Capitolo 10: Sei la mia ancora

1.7K 149 0

In quegli strani attimi, che sembravano ore, rimasi lí...a fissare quei magnifici occhi, senza fondo, nei quali mi ero persa.

Appena Thomas distolse lo sguardo mi ripresi. Ero frastornata e non capivo piu niente, come se quel bacio, quegli occhi, fossero la mia droga.

Thomas mi guardó con sguardo indagatore, come se cercasse di capire le mie senzazione scrutandomi l'anima.

Chi sa quali arcani poteri possedeva.
Mi comprese subito.
Thomas mi abbracció e mi offri la sua spalla per esternare tutto il dolore che mi tenevo dentro.

Thomas mi bacio ancora una volta, questa volta in modo diverso: era un bacio dolce, libero e sincero.
Ero molto stanca e a giudicare dall'aspetto di Thomas non ero l'unica.
Ci addormentammo abbracciati e senza preoccupazioni.

Rimanemmo lì...sul quel divano.
Thomas ormai si era trasformato nella mia ancora di salvezza...ma bastava un passo falso che sarebbe ritornato ad essere l'ancora che mi avrebbe trascinato a fondo.

NadineLeggi questa storia gratuitamente!