Capitolo 30

277 19 3


Pov'jack

-Dai smettila di bere-Andy mi leva la quarta bottiglia dalle mani.Non li do ascolto che mela riprendo.
-Jack,noi telo avevamo detto,non ti innamorare di una studentessa,invece non ci hai dato ascolto,ed eccoti cui a soffrire per lei-ammette Jonathan.
Non do neanche ascolto a lui che mi alzò e vado verso il bancone e ne chiedo un'altra.Se non la smettono do un pugno ad entrambi.Voglio solo bere,e per caso un reato?Sorrido alla bionda che è da un paio di ore che mi sta mangiando con il suo sguardo.Ad un tratto si abbassa,e io non posso fare altro che guardare il suo fondo schiena.Scuoto la testa e mi ricompongo,e iniziò a ripensare a Summer e alle sue parole che otto ore fa mi disse,cavolo sono ancora così fresche.La bionda semi avvicina a me con passo decisivo,io faccio finta che non esista,ma con il suo magnifico corpo,non posso non guardarla.
-Sei libero-mi sussurra al orecchio,mi mordo il labbro inferiore,forse le quattro birre mi stanno danno alla testa.
Annuisco,e mi prende per mano,sorrido ai miei amici,e non immagino cosa sarebbe successo tra di noi,in quel stanzino dove mi stava portano ora.Ma le birre mi incoraggiano,come Summer ha tradito me,io ora mi diverto con questa bambola,si perché lo è.

-

Dopo trenta minuti di sesso con quella barista,decido di vestirmi e andarmene via.Mi sono divertito,anzi ci siamo divertì ora basta.Bensa tu che mi ha scritto con il pennarello indelebile,io suo numero di cellulare sulla mia mano,ma selo può scordare che la chiamo.E stato solo un momento di sfogo ne avevo bisogno.Mi sistemò la maglietta e esco dallo stanzino.Al mio ritorno credevo che i miei due migliori amici sene fossero andati via,ma erano li seduti ad aspettarmi come sempre.
-Hai finito-dice Andy sorridendo,lui mi capisce al volo e sa cosa e successo in quel stanzino.Annuisco e prendo la giacca che prima avevo buttato sulla sedia-Andiamo a casa,voglio riposarmi-dico.

-

Pov'Summer

Ore 14:40

Stavo aspettando Mason che uscisse dal lavoro,avevamo deciso di passare il nostro primo anniversario in una gelateria,buffo ma è anche molto romantico.Entro nella galeria del mio cellulare,e iniziò a cancellare tutte le foto mie e di jack,non voglio avere nessun ricordo di lui,ma l'unica cosa che non posso dimenticare di lui e il mio mi toccò per la prima volta,e stata la cosa più bella del mondo,cazzo esci dalla mia testa...
Sento delle mani appoggiarsi sui miei occhi,e sorrido,perché so che è jack...ehm volevo dire Mason si Mason.
-Ciao stupenda-dice baciandomi a stampo,io faccio lo stesso,mi alzò dalla panchina e ci prendiamo per mano.
-Allora come e andato il lavoro-chiedo intrecciando la mia mano contro la sua,lui a questo mio gesto si blocca...
-Che c'è-
-La tua mano e intrecciata alla mia-sorride ancora stupito.Annuisco,mi avvicinò a lui per abbracciarlo forte anzi fortissimo.I nostri nasi si toccano,i nostri respiri si abbracciano,ed io per la prima volta guardo i suoi occhi di color blu oceano.Che pur troppo mi ricordano jack,abbasso lo sguardo e di questo Mason si accorge.
-Qualcosa non va?-
Tutto,gli voglio urlare,ma mi sto zitta,e meglio per ora.
-Niente,sono contenta per questo giorno-faccio un sorriso sforzato.
-Ok-mi accarezza la guancia per poi baciarmela,vi redente conto che neanche arrostisco per lui.
-Andiamo a mangiare il gelato?-domando con la faccia da cucciolo.
-Questo ed altro per-mi bacia sulle labbra.

Dopo che abbiamo fatto i pazzi nella gelateria,giuro non mi farò più vedere da quelle parti,Mason mi riaccompagna a casa,domani c'è scuola,mi dispiace non aver passato un po' di tempo in più con lui.
Stanca mi siedo sul portico di casa mia,oggi ci sono le stelle e questo rende il cielo ancora più bello.Sia io che Mason rimaniamo in silenzio,forse per paura di parlare.
-Allora melo dici perché sei triste?-mi chiede,lo guardai interrogativa,si nota tanto che soffro per jack.Rimasi zitta,ho paura a raccontarli di lui.-E per jack?-a quel nome quasi mi strozzai con la saliva,come cazzo ha fatto.
Mi alzai per andarmene via ma Mason mi fermò-Summer metà scuola parla di voi due,e del ritorno di jack.Voi due avete avuto una storia?-mi chiede,ed io non posso fare altro che annuire.
-Perché non melo hai detto prima?-
-Mason avevo paura del tuo commento,cioè stai con una che sela fa con i più grandi-abbasso lo sguardo.
-Non ce male in questo,ti sei innamorata-dice.
Smisi di guardarlo quindi guardai altrove-Lo ami ancora-
-A questa domanda non ti posso rispondere-affermò guardandolo nei occhi.
-Allora io cosa faccio cui-fa per andarsene ma io lo fermò-Ti prego Mason non mi lasciare anche tu-sospiro rumorosamente,poi si fece spazio e sene andò,di nuovo sola.

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!