Capitolo 19

364 14 0


Pov'Summer

Eravamo appena entrati a casa io è jack,per tutto il tragitto nessuno dei due ha parlato.Megan non ha fatto altro che darmi occhiate di fuoco,quando ha scoperto come si era fatto male Marcus.
Ripeto,a quella sto sul cazzo.Jack invece ha parlato per me,e di come mi sento in colpa,ed e vero.Vedere il povero Marcus,mentre piangeva,mi ha fatto pensare che da grande non sarò per niente una brava mamma.
-Jack...vuoi qualcosa da mangiare-sussurrò,andando verso la cucina.
-No-quel no era secco,mi face procurare dei brividi.
-Senti io...-cerco di dire.
-Summer,ho da correggere delle verifiche,ne possiamo parlare dopo,o meglio domani mattina-dice.
Annuisco,perché non voglio andare più in la,e per finire di litigare.Dopo il mio si,jack sene va e si chiude in camera.
Guardo l'orologio che ho sul polso,e sono solo le tre e mezza del pomeriggio,mi metto la testa tra le mani e penso,ma posso essere così stupida da non rendermi conto che sto perdendo jack?
Di sicuro sarà incazzato,anzi che dico furioso.Mi avrà ,andato al quel paese,in tutte le lingue del mondo dentro la sua testa.
Sospiro e mi siedo sul divano,accendo la televisione cercando di distrarmi un po' da tutto e da tutti.Ma non ci riesco l'immagine di Marcus che cade dal letto,invadono la mia mente.
Sento il cellulare squillare e lo guardo perché è troppo lontano da me.Lo lasciò suonare e chiunque sia lo richiamerò dopo.Pochi squilli dopo la suoneria finisce ma rinizia,senza che ci dia un mi tuo si pausa.Sbuffo alzandomi dal divano e vedo che è Rachel la persona che mi sta chiamando.

"Pronto"
"Ciao...disturbo"
"No,dimmi tutto brutta"
"Uno grazie per il complimento due devi correre cui,Sarah e Britney stanno per uccidersi"
"Bene"
"Puoi?o sei occupata"
Guardo la camera da letto mia e di jack"No...cinque minuti e sono la"

Chiudo la chiamata,e prendo il cappotto che avevo appena appeso,dieci minuti fa.
-Jack io esco-urlo per farmi sentire,ma nessuna risposta mi arriva.
A mali in cuore,esco dal appartamento e mi dirigo a casa di Rachel.

-

-Prima di tutto spiegatemi che succede,non capisco-dico sedendomi sul letto.
-Parlo prima io-dice Sarah.
-Eh no carina,parlo prima io-urla Britney.
-Io invece-
-No io-
Mi alzò da dove sono-Basta ok-urlo con tutto il fiato che o in gola.
-Decido io chi parla......-esclama Rachel-dato che questa e casa mia-dice.
-Prego Britney parla-
-Oh,finalmente...io avevo comprato un vestito di colore nero,e molto sexy,non facevo altro che indossarlo quando ero a casa.Lunedi,Sarah vieni a casa mia,e io gli insegnò il vestito,rimane innamorata dato che melo voleva rubare-afferma girandosi verso Sarah,che alza gli occhi al cielo.
-Lo volevo solo in prestito-risponde Sarah.
-Ah si,melo potevi chiedere.....comunque ritornando a noi,il giorno stesso che è venuta a casa mia,non so come abbia fatto ma mi ruba il vesto e selo porta a casa.La sera stessa vado su Facebook,e vedo questa ragazza-indica Sarah-con il mio vestito addosso,in un locale-
-Era solo in prestito-urla Sarah.
E da li iniziano di nuovo a litigare.
-Ragazze-urlo-Avete tutte e due sbagliato,uno perché te Britney come buona amica potevi prestaglierlo,e due te Sarah sei stata infedele con Britney perché non puoi prendere le cose dei altri senza permesso-ammetto io seria,ed molto.
Le due si guardano,e capisco gli spagli che hanno fatto-Beh..,in questo aspetto,non ci avevo per niente pensato-dice Sarah abbassando la testa.
-Neanche io-ripete Brytney.
-Ora che sapete come stanno le cose,fatte pace-dice Rachel sorridente.
Le due annuiscono,e si abbracciano-Scusami per non averti chiesto il permesso-ammette Sarah.
-Scusami te,per non avertelo prestato-
-Bene ora che tutto e sistemato,perché non mangiamo del buon pollo-esclama Rachel.
-Si-urliamo sia io che le altre.
Non faccio altro che pensare a jack,spero che questa serata mi alzi su il morale.

-

Ero appena ritornata,da casa di Rachel,e volevo starmene con jack,sotto le coperte a farci le coccolò,e magari chi sa andare oltre.
Sento il rumore del acqua,jack si sta facendo la doccia,non riesco a non immaginari io è lui dentro la doccia,quindi iniziò a spogliarmi,mi levò il cappotto,e la sciarpa,e le scarpe,quando sto per slacciarmi i pantaloni,il telefono di casa suona facendo sentire il messaggio non letto.

"Ho pensato molto a quella proposta che mi hai dato,e dico si,e meglio per tutte e due.Marcus deve avere un papà accanto,e una mamma,un a bella settimana in Florida ci farà bene.Prenoto i biglietto stasera,così domani mattina sono pronti,un bacio Megan"

Sono sconvolta,anzi arrabbiata,in questo momento mi sento presa in giro.Sono un mix di emozioni.Mi siedo sul divano e iniziò a piangere.
-Summer,non è come credi-jack e dietro le mie spalle ed ha sentito tutto,non cela faccio a guardarlo,così decido di andarmene in camera ma vengo presa dal polso.
Davanti a me c'è un jack,solo in asciugamano e con delle gocce che cadono sul suo corpo,e fantastico.
-Ho scelto di fare questa vacanza con Megan,per stare un po' di più con Marcus,non con lei-
-Jack,lei è la mamma di Marcus,e non potrà mai stare lontano da noi,lei sarà per sempre tra me e te-dico.
-No,perché io amo solo ed esclusivamente te-mi accarezza la guancia.
Abbasso lo sguardo-Ei,non piangere-sussurra.
-Come faccio,lei ti sta allontanando da me,e tu non fai niente per capirlo-urlo e mi dimeno.
Jack mi sbatte contro il muro,e mi bacia con sfoga ma anche con dolcezza.Il nostro e un bacio pieno di passione,amore,sincerità,questo bacio era amore.Si il nostro amore vero.....

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!