*Psst* Notice anything different? 👀 Find out more about Wattpad's new look!

Learn More

Un Uragano

89 4 0

« Ti prego dimmi che tra poco prenderai la patente. » disse Sara mentre le porte del pullman si richiudevano e la schiacciavano di nuovo contro il vetro. Andrea era a pochissimo spazio da lei. « A febbraio compio gli anni, e mi danno la patente. »
« Allora posso continuare ad uscire con te. »
« Stiamo uscendo insieme? »
La ragazza fece finta di pensarci su. « Forse. »
« Ma se usciamo insieme perché non mi hai baciato giovedì? »
« Ti conoscevo da un giorno. »
« Che precisina. »
« Dai non è vero. Poi lo sai. »
« Cosa so? »
« Di quel ragazzo. Davanti a scuola. »
« Non importa, davvero. » le porte del bus si aprirono. « Vieni, dobbiamo scendere. » davanti a loro c'era un intero parco coperto di neve, sbucava giusto il sentiero. « Stai con quello? »
« Non più. »
« Ti ha baciata due volte, te ne sei accorta? »
« Anche tre. »
« Pure? È curioso come lui che non è più il tuo ragazzo ti abbia baciata tre volte e da me, che stando a quello che dici usciamo insieme, non ti sei fatta baciare. »
« Come sei noioso, hai solo un chiodo fisso? » un sorriso le spuntava sulle labbra.
« Purtroppo sì. »
« Allora forse dovrei dare ascolto a mio padre, sai, dice che sei troppo grande. »
« Solo tre anni in più. »
« Ne hai ancora diciassette. »
« Per poco. »
Sara sbuffò e lui le sorrise. Stava camminando di fianco. Andrea la fermò sotto un albero e la girò verso di lui dal braccio. Si protese verso di lei, le aveva lasciato il braccio e ora aveva la mano sulla parte laterale del collo di lei. Lui era pericolosamente vicino alle labbra di lei, e Sara riusciva a sentire il suo respiro sulla pelle, aveva un leggero odore di fumo e di menta. E quel giorno lo baciò, e lo baciò come se tutto quello che era successo in quei tre giorni potesse sparire. Aveva sempre pensato che le sue labbra fossero un uragano, ma non pensava che avrebbero mai incontrato la pioggia. Lui aveva portato anche l'altra mano sul collo di lei e Sara aveva incrociato le dita dietro il collo di lui. E si staccarono solo per sorridere.
« Non mi scappi. » furono le uniche parole che pronunciò Andrea con il sorriso stampato sulle labbra.

L'amore non fa rumoreLeggi questa storia gratuitamente!