six

8.6K 623 21

Frances aveva annotato tutto ciò che il suo piano geniale richiedeva.
Era diviso in 5 punti da seguire meticolosamente.

1) scoprire il cognome di Luke e cercarlo sui social network
2) fare una lista di ciò che odia
3) unire tutta la lista modificandola in un piano con un filo logico
4) preparare gli oggetti necessari
5) chiamare Luke e fargli lo scherzo del secolo.

Aveva poche informazioni e il suo piano era soltanto agli inizi ma avrebbe reso quel giorno, il 24 luglio, memorabile sia per lei che per lui.

Frances tendeva a pianificare tutto nei minimi dettagli, doveva avere tutto sotto controllo, una vera maniaca dell'organizzazione.

Chiamò Luke.
"Buongiorno Luke, come va?" Gli chiese.
"Bene Frances, a te?" Rispose, assonnato.
"Com'è il tempo lì a...?" Lo incitò a parlare.

"Sydney, sono di Sydney. Tu?" Si strofinò gli occhi.
"Adelaide." Rispose. In realtà era di Sydney anche lei ma il piano non doveva di certo farli conoscere, lei doveva conoscere lui non il contrario.

"Il tuo cognome?" Chiese Frances.
"Che ha fatto? È fuggito? Che birbante!" Urlò lui, facendo finta di essere preoccupato mentre cercava sotto i cuscini del suo letto.
"Molto divertente."
Frances e l'ironia erano mondi paralleli.

"Hemmings, tu?"
"Walker." Rispose. In realtà era il cognome della madre, non il suo.
"Allora ci si sente, Frances Baby Walker." E chiuse la chiamata.

Qualche volta devo provare a farlo anch'io, magari mi sento realizzata, pensò Frances quando Luke chiuse per primo la chiamata, per l'ennesima volta.

FaceTime - l.hLeggi questa storia gratuitamente!