La neve, la paura e l'amore mischiati

1.2K 75 0

Mi svegliai.
Brontolavo perché dopo una settimana di vacanza dovevo tornare a scuola.
Era strano che Niall o Emma non mi alzavano.
-Niall?- urlai mezza addormentata.
-Amore! Buongiorno!- mi disse Zayn.
-ma che ore sono?- chiesi.
-sono le dieci! Sei una dormigliona!- mi disse lui.
-COSA? E LA SCUOLA?- dovevo essere a scuola più di un'ora fa!
-Naah sta tranquilla, vai a vedere fuori- mi disse.
Andai a vedere e non vidi.
Non vidi perché la città era....imbiancata.
-Ma...ma....ma è Aprile!!!- dissi.
Case, auto, palazzi...tutti imbiancati.
-lo so- disse lui.
-usciamo?- chiese lui.
-Scusa Zayn ma voglio uscire da sola con le mie amiche qualche volta, se non ti dispiace- dissi ridendo.
Zayn mi guardò e disse
- Non lo so, ho paura! Non mi fido, cioè di te mi fido, ma...non lo so proprio- balbettò.
-stai tranquillo!- dissi.
Uscì con Samy, Anna e Emma.

-

Io e Emma stavamo tornando
quando sentimmo dei rumori.
Avevamo paura.
Sentivamo passi sulla neve.
Sempre più vicini.
Vedo una figura.
Piccola.
Bassa.
Un cane!
Non tanto piccolo
Balbettai qualcosa a Emma e scappammo sempre più lontano dal cane.
Cercai con tutte le forze di prendere il cellulare.
Preso!
Ora devo digitare il numero di Zayn.
Fatto!
Ora doveva solo rispondere.
"Ciao cucciola!" mi disse.
"Zayn...Zayn devi subito venire a prendermi, ora non so dove sono ma so solo che abbiamo percorso una via a destra della piazza centrale, Amore mio c'è un cane grosso che mi vuole come colazione, AIUTO!"
"Tesoro, ascoltami tu cerca di raggiungere casa, fra poco sarò da te"
"Aspetta, Zayn porta pure Niall con te" dissi sussurrando.
"Ciao amore"
"Ciao"
Fine chiamata
Cara Selena,
Se c'è una cosa che abbiamo imparato è quella di non scappare dai cani perché ti rincorrono di più, ora tu che cavoloo stai facendo?
Ma non mi rompere i Maroni!
Se fossi stata anche tu umana saresti scappata più di me.
Ho un idea!
E moveti! Non vedi che andiamo di fretta!
Allora fermati e fatti vedere coraggiosa e poi acquisti fiducia del cane
Non ho capito niente ma forse so cosa intendevi.
Bene.
Mi fermai.
Andai diretta verso di lui.
Infatti il cane indietreggiò.
Mi avvicina a lui e alzai la mano come per accarezzarlo.
All'inizio ringhiò poi si lasciò accarezzare. Poi arrivò Zayn.
-mi dispiace Zayn ma sei in ritardo- dice Emma.
Infatti eravamo diventati amici.
Zayn sorrise e venne ad abbracciarmi.
Il cane ringhiò.
Eravamo faccia a faccia.
Ma non volevo lasciare il cane e poi non aveva neanche un collare.
-lo possiamo tenere?- chiesi a Zayn.
-farà da padre a Dusti!- cercavo di convincerlo.
Lui annuì.
Si che bello! Un nuovo cane che ti caca in casa!
Stai zitta.
Zayn era un principe per me.

(SPAZIO SCRITTRICE)
Volevo dirvi che in questi giorni i capitoli li sto facendo corti per via del tempo libero.
Cercherò di farli più lunghi.

Il Sogno{Zayn Malik}Leggi questa storia gratuitamente!