letters from Harry//

Sesto anno da detenuto.
Nota personale; mi manchi.

Cara Lily;
Mi dispiace per l'ultima lettera.
Mi dispiace per averti fatto credere qualcosa che in realtà non è successa.
Volevo morire, ma l'avvocato Watson è venuta a trovarmi per il solito colloquio, e mi ha fermato prima che inalassi il mio ultimo respiro.
Avevo preparato tutto; la corda, la sedia e il delicato gancio che era appeso ad un lato della parete.
Sto uno schifo.
Sono quattro settimane che sono bloccato nell'infermeria del carcere e non riesco ancora a pensare lucidamente, ma sono qui, con una penna in mano e un foglio pieno di lacrime, che sta sigillando queste parole incomprensibili.
Mi dispiace così tanto, ma ho bisogno di te.
L'avvocato mi ha dato una tua foto, dio mio quanto sei bella in abito di laurea.
Mi manchi così tanto, spero tu abbia raggiunto il trenta e lode tesoro, non vedo l'ora di farmi psicanalizzare da te, tuo Harry.

Sesto anno da detenuto.
Nota personale; carcere=merda.

Cara Lily;
Volevo mandarti dei fiori.
Delle margherite da giardino, come piacciono a te, ma non me l'hanno permesso.
Tuo Harry.

Settimo anno da detenuto.
Nota personale; mi sento così stupido scrivendoti sempre di Febbraio.

Cara Lily;
Non credo di farlo apposta, ma penso che scriverti nel mese di Febbraio sia un modo per tenerti più vicina.
Vorrei sapere come sono state le tue lunghe e caldissime estati senza di me.
Vorrei la tua voce che calda mi accarezza le orecchie, sotto un piumone, dentro un letto, nella nostra piccola cittadina del Bowling Green.
Non vedo l'ora di vederti, tuo Harry.

Ottavo anno da detenuto.
Nota personale; mancano tre anni.

Cara Lily;
Mancano tre anni.
Solamente tre anni.
Harry.

Ottavo anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Mi sento ridicolo, sono qui a scriverti mentre tu stai facendo chissà che, ma Liam mi dice di non farlo.
Liam è un ragazzo che ho conosciuto qui, in carcere.
Lo avevo già incontrato anni fa, quando eri nello scantinato.
L'hanno portato da un paio di mesi nella mia stanza.
Mi sento meno solo ora, e spesso gli parlo di te, ma sai com'è.. Come può capirmi?
Chi può veramente capirmi?
Liam ce la sta mettendo tutta, è dannatamente gentile, non capisco ancora il motivo per cui sia finito qui dentro.
Non vuole parlarne, ed io non voglio raccontargli il motivo del perché sono qui da così tanti anni ormai, e forse è meglio così per entrambi.
Sono lunghe le giornate e le ore non passano mai, ma cerco di distrarmi, in qualsasi modo.
ti amo, e lo sai, non dimenticarlo mai, tuo Harry.

Nono anno da detenuto.
Nota personale; un'altro giorno.

Cara Lily;
Oggi ho passato un'intero pomeriggio con l'avvocato Watson...ed è stato strano.
Non strano inquietante e spaventoso, ma strano positivo e allo stesso tempo.. insolito. Ha voluto che le raccontassi di te, delle nostre esperienze, di come ti avevo conosciuta, di come mi ero accorto di te.. e poi siamo andati ancora più indietro.. da mia madre.
Non è stato facile, mi sono rifiutato un paio di volte.
Non conosco l'avvocato Watson così bene, anche se parliamo quasi tutti i giorni da nove anni.
Sento di non fidarmi, eppure credo di sbagliarmi, come credo di star facendo la cosa più giusta.
Dopo la nostra lunga chiacchierata mi ha lasciato libero, e prima che tornassi nella mia cella con Liam, mi ha avvisato che per la prima volta potevo avere solamente una visita, e che sarebbe stata di Gemma.
Sto tutt'ora tremando.
Gemma verrà a trovarmi tra un mese.
Tuo Harry.

Nono anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Oggi è venuta a trovarmi mia sorella.
Ti racconterò tutto più tardi, ora sono talmente tanto scosso da non voler mangiare, di nuovo.
Mi dispiace tanto, credo di aver capito di essere fragile e di essermi indebolito psicologicamente.
Sì, mi manchi, e sì, ti amo, tuo Harry.

Nono anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Credo di essermi fumato questa volta un'intero pacchetto di sigarette, e tutte mentre le guardie del carcere non guardavano... sento di essere più astuto di loro, o forse sono loro che vogliono che io creda tutto ciò.
Sono confuso, e non perchè ti scrivo da dopo un mese dalla visita, ma perché manca così poco tempo che forse sento di star sognando.
Quando mi sono seduto sulla sedia, ho respirato e cercato di sgombrare la mente.
Gemma è entrata dalla porta dell'altra stanza dopo cinque minuti, ed era bellissima, proprio come la mamma.
Sono riuscito a notare la grande pancia che aveva, e che aspettava un bambino, e che sarei diventato zio.
Aveva poggiato le sue esili e callose mani sulle sue gambe e continuava a fissarmi.
Era la prima volta che riuscii a sentire una voce diversa da quella dell'avvocato Watson, dalle guardie, dalla voce di Liam.. Ed è stata una sensazione bellissima.
Vuole conoscerti e non sta più nella pelle.
Anche io voglio fartela conoscere, ti amo, tuo Harry.

Decimo anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Meno uno, ti amo, tuo Harry.

Decimo anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Mi manchi, Dio solo sa quanto mi manchi.
Non faccio altro che pensare a te.
Ah, ti saluta Liam comunque.
Tuo Harry.

Decimo anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Non ce la faccio più, per favore ho voglia di vederti, tuo Harry.

Decimo anno da detenuto,
Nota personale;

Cara Lily;
Voglio vederti.

Decimo anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Manca poco.
Sì, ti saluta Liam, di nuovo.

Decimo anno da detenuto.
Nota personale;

Cara Lily;
Manca davvero poco.
Ti amo.

Undicesimo anno da detenuto.
Nota personale; Lily.

Cara Lily;
Penso che oramai ci siamo, e che, beh, qualunque cosa io trovi lì fuori, sappi che ti amo, e lo farò per

-Harry?-
Quando il ragazzo alzò di scatto la testa dal foglio tentennava ancora.
L'avvocato Watson lo guardò con un leggero e un sorriso sulle labbra.
La donna si fermò sulla soglia della cella, salutando con un gesto Liam dalla brandina, lanciando poi un piccolo zaino sopra il tavolino di metallo dove Harry stava ancora scrivendo.
La donna si sistemò gli occhiali sul naso mentre Harry cercò di capire, con ancora la penna saldamente incollata nella mano.

-Andiamo Harry, Lily ti aspetta-

28 Days::Leggi questa storia gratuitamente!