Capitolo 21

371 12 4


Una settimana dopo....

Pov'Rachel

-Ragazzi,mettetevi tutti in fila-urla il prof di ginnastica.Oggi mancano sia Sarah che Britney avevo contato su Summer,ma neanche lei oggi si è fatta vedere.Ad un certo punto sento il cellulare squillarmi,faccio attenzione a non farmi vedere dal prof,e esco dalla fila,per rispondere.
"Pronto"
"Dimmi,che non sono in ritardo,e che la lezione non è ancora iniziata."
"beh...non ti posso dire ne la prima ne la seconda"
"Perfetto"
"Summer,ma dove sei?"
"Sono appena uscita da casa"
"E come mai così in ritardo?"
"Ieri sera non sono riuscita a chiudere occhio per la terza volta"
"E per jack?"
La sento sospirare,deduco che jack sia uno dei suoi primi problemi della lista.
"Ne parliamo a scuola,coprimi"
"Ok a dopo"
Chiudo la chiamata e vado di nuovo dentro la fila,come se non fosse successo niente.Vicino al prof c'è un ragazzo,che prima non avevo notato,mica male.Credo che sarà nuovo di cui,lo vedo parlare ed annuire.
-Bene,ragazzi...oggi praticheremo una nuova cosa-urla di nuovo,come se fossimo dei mongoli che non sentono-Lui è mason e un ragazzo della vostra età,e vi insegnerà arti marziali,a te la parola maison-
-Grazie,prima di tutto volevo dirvi che è un piacere stare cui con voi oggi,perché arti marziali,vi starete chiedendo?Beh non siete la prima scuola in cui insegno,ma sono stato chiamato dal vostro preside,perché cui in questa scuola avvengono sempre delle rise,alcuni ragazzi ne è sono male,non dio che dovete usare questo sport per essere superiori ai altri,ed iniziare a menare.Ma per difendervi quando è necessario.-dice sorridendo,come e bello.
-Chi vuole essere il primo/a-

-

Pov'Summer

Corro il più possibile,verso la palestra che si trova hai piani superiori,non saluto nemmeno Caterina,la bidella a cui darei la vita,e così dolce e sincera.Corro,corro,corro,se il prof sa che ho saltato la sua lezione,mi uccide.Arrivata davanti alla palestra,spalanco la porta-Prof non dica niente,so di essere in ritardo però mi farò perdonare-dico,ma appena alzò lo sguardo,mi trovo un ragazzo invece del prof.Che figura di merda.
-Oh,ehm....scusa sai dove è il prof?-domando.
-Si,e in sala professore-dice.
-Grazie-sto per andarmene via,ma lui mi ferma chiamandomi per nome
-Tu devi essere Summer Giorden,giusto?-
-Si sono io-ammetto-Che succede-
-Hai salato la prima lezione di arti marziale-afferma incrociando le braccia.
Arti marziale?!
-Oh,non sapevo che ci fosse arti marziale oggi-rivelo io.
-Beh,non eri l'unica neanche i tuoi compagni lo sapevono-ammette.
-Quindi cosa dovrei fare?-chiedo.
-Vatti a cambiare e poi iniziamo la lezione-
-Ho francese ora-dico guardando l'orologio che è appeso alla parete nera.
-Ho avvisato io francese,su forza vai-dice sorridendo.

-

-Ti prego basta,sto morendo-dico io al sesto giro di corsa.
-No,i tuoi compagni ne hanno fatto dieci,dai che tene mancano solo quattro-mi tifa,dandomi sostegno che cela posso fare.
Mi fermai per riprendere fiato,poi rinizio a correre,dovevo far cela,non posso mica fare la figura di tonta davanti a lui.
-ok basta Giorden-mi ferma con il fischietto ed io mi butto per terra e riprendo fiato.-Iniziamo a studiare qualche mosse-si avvicina a me e mi cede una mano io gliela prendo e mi tira su.
-Devo proprio-piagnucolo
Lui annuisce,e si posiziona davanti a me-Fai quello che faccio io-esclama.
Facciamo qualche riscaldamento-Allora metti le braccia come le metto io poi dilata le gambe e fai movimenti di lato-pur essendo comprensibile lui,io faccio tutt'altro,lui si gira e mi guarda ed inizia a ridere.
-Ei,guarda che io non sono brava ad arti marziali-mi difendo.
-Dai ti faccio vedere io-
Mason si mette dietro di me,ed io rimango in mobile,mi prende le braccie,una mela appoggia sul petto e l'altra mela fa tenere a pugno chiuso e distesa,ed io sorrido a questa posizione a solo pensare che cosa pensare lui è di come sono una imbranata che non sa fare niente ,poi dilata le mie gambe.-E così la pozione,hai capito?-
Mi giro e vedo che mi sta fissando le labbra,ed io faccio lo stesso con le sue,sono così carnose e rosse.Summer contieniti,dico tra me e me,ma non cela faccio con lui che sta vicinissimo a me o meglio alle mie labbra.Non faccio in tempo a ritornare in posizione eretta,che sento le sue labbra sulle mie,si muovono delicatamente,ed io non posso far altro che ricambiare il bacio.
Solo a l'ora mi rendo conto che cosa ho fatto.
-Ehm....wow-diciamo insieme.

-Che cazzo ho fatto?-

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!