Capitolo 27

222 10 1

Pov'Jack

-Lei è sicura che non ce la prenotazione,io l'ho fatta una settimana prima della partenza-dico quasi urlando alla povera ragazza che era davanti a me.Megan teneva in braccio Marcus,porello si era addormentato da aspettare.
-Mi dispiace signore,ma non ce nessuna prenotazione,le consiglio di prenottarlo adesso se non vuole rimane cui-non le diedi molto ascolto e mene vado.E impossibile,io mi ricordo perfettamente di aver prenotato per tre compreso Marcus.Sto diventando pazzo.
-Jack,dai...ne troveremo altri non ti preoccupare-dice Megan alle mie spalle.Non ci riesco un giorno in più a non stare con Summer,mi manca come l'aria.
Annuisco e le do retta,ormai era inutile,dovevo passare un altro tempo con lei.Megan.
-Dai ritorniamo in hotel-dissi.

-

Pov'Summer

Stavo distribuendo volanti,oggi ci sarebbe stata la cena di scuola,si tutti gli studenti sono invitati in giardino per una piccola festa diciamo.Ed io non avevo ancora trovato con chi andarci,in questi casi avrei chiesto a jack,ma come poso vedere lui non è cui.Solo il pensiero che lui stia con quella stronza di Megan mi fa ribollire il sangue,giuro la pesterei.
-Tieni-diedi un volantino sorridendo,oddio fare questa cazzata.
-Summer-mi sventolo da lontano la mano Sarah.Li sorrisi e posai i volanti su un tavolo,che seli prendano da soli i fogli.
-Ciao Sarah-dico andando verso il mio armadietto.
-Sum non puoi immaginare con chi andrò oggi alla cena-dai sui occhi si posso vedere la luce che era stata spenta da un deficiente di nome Harry.La fece soffrire come non potete immaginare,Sarah era al tal punto di togliersi la vita.-Con chi-domandai sorridendo,ero contenta per lei.
-Con George-affermò quasi urlando dalla gioia.
-Sarah e fantastico,poi George e un gran gnocco-gli faccio l'occhiolino.Ed e vero e considerato il secondo ragazzo più bello della scuola.
-Si...comunque tu mi accompagni vero?-dice..
Scossi la testa-Sarah per questa volta tela devi vedere sola,non credo di andarci-dico chiudendo il mio armadietto e camminando per l'uscita.
-Summer,non mi puoi abbandonare,cavolo e il mio primo appuntamento-
-Sarah anche se io ci andrei sarei di troppo,lo sai si-ammetto fermandomi sul muretto della scuola.
-E vero,ma mi daresti di gran conforto-
-E poi non so con chi andarci-dico,e mi maledico di aver pronunciato quelle parole.
-Mason-non ho intenzione di uscire con lui,cioè l'ultima colta che siamo usciti,abbiamo finito andando a letto insieme,no.
-No Sarah toglietelo dalla testa,Mason no-affermò,non per ora.
-Dai,e perfetto per te,ma poi scusa non state insieme-abbassai lo sguardo,beh...-Stai con lui per dimenticare jack,vero?-
Cavolo perché lei c'entra sempre il bersaglio-No...beh si..no Sarah a me piace molto Mason però-
-Ami jack-concluse la frase,ed ha perfettamente ragione sono pazza di jack.
-Summer toglietelo dalla testa,lui ha deciso Megan tu hai deciso Mason,basta finisce così-
Ed aveva ancora ragione io avevo deciso Mason a lui,ed non vedo dove sia il problema.Poi lui ha deciso si stare con quella li...Megan,che sela tenesse io per li sono morta.
Frugai dentro la borsa e cercai il cellulare,mandai un messaggio con su scritto.

"Chiamami"
Xxoxx

E guardai Sarah,che ancora non capiva a chi avevo mandato il messaggio-Allora come ci dobbiamo vestire a questa cena-Sarah urlo dalla gioia,e ci abbiamo verso il centro.Sarei andata a questa fottuta cena con o senza Jack e Mason.

-

-Summer hanno suonato alla porta-corsi con una scarpa si è una no.Sarah e io avevamo fatto in ritardo durante lo shopping quindi cercai di vestirmi al mio presto,ma non ci riuscì,di sicuro questo al campanello dovrebbe essere Mason.
Appena apro la porta mi ritrovo un ragazzo meraviglioso,davanti a me con uno smoking da far invidiare il ragazzo più sexy al mondo.
-Buona sera-dico metronomi il tacco,mi avvicinò a lui e lo bacio.
-Questi sono per te-un mazzo di rose bianche lo accompagnano.Era il regalo più bella che una donna potesse ricevere.
-Grazie,ma non ti dovevi scomodare-le posso sul armadio che si trovava vicino alla porta.
-Questo e di più per te-dice,e così tenero,lo abbraccio, e prendo il cappotto.Mi guardai indietro,Summer sei ancora in tempo.Il mio cervello dice che sto facendo al cosa giusta,ma il mio cuore dice che sto sbagliando.
-Andiamo allora?-annuisco e lo prendo sotto braccio,sarà una lunga serata

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!