Choso ~ Me And Your Girlfriend.

2.1K 102 20
                                    

Anime: Jujutsu Kaisen.
Personaggio: Choso.
Tipologia: LEMON.
Parole: 
Info: Purtroppo non ho un' idea ancora ben precisa su Choso, perciò in questa storia potrei alterare il suo "essere", scrivendo di come me lo immagino io caratterialmente parlando. Spero comunque che possa piacere quest'idea.

(T/N)'S POV

(T/N):" NON SONO TIMIDA!" urlai in faccia alla mia migliore amica.

Dio quanto mi dava sui nervi quando si comportava in quel modo. Mai, era sempre stata una tipa un po' particolare, al contrario della sua gemella, aveva un carattere pungente, era solita farsi notare dalle altre persone, sapeva di essere di bell'aspetto e si aspettava continui complimenti da tutti, insomma la classica vanitosa. Ancora faticavo a capire come una persona del genere potesse essere la mia migliore amica, ma a dire il vero era una cosa che non mi interessava molto, il mio carattere a contrario del suo è sempre stato un po' chiuso. Forse entrambe ci eravamo prese come una sfida nei confronti dell'altra, mi spiego, lei vedendomi sempre un po' per i cazzi miei (passatemi il francesismo), ha deciso di fare di me una ragazza come lei, continuava a dire che avrei potuto far cadere tutti i ragazzi ai miei piedi, continuava a dire che avrei potuto avere tutto ciò che desideravo dalla vita, se solo mi fossi sciolta un po'. Tutto questo a me non interessava minimamente, quello che mi spingeva a stare con lei, era il fatto che avrei potuto smentirla in qualsiasi momento, lei credeva di poter manipolare tutti come voleva, ma non me, con me non ci sarebbe mai riuscita. 

O almeno così pensavo.

Partiamo dal fatto che sono sempre stata una ragazza riservata, la voglia di vivere non faceva parte di me, non mi sono mai piaciuti i posti affollati, mi è sempre piaciuto stare sola per i cazzi miei, ho sempre adorato vestirmi comoda, non mi importava del trucco o cazzate simili, sono sempre stata una ragazza semplice, acqua e sapone, una di quelle che parla poco, ma quelle poche volte che parla, riesco a zittire chiunque mi trovi davanti. Ho anche un lato dolce, non sono un mostro, però quello in buona parte me lo sono mangiata. Il mio lato dolce l'ho sempre riservato a quel fottuto bastardo del mio ragazzo. Ex ragazzo per la precisione. 

Stavamo insieme da tantissimo tempo, Noritoshi mi trattava di merda e io l'ho sempre difeso. Intendiamoci, non mi ha fatto chissà cosa, sono consapevole che quando si sta insieme ad una persona per molto tempo, le cose cambiano, ma quando cambiano così radicalmente da rispondermi male tutti i giorni, da accusarmi di cose che non stavano ne in cielo ne in terra, da darmi sempre per scontata, beh, lì ormai non c'è più niente da fare, se non mollare la presa. Eppure io non l'avevo ancora fatto e ogni giorno quella stronza di Mai me lo faceva pesare. Pesare, credo che sia la parola sbagliata, ma effettivamente non saprei come altro esprimermi. Più lei mi faceva notare i comportamenti sbagliati di lui, più io lo difendevo, dicendole che era solo un periodo, che era stressato, che sarebbe tornato tutto come una volta se solo avessi pazientato. Però i giorni passavano, sembrava che diventassi invisibile ai suoi occhi, ma non mi arrendevo, forse un po' per via del mio carattere, forse perché un po' di sentimento io, lo provavo ancora. I giorni diventarono mesi, mentre ero impegnata a difenderlo nuovamente dalle acide parole di Mai, finalmente lei riuscii ad aprirmi gli occhi.

Mai:" E' quasi un'anno che non ti vedo sorridere."

Ed era vero. Ormai la mia vita si era incupita più di quanto non mi fossi resa conto. Per quanto la mia vita non fosse così interessante e allegra, tempo prima, io e lui ridevamo, ridevamo tantissimo insieme. Ma poi le cose sono cambiate, Noritoshi pensava di essersi definitivamente accasato con me, pensava che dato che stavamo insieme da un po', saremmo stati insieme per sempre, indipendentemente dal suo comportamento. Ma non aveva contato che io, ho solo vent'anni e non sono legata a nessuno, tantomeno ad una persona che mi tratta in quel modo. Ed è così che ci siamo mollati, per colpa di- No, aspetta, posso fare di meglio.
Ed è così che ci siamo mollati, grazie a Mai. 

Jujutsu Kaisen - One shot.Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora