Tuttavia ogni volta che ci trasformiamo questo riesce a recuperare quel poco controllo che gli occorre per farci diventare grandi e maestosi lupi. Occorrono: concentrazione, controllo e calma, le tre C fondamentali che un Sangue di Lupo deve rispettare.

"Pensa quanto sarebbe fiero tuo padre! Saresti il suo orgoglio se uccidessi quei mostri succhia sangue!"

Ahimè la mia piccola vocina, oltre che essere incredibilmente malvagia, delle volte è anche incredibilmente sciocca; attaccare ora non sarebbe affatto saggio, non oso nemmeno immaginare le cause di un simile gesto.

Potrebbe interrompere quest'insolita "Pace" che vi è fra i nostri popoli, ed io non posso assolutamente permetterlo, vista la mia posizione.

"Rammollita! Guardali sono disgustosi!"

Vorrei smentirlo, ma so perfettamente quanto abbia ragione.

Il bell'aspetto dei vampiri ha ingannato per generazioni e generazioni migliaia di esseri umani che, caduti nella tentazione di assaporare una notte di piacere con quegli affascinanti demoni, si sono ritrovati stesi in un letto di sangue, senza più l'anima, senza più il cuore; ormai devoto al male ed alla distruzione.

Basta un loro morso, e gli occhi diventano rossi come il fuoco, la gola si secca e si comincia a nutrire un'ingestibile ed inguaribile sete; una voglia irrefrenabile di sangue, di morte, di dolore.

Sono esseri senza compassione, viscidi, malvagi. Morti che camminano. Noi li chiamiamo "I Senza Anima".

I nostri nemici, i nostri opposti.

Loro figli del caos, del male e del sangue

Noi figli delle regole, della Luna e della natura.

Solo una cosa ci accumuna, la notte, la nostra tetra ed amata notte.

So che non è stato saggio venire qui, senza contare il fatto che se lo venisse a scoprire mio padre la mia esistenza diverrebbe un inferno.

Lui è l'Alpha, ma non un Alpha qualsiasi, il figlio di Black Wolf, il primo Sangue di Lupo; il più grande ed il più forte Licantropo mai esistito sulla faccia della terra.

Secondo la leggenda la Dea Luna scese sulla terra anni fa, toccò la schiena di Black, e da quel magico gesto, del pelo candido come la neve comparve sul suo corpo. L'uomo si ritrovò su quattro zampe e ben presto si accorse di essersi trasformato in un meraviglioso lupo dagli occhi color della notte ed il pelo luminoso quanto la Luna stessa. La Dea affidò a lui il compito di difendere la natura, ma sapeva che il suo guardiano e protettore avrebbe avuto bisogno d'aiuto, così creò altri Sangue di Lupo, ma solo a mio nonno fu concesso il manto della Luna. Solo a lui, solo all'Alpha.

Chi discende da Black Wolf è destinato ad avere il pelo bianco, o almeno così si pensava dato che anche mio padre lo ha. Questo dovrebbe far di me una principessa, le tre C dopotutto le ha inventate Black, tuttavia io non sono proprio come i miei familiari ...

Chissà quanto sarà arrabbiato mio padre, a breve il branco andrà a caccia, ed all'appello io non risponderò. Già me lo immagino il severo e composto Becken gridare furibondo il mio nome. Non oso nemmeno immaginarlo.

Il fatto è che avevo bisogno di sgranchirmi le zampe, di restare fra i miei pensieri, e di smettere di sentire quelli degli altri Sangue di Lupo. È un tormento di voci che vagano per la mia testa, so che è l'unico modo che abbiamo per comunicare quando siamo Lupi, ma è un vero incubo.

In quanto principessa so che ho un'infinità di regole da rispettare, per non parlare dei doveri e delle tre C. So che devo essere forte, che devo essere coraggiosa. Non devo avere paura di nulla. Non posso essere triste. Non posso permettermi attimi di debolezza, io devo essere il buon esempio. Devo essere saggia ed ispirare gli altri ad essere migliori, gentile, ma pericolosa. Delle volte ci riesco altre invece la diciassettenne che è in me prende il sopravvento.

La ragazza Lupo [in revisione]Leggi questa storia gratuitamente!