono ancora abituata a questo tipo di colazione e quindi mi prendo dal frigo una bottiglia di succo d'arancia la verso in un bicchiere e mi siedo a tavola, Will mi guarda e sorride - Noto che ancora devi abituarti, alla nostra colazione! -Se è per questo neanche io, caro!! Mi è davvero difficile ingerire pancetta alle 8 di mattina!!non so davvero come fate voi inglesi!!- controbatte Stuart porgendomi un vassoio con dei croissant caldi al cioccolato. Stuart è il mio migliore amico, è gay, ed è sposato con Will da poco tempo, lui e Will si sono conosciuti in un pub in Italia un anno fa, Will era in viaggio per lavoro e da quando si sono conosciuti è stato amore a prima vista, credo che sia accaduto tutto troppo in fretta: il matrimonio e poi la proposta di andare a vivere nel suo appartamento qui a Londra con il quale ospita pure me dato che Stuart non se la sentiva di abbandonarmi dopo l'incidente, e poi avevo ricevuto consistenti richiesti di lavoro nel mio campo da parecchie aziende: io sono una designer mi occupo di arredare le case, feste, ed eventi, e quindi mi lasciai convincere a partire con lui, via da quel posto che tanto mi ricordava Vera e quella maledetta notte, così avrei potuto dimenticare ma credo di essermi soltanto illusa perché ogni notte gli incubi e l'insonnia vengono a trovarmi ricordandomi che neanche le distanze potranno cancellare quello che accaduto.
Il mio cellulare squilla e mi desta dai m pensieri e un msg di Sharon la sorella di Nick : "Linda quando stacchi da lavoro passa per casa, dovrei parlarti di una cosa urgente. A dopo!"
Confermai il msg dopodiché presi la mia borsa, il mio portatile e andai in macchina dove mi stava aspettando Stuart per avviarci al lavoro.
L'azienda dove lavoro e abbastanza conosciuta qui a Londra, si trova quasi nel centro e devo dire che sono stati tutti molti gentili e cordiali con me fin dall'inizio, è data la mia bravura nel campo in poco tempo Micheal il direttore,mi ha promosso come direttrice di un gruppo scelto da lui e devo dire che mi trovo molto bene con loro ho subito instaurato un bel rapporto. Le mie giornate lavorative sono molto frenetiche, riesco a malapena a trovare il tempo per pranzare, e senza neanche accorgermene puntualmente la giornata si conclude senza che io me ne accorga. A lavoro viene a prendermi Gigi e dato che ha preso da poco la patente mi diverto ogni volta a prenderlo in giro sulla sua guida "ultra sicura", insiene ci rechiamo a casa di Nick. Alla porta ci accoglie Sharon la quale mi avvolge in un abbraccio stretto e mi porta velocemente in salotto -Linda ho bisogno del tuo aiuto e spero tanto che tu accetti! -Di cosa si tratta Sharon?
-Allora hai accettato?? Glie l'hai detto? È' da stamattina che mi sta facendo una testa così!! sorride Nick entrando insieme a Gigi con un enorme vassoio di pop-corn in mano,Sharon lo guarda di traverso-shh!! Zitto! Taci tu!! Tu non puoi capire!! Nick di tutta risposta scrolla le spalle si mette a sedere e si butta a capofitto nel vassoio. Poi Sharon si rivolge a me nella maniera più dolce mai vista -Bhe... Ecco vedi domani sera ci sarebbe un party e ci serve qualcuno che l'allestisce.....
-Stai scherzando??? Non esiste non ce la posso mai fare in tempo!! E poi che tipo di party sarebbe?? -Ehm... È si tratta di festa privata ...è a casa di un mio amico.... -hahaahah!! Più che casa direi reggia!!- interrompe Nick -La smetti di interromperci??ti prego Linda ... Solo tu puoi farmi questo favore!! Ti prego .... Ti prego .... Ti prego.... -ok!! Va bene!! Ti aiuterò basta che la smetti con questa lagna!! Ma perché ti sta tanto a cuore questa cosa?? Che ti importa?? Sharon abbassa gli occhi e arrossisce -Ecco.. Vedi...la festa l'ha organizza Emiliano e dato che il catering all'ultimo minuto ha disdetto, per far colpo su di lui mi sono offerta di aiutarlo..... Mi aiuterai?-aaah!! Eccoooo!! Comunque tranquilla stasera faccio un paio di telefonate, e domani a lavoro dovrei finire prima quindi ho tutto il tempo per allestire la festa o almeno spero!! però attenta!! Non ti prometto niente!!
Sharon mi salta al collo e mi riempie di baci poi inizia a saltellare felice continuando a ringraziarmi.

BLUE EYESLeggi questa storia gratuitamente!