14 Capitolo

4.1K 183 0

Il mattino dopo quando mi sveglio  ho un terribile mal di testa.Faccio fatica a ricordare cos è successo...

Solo io e Seth che arriviamo al locale io che bevo un drink...

Io e Seth che balliamo e poi...c era qualcuno..Elias.

Poi...nulla.
La testa mi scoppia.Provo a mettermi seduta sul letto ma me ne pento subito.Ho un giramento,ma ci riprovo,non posso rimanere a letto tutto il giorno.Devo alzarmi e andare in bagno,dove  magari se sono fortunata trovo un aspirina.Dato che mio fratello tiene praticamente di tutto li dentro.Mi alzo e stavolta faccio piano.Scopro mentre mi alzo che Seth mi ha pure messo il pigiama con gli orsetti tra l altro.Immagino la sua faccia schifata e mi scappa una risatina.Cammino barcolando verso l armadio,prendo una felpa e dei leggins e mi dirgo in bagno.Dopo un mezz ora abbondante esco, in uno stato leggermente più presentabbile.La doccia e l aspirina hanno fatto un piccolo miracolo.Anche se i cerchi intorno aglio occhi non sono spariti.Non nascondo che quando mi sono vista allo specchio mi sono leggermente spaventata.No..diciamo la verità ho fatt un salto dalla paura.Praricamente ho visto il riflesso di uno zombie con i capelli in aria..Spaventoso.Ma non è questa la cosa tragica..no affatto.È il vuoto di memoria che ho dopo aver visto Elia che mi spaventa a morte.
Ho una brutta,bruttissima sensazione.Continuo a barcolare verso la cucina ma... è li che sento le loro voci di Elia e di Tom.Mi avvicino lentente in modo goffo e sbircio appoggiandomi al muro...
Lui è seduto su uno sgabello vicino al bancone della cucina,con mio fratello accanto.Chiaccherano amabilmente.Non sembrano arrabbiati e un buon segno no?..
«Buongiorno Michaela» grida mio fratello con ghigno sulla faccia.Faccio un salto di tre metri!Maledizione!Ma come diavolo a fatto a vedermi?!..Ormai non mi rimane che uscire allo scoperto e lo faccio a testa bassa con le mani dentro le tasche della felpa.Il cuore mi batte a mille «Buongiorno» dico con un filo di voce che purtroppo risulta un pò roca.Ma quanto ho bevuto ieri sera?!Ma sopratutto perchè Seth non mi ha fermata?!Elias alza la testa verso di me.Non sorride ha un espressione seria sul viso.Mi fissa  con quegli occhi gelidi quasi a volermi davvero gelare sul posto...
Ho.Male.Molto male.
«Giorno» dice solamente tornando a occuparsi della sua colazione.Faccio qualche passo verso il bancone,cercando di rimanere dritta..mi sento ancora un pò stordita.Mi siedo su uno sgabello e prendo un pò di caffè.Loro stranamente rimangono in silenzio.Gli avrà detto qualcosa a mio fratello?..spero di no.
Bevo un goccio di caffè e cerco di concentrarmi sulle cose serie.Non può essere successo nulla di grave,altrimenti di sicuro Seth mi avrebbe avvisata no?...
Il martellante mal di testa sembra essersi calmato.Finalmente riesco a ragionare più o meno lucidamente.Il primo vero pensiero che mi colpisce è...la casa.Non ho più una casa.Eloas me l ha portata via.No esattamente mia madre l ha venduta a lui...
Mi rivolgo a mio fratello «Tom tu sapevi che la mamma ha venduto la casa  a lui?» lancio un occhiata ad Elia e notò che alzo la testa di scatto.Mio fratello lancia un occhiata a lui e poi torna a guardarmi «No» dice senza aggiungere altro «Certo.E tu pensi che io ti credo?Tu non sai mai niente!» dico alzando dalla sedia.Sta mentendo.Glielo leggo in faccia.Ma allora perchè mi ha fatta venire fin qui?...Che senso ha tutto questo?..Cosa non mi vogliono dire?..
Tom posa la forchetta sul piatto e lancia un occhiataccia ad Elias.Lui non dice nulla.Ha un espressione tesa come se stesse per esplodere ma.. non succederà.Entrambi nascondono qualcosa adesso mi è chiaro.«Tranquilli!Continuate a fassarmi in malo modo,come se non ci fossi!Sapete che vi dico?andate all inferno!Scusate l interruzione!» dico arrabbiata dirigendomi nella mia stanza «Mika!» mi chiama mio fratello ma non gli do retta.Che vada al davolo!»Entro in camera mia e mi lascio cadere sul letto ancora sfatto.Ma perchè sono tornata in questo maledetto posto?!Pensavo di ricominciare da capo ma in realta ho fatto solo un gran casino.Tom mi aveva avvertita su Elias.Io l ho ignorato.E mi sono buttata tra le sue braccia,tra le braccia dell inferno.Dio quanto vorrei odiarlo...Stringo il cuscino e respingo le lacrime.Perchè fa ancora cosi dannatamente male?Perchè non riesco a dimenticarlo?!Lo ritrovo in ogni angolo della mia vita,come un ombra,un famtasma che mi perseguita.E mio fratello lo fa entrare in casa come se nulla fosse!Perchè dev essere dalla sua parte e non dalla mia?...
Ma sopratutto che diavolo ci faccio ancora in questa casa?!...ma neanche questa è la domanda giusta.La domanda che mi tormenta davvero è una sola.
Cosa mi nascondono?...

Trilogia Per amore o per Vendetta? :La rosa bianca (Part-1)Leggi questa storia gratuitamente!