Il riccio sedeva su quella poltrona nera da più di tre minuti, fissando l'obbiettivo e senza aggiungere nemmeno una parola.
Cosa poteva dire al nuovo Harry?
Cosa poteva raccontare di Lily? Dell'amore della sua vita?
In quei momenti Harry si sentiva perso, frastornato e senza un obbiettivo.
Guardava in quella telecamera e non sapeva immaginarsi tra tre mesi diverso da come lo era in quella giornata.

New York era silenziosa quella mattina.
Gemma con suo marito erano fuori al parco con il piccolo Harry, mentre quello adulto, quello serio e quello malato era dentro casa, chiuso nella sua camera con quella telecamera che tanto bramava.
Era l'unico mezzo di comunicazione per tenere intatto il ricordo di Lily.

-Harry- sorrise nel dire il suo nome.

-parlarti di Lily Anne Davis non è cosa da niente.. era una ragazza spettacolare. La prima volta che la vidi fu a scuola, in una giornata qualsiasi mentre lei entrava in classe, ansiosa e con i libri tra le mani.. pensai fosse bellissima-

I suoi occhi cominciarono a diventare lucidi, sentendo le sue emozioni trasformarsi in un turbine immenso.

-una delle ragazze più belle che avessi mai visto in tutta la mia vita. Era così solare ma seria. Felice ma triste.
Spiritosa ma testarda.
Era una ragazza particolare.. non ne esistevano altre come lei- fissò ora l'obbiettivo, e in quell'occhio nero vide il volto di Lily dietro di lui sorridere.

-e non ne esisteranno più così- si raccolse il viso tra le mani, mentre le lacrime che continuava a versare erano sentite.

-i-io non ce la faccio..- sibilò un aiuto che nessuno avrebbe mai sentito.

Senza Lily al suo fianco Harry era davvero solo.
Non aveva nessuno, eccetto sua sorella che aveva ormai una vita da portare avanti.
Harry si rese conto di essere una persona del passato.
Lui non sarebbe mai andato avanti, con il suo futuro.
Lui sarebbe sempre rimasto lì, con gli scheletri nell'armadio e le anime di chi lo aveva lasciato.

-non riesco a sopportare tutto questo- alzò gli occhi, ormai rossi verso il soffitto.

-io sono morto-

28 Days::Leggi questa storia gratuitamente!