Ciao, il mio nome è Arabelle. Ho 19 anni e sono una studentessa del college. Vivo in un appartemento con la mia migliore amica, Sarah. Siamo migliori amiche dal primo anno. Sarah è stata con me quando tutto andava male. Lei c'era quando mio padre era in ospedale e quando è morto. Penso che nessuno ci sia stata più di lei, ma ragazzi stavo sbagliando.

***

Arabelle's P.O.V.

"Arabelle"

"Mmm"

"Arabelle, alzati cazzo" sentii Sarah dire

"Cosa?" le risposi

"Sbrigati, faremo tardi al matrimonio di tua sorella"

Oh merda, il matrimonio. Mia sorella, Jessica, si sposa oggi e io sono la testimone.

"Andiamo" disse Sarah

"Arrivo" risposi

Quando arrivammo al salone, mia mamma mi chiamò.

"Arabelle, dove sei?"

"Sono al salone, mi sto preparando"

"Farai tardi! Perchè non sei come tua sorella?"

Con questo lei chiuse la chiamata. "Perchè non sei come tua sorella?" questo è quello che mi dice sempre. Tante volte penso che mia mamma e mia sorella mi odino.

Quando finimmo di prepararci, non guardai come fosse il mio look. Eravamo così in ritardo. Sarah e io tornammo a casa a metterci i vestiti. Noi dovevamo indossare dei vistiti azzurri che arrivavano due centimetri sopra le ginocchia con dei tacchi bianchi. Durante il tragitto verso il matrimonio, Sarah e io concordammo sul fatto che odiaviamo tanto i vestiti. Quella era una delle ragioni per cui era la mia migliore amica.

Quando arrivammo al matrimonio vidi Jason, il fidanzato di mia sorella.

"Dov'è Jessica?" chiesi

"Lei è in bagno, si sta preparando"

Sembrava così nervoso.

"Non essere nervoso" li dissi

Lui rispose con un sorriso. Andai in bagno e mia sorella era lì con le sue damigelle. Lei era bellissima. Mi avvicinai a lei.

"Perchè non stai aiutando?" lei chiese

"Sto bene così" le risposi, con l'unico risultato che mia madre mi rimproverò.

Ad essere onesti, non sapevo che lei fosse li. Non avevo prestato attenzione a quello che stesse succedendo nel mondo reale. Io ero sempre nel mio mondo, dove non dovevo preccuparmi molto. Uscii dai miei pensieri quando sentii la suoneria del mio telefono.

"Perchè il tuo telefono non è spento?" mi chiese mamma

"Mi dispiace, Jeez"

"Non ti importa di tua sorella?" chiese poi

"Mamma è stato un incidente"

"Preparati per il tuo discorso" mi rimproverò

Lei se ne andò. Controllai il mio telefono e lessi un messaggio. Diceva:

"Incontrami fuori prima del tuo discorso"

"Strano" dissi a me stessa

***

Continuo a 25 letture e 3 voti.

Arabelle (Harry Styles) Italian TranslationLeggi questa storia gratuitamente!