Da oggi la mia vita cambiava.
Mi sarei trasferita con tutta la mia famiglia in Irlanda,per un primo tempo a casa di Niall. Avrei dovuto rincontrare quei bellissimi occhi che mi fecero innamorare tempo fa. Avrei dovuto svelare a tutti la verità?Bhe,di questo non ne sono molta convinta.
Per mio figlio infatti vorrei una famiglia con la F maiuscola ma potrà questo sogno realizzarsi?

Alle otto del mattino decisi,controvoglia,di alzarmi. Alle nove e mezza saremo partiti con un taxi.Poi l'aereo ci avrebbe portato in Irlanda e da lì, un bus, a Mullingar. Mi mancava mio cugino, mia nonna, i miei zii e i mio cugino Theo.

I miei genitori prima della mia nascita emigrarono in Italia per motivi di lavoro,e ora,dopo venti anni sarebbero tornati nella loro vera città.

Mullingar era una città molto bella, c'erano grandi strade con villette a schiera sui lati. La casa di mio cugino era molto grande, aveva tre camere da letto con in totale sei letti.Due camere avevano un solo letto mentre la terza ne aveva quattro.
Nell'estate in cui passai quei mesi estivi da lui conobbi i suoi amici: Liam,Harry,Zayn e Louis.

Liam era diventato il mio migliore amico,Zayn il miglior compagno di videogame e Harry era il mio coccolone preferito. Louis invece,era... la mia vita. Quando ripartii da lì, chiusi ogni collegamento con loro, solo con Niall mi sentivo di rado, perchè avevo paura di svelar loro il mio segreto. Niall era stato però messo a corrente dai miei genitori di tutto,ma,non aveva rivelato niente a nessuno.

Ora eravamo io e il mio piccolo ometto,pronti ad una nuova avventura.Mi avvicinai alla sua culla e lo presi in braccio: "Buongiorno piccolino,ora si parte!Vuoi il latte?" Mi fece un piccolo sorrisino e dopo aver preso il mio seno iniziò a succhiare. Era dolcissimo.Era uguale al padre. Aveva gli occhi azzurri come lui, i capelli dello stesso suo colore da bambino e la sua stessa risata contagiosa di sempre.
Quando finì la sua 'colazione' gli cambiai il pannolino e lo vestii. Gli misi la mia tutina preferita, celeste a righe bianche,e lo posai nell'ovetto. Mi feci una doccia e mi vestii anche io. Una maglia bianca abbastanza grande e dei jeans con le ballerine nere. Mi truccai solo con dell'eye liner e scesi a fare colazione
"Gran giorno oggi è?" Mi chiese Katie divertita
"Moolto!" Risposi ironicamente.
Dopo aver addentato una piccola brioches al cioccolato presi Lucas e qualche valigia e mi diressi verso l'auto pronta fuori.
Il taxi impiegò una mezz'oretta per arrivare all'aereoporto per poi farci salire in aereo alle 9.30 precise.
Mi sedetti accanto mia sorella e iniziai le mie due ore d'inferno.

"Com'è Mullingar?"chiese Katie
"Bellissima"risposi mentre sistemavo meglio mio figlio sui sedili dell'aereo
"E i ragazzi? Gli amici di Niall?" Continuò curiosa
"Loro erano la mia famiglia" dissi sottovoce
"E ora?"
"E ora se non la smetti di interrogarmi ti faccio arrivare in Irlanda con un livido in faccia!" Dissi scontrosa.
"Basta a fare scenate, crescete entrambi!" Disse mia mamma esasperata. Dopo due ore passate a guardare il finestrino con le mie adorate cuffie,l'aereo atterrò. Un autobus giallo ci aspettava, non solo a noi, anche ad altri turisti. Esso partì alle 11.30 e dopo un'ora ci fece arrivare nel centro di Mullingar.
"Dove si va ora?"chiese mio padre con le valigie in mano
"Più in lá c'è la casa di Niall,è vicina " dissi.
"Andiamooo"urlò mia sorella mentre ci incamminammo verso casa. Lucas si svegliò mentre il passeggino attraversava le strade trafficate della cittá ma alla fine arrivammo subito.

Arrivammo davanti la porta rossa della casa Horan e sentii la sua risata.Quella risata che mi entrò nel cuore dal primo giorno in cui lo vidi.

SPAZIO AUTRICE

Ehy ragazzi come va? Oggi ho aggiornato come promesso e spero vi piaccia molto questa storia. Cercherò ogni giorno, soprattutto in queste vacanze di aggiornare la storia , ma vi piace? Scrivetemi please!!!
-LUDO <3

Lucas TomlinsonLeggi questa storia gratuitamente!