Nanami Kento - Good For You.

989 62 1
                                    

Anime: Jujutsu Kaisen.
Personaggio: Nanami Kento.
Tipologia: SOFT.
Parole: 3979.
Info:    mememumuskaska   finalmente ecco qui la tua storia! Spero ti piaccia! 

"Well, good for you, you look happy and healthy, not me
If you ever cared to ask
Good for you, you're doin' great out there without me, baby
God, I wish that I could do that
I've lost my mind, I've spent the night
Cryin' on the floor of my bathroom
But you're so unaffected, I really don't get it
But I guess good for you"

Questo ritornello ormai mi risuonava costantemente in testa da tre settimane abbondanti. Era diventata la colonna sonora della mia storia d'amore andata male. Una storia che sapeva di marcio, una storia che per assurdo, si rifletteva benissimo in quella dannata canzone. Avevamo passato tre anni delle nostre vite insieme, giurandoci amore eterno, progettando la nostra vita insieme, progettando cose che solo una coppia solida, quale eravamo, poteva pensare. Ma no, io sono un'idiota e tu un fottuto bastardo. Tre anni dove non ho fatto altro che dedicarmi interamente ad una relazione, che non sarebbe andata da nessuna parte, dato che per farci separare è bastata una sola persona, una sola uscita, una sola emozione. 

Non potevo fare a meno di rimuginare quanto tempo avessi buttato con una persona che mi aveva sostituita in meno di due settimane. Lui aveva completamente dato una svolta alla sua vita, trovandosi un buon lavoro, aveva iniziato a viziarsi e a viziare la sua nuova ragazza, facendomi sentire ancora peggio di quanto non dovessi già stare. 

Ma non tutte le cose vengono per nuocere. Da quando lui era uscito dalla mia vita, ero riuscita a dedicarmi di più a me stessa. Forse troppo. 

Una sera, uscii per andare a correre, ero decisa a dover cambiare ogni mia imperfezione. Corsi per qualche chilometro, ormai era già qualche tempo che avevo iniziato quegli allenamenti, ma quella sera, ero parecchio affaticata, forse per via del lavoro, forse per via delle notti insonni, forse, per colpa degli allenamenti intensivi a cui mi stavo dedicando. Il mio ritmo non era costante, avevo costanti picchi d'energia seguiti da cali improvvisi, dove mi trovavo costretta a rallentare, per via del mio battito cardiaco che aumentava a dismisura, mentre il mio respiro si accorciava notevolmente. Nonostante avessi tutti i segnali di un pesante affaticamento, continuai a spingermi oltre il mio limite, finché, non mi trovai accasciata a terra, con la vista offuscata e i sensi che si stavano facendo sempre più deboli. Riuscii a malapena a capire dove fossi, prima di svenire.

..:" Presto portala via da qui!"
..:" Vado subito, tornerò il prima possibile, per aiutarti!"
..:" Me la caverò da sola, tranquillo!"
..:" Ma Maki!"
..:" Muoviti!"

Queste furono le uniche cose che riuscii a sentire. Niente più, niente meno.

Quando finalmente rinvenni, mi trovai dentro una stanza abbastanza tetra, o meglio, quella era l'impressione che ne dava. A fatica mi sollevai quel tanto che bastava per potermi mettere seduta. Continuai a guardarmi in torno, la luce non era molta, era ancora notte e l'unica fonte di luminosità che avevo era la luna che alta nel cielo, si mostrava in tutta la sua lucentezza. Mentre scrutavo curiosa quella stanza, notai che il mobilio era datato, ma ancora in ottime condizioni, la stanza aveva lo stile tipico Giapponese, girai poi lo sguardo alla mia destra, notando che accanto a me c'erano tre ragazzi intenti a fissarmi, non dissi niente, cercai di non scompormi, rimanendo impassibile a fissarli di rimando.

..:" SI E' SVEGLIATA FINALMENTE! QUESTO VUOL DIRE CHE STA BENE! STAI BENE?" mi chiese il ragazzo dai capelli rosa.
(T/N):" Uhm, suppongo di si.. Grazie per avermelo chiesto."
..:" Non urlare, idiota!" disse la ragazza tirando un pugno in testa al rosa.
(T/N):" Non c'era bisogno di picchiarl-"
..:" A volte è necessario. Lasci che ci presentiamo, dev'essere spaesata in questo momento. Io sono Fushiguro Megumi, loro sono Nobara Kugisaki e Itadori Yuji."
(T/N):" Mh, piacere. Io sono (T/N) (T/C).. Potrei sapere dove mi trovo?"
Itadori:" Certo! Ti abbiamo portata alla Jujuts-" nuovamente venne interrotto da un pugno da parte della ragazza.
Nobara:" Sei nella nostra scuola, cara. Questa è una scuola di cucina, e noi siamo aspiranti cuochi!"
(T/N):" Ah." commentai incredula.
Fushiguro:" Dato che ora ti senti meglio, forse avrai fame, ti faremo mangiare qualcosa e poi ti riaccompagneremo a casa, ok?"
(T/N):" C-Credo di si."
Nobara:" PERFETTO - esclamò alzandosi in piedi - FORZA RAGAZZI ANDIAMO A PRENDERLE DEL CIBO, SICURAMENTE TOGE AVRA' PREPARATO QUALCOSA DI DELIZIOSO PER LA NOSTRA CARA AMICA."
(T/N):" Amica?" chiesi indicandomi il viso.
Nobara:" CERTO, HAHAHA  - rise istericamente - DA OGGI SIAMO AMICHE, NO? FORZA RAGAZZI, ANDIAMO!" disse spingendo i ragazzi fuori dalla stanza.

Jujutsu Kaisen - One shot.Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora