Capitolo 1

68.8K 2K 216

SE PRIMA DI LEGGERE VOLETE VEDERE IL TRAILER ANDATE NELL'ULTIMA PARTE DELLA STORIA LO TROVERETE LI.

Sofia.

Suppongo sia passata un'ora ormai, non saprei dire da quanto tempo sono nascosta fra le foglie di questa dannatissima quercia, ma una cosa è certa la puzza dei disgustosi esseri, che sotto di me ridacchiano e scherzano fra di loro, mi ha invaso i polmoni ed a stento riesco a trattenere i coniati di vomito. È odore di marcio, di sangue, di morte e di distruzione. Un aroma acido e pungente, quasi più velenoso delle creature senza anima.

Avrei dovuto ascoltare mio padre, non avrei dovuto sconfinare nel loro territorio. A dir la verità non mi sarei dovuta allontanare dalla mia gente, soprattutto durante la caccia, ma ero così curiosa d vedere cosa ci fosse oltre quella fitta radura, verde e rigogliosa, in cui vivo, che non ho saputo resistere.

Non capisco perché non se ne vadano!

Temo che abbiano percepito il mio odore, anche se sono più che certa che il profumo della natura sia abbastanza forte da camuffare il mio.

Andatevene via! Stupidi, viscidi e disgustosi vampiri.

"Disgustoso. Non capisco perché te ne stai rintanata qua, quando possiamo tranquillamente scendere e combatterli. Sono soltanto in due, ed hai l'effetto sorpresa dalla tua parte! Sbraniamoli!"

Esclama improvvisamente una vocina dentro alla mia testa. Potrei affermare sia un mio pensiero, oppure la mia coscienza, ma è qualcosa di molto più profondo, qualcosa di molto più spirituale e sacro per quelli come me.

Noi lo chiamiamo "Istinto". Potremmo paragonarlo ad un piccolo esserino malvagio che vive dentro alle nostre teste, ad una specie di diavoletto cattivo che ci spinge ad essere animali, a comportarci come feroci bestie. Sono perfettamente consapevole che l'immagine del Licantropo non è quella di un dolce ed affettuoso cucciolo, ma bensì di un lupo grande e forte, dalle zanne aguzze e le fauci mortali, ma noi non siamo pericolosi, o per lo meno non lo siamo per gli umani.

Fra di noi ci chiamiamo Sangue di Lupo. Siamo i protettori della natura, idolatriamo la Dea Luna che ha creato noi e tutti gli esseri viventi, o almeno così dicono le leggende del mio popolo. Tutto ruota attorno al Clan, avete presente il detto "La forza del lupo è nel branco, e la forza del branco è nel lupo" ? Ecco più o meno è così che viviamo, uno per tutti e tutti per uno, contro il male per difendere la nostra foresta. Che emozione vero ...?

Ormai sono anni ed anni che viviamo indisturbati fra questa meravigliosa radura, gli umani hanno troppa paura per addentrarsi nel nostro territorio, girano voci di demoni neri, fantasmi, scheletri e qualsiasi altra cosa sia in grado di elaborare la fantasia dei mortali. A volte non li capisco: dire di aver visto un lupo, ed affermare di esser scappato a gambe levate non era più credibile?

Ovviamente noi non possiamo attaccare gli umani, è una delle nostre leggi, ma quando vedo dei stupidi ragazzini addentrarsi in questa terra soltanto per gioco, o per dare prova di coraggio mi verrebbe voglia di sbranarli uno ad uno.

Delle volte la mia vocina mi ordina di ucciderli, di porre fine alle loro vite, nel migliore dei casi, il resto non oso nemmeno ricordarlo. Certe volte vorrei strapparmelo dalla testa, togliere una volta per tutte questa maledizione che ci portiamo dietro da generazioni ormai, ma oltre che ad essere impossibile, sarebbe anche un affronto alla nostra razza.

L'Istinto ci unisce tutti, crea un legame telepatico fra noi Sangue di Lupo, ma non è semplice tenerlo a bada. Esso ha accesso ha tutti i nostri pensieri più reconditi, i nostri segreti ed i nostri passati più dolorosi, sa dove colpire e come persuadere. Ci vogliono anni ed anni di addestramento per riuscire a domarlo, per questo motivo i bambini, o meglio i cuccioli, per i primi sette anni vengono duramente allenati, e non solo a tener testa all'istinto, ma anche a combattere ed a rispettare le regole del Clan, ossia del branco.

La ragazza Lupo [in revisione]Leggi questa storia gratuitamente!