Megumi Fushiguro - Stranger.

3K 168 106
                                    

Anime: Jujutsu Kaisen.
Personaggio: Megumi Fushiguro.

Tipologia: LEMON.

Parole: 2906

Info: Purtroppo ero a corto di idee, ma mi sembrava giusto far uscire un nuovo capitolo, per concludere in bellezza il finale della prima serie, perciò, ho deciso di buttarmi su Fushiguro, usando come spunto, una delle mie vecchie storie. Spero vi possa piacere, buona lettura!

(T/N)'S POV:

Fin dal primo giorno in cui sentii la sua voce me ne innamorai perdutamente, non sapevo che l'amore potesse sbocciare così, all'improvviso. Ricordo quando la prima volta mise piede dentro la nostra classe. Sapevo del suo arrivo, ma non mi interessava avere un altro compagno di classe, a differenza dei presenti in quell'aula, ero l'unica a cui non fregava niente. Eppure.

Un ciuffo nero ribelle, entrò quasi poco prima del ragazzo stesso. Un piccolo broncio imbarazzato era presente sul suo volto, gli occhi erano coperti da altri ciuffi morbidi che ricadevano tranquilli sul suo viso. 

Professore:" ...Forza, presentati alla classe."
??:" Sono Megumi Fushiguro, piacere di conoscervi, spero potremmo diventare amici.."

Fu in quel preciso istante che potei scontrare i miei occhi con i suoi. Erano di un blu profondo, quasi ci potei annegare in tutta quella profondità. Non sapevo spiegare come avesse fatto a catturare il mio cuore, dicendo una sola frase.

Da quel preciso momento, avevo passato anni ad ammirarlo, avvicinandomi a lui sempre di più, guadagnandomi la sua amicizia, intendiamoci, non era stato così facile, era un ragazzo difficile, faticava ad esprimere le sue emozioni, non riuscivo mai a capire cosa gli passasse per la testa. Però non mi importava, a me bastava averlo al mio fianco, sapendo che lui sarebbe stato sempre lì, accanto a me.

Alla fine dell'ultimo anno di liceo, però, qualcosa tra di noi si ruppe. Non saprei spiegare esattamente cosa successe, anzi, lo sapevo benissimo, ma non volevo ammetterlo a me stessa. A qualche settimana prima del ballo di fine anno, mi disse che finalmente si sarebbe dichiarato alla ragazza dei suoi sogni, sorrisi di cuore a quelle sue parole, ma non ne fui esattamente felice. Il mio cuore si ruppe in mille pezzi. Dopo quella sua affermazione, tra di noi cadde un lungo silenzio, che durò per giorni. 

Una delle mie più care amiche, Nobara, cercò di sollevarmi il morale, ma non riuscii nella sua impresa, ero del tutto impassibile ad ogni sua frase, in più, il non parlare con Fushiguro, mi logorava dentro ogni giorno sempre più. Un giorno, mentre eravamo in giro per i corridoi della scuola, durante l'intervallo, la ragazza ricevette l'ennesima richiesta da un accompagnatore per il ballo. Vedendo il mio sconforto, nonostante io non fossi da meno, avendo anch'io ricevuto un sacco di inviti, Nobara si girò, abbastanza alterata, rifiutando quell'ennesimo invito. 

Nobara:" Non so più come dirlo! Non accetterò inviti da nessuno, io sarò il cavaliere di (T/N) al ballo!" sbottò, tirandomi per un braccio, portandomi via dall'attenzione dei presenti, che subito iniziarono a borbottare tra di loro, insinuando che tra me e la mia amica, ci fosse qualcosa in più di una semplice amicizia.

Mancava un giorno al tanto atteso ballo scolastico. Non sapevo bene come stavo, le mie emozioni mi stavano logorando dentro, non potevo fare a meno di maledirmi, desideravo con tutta me stessa di poter parlare nuovamente con il mio amico, anche se avessi dovuto sopportare i racconti di lui e la sua amata. Non mi importava quanto male mi avrebbe fatto, lo volevo al mio fianco, a qualsiasi costo. Fu così che lo incontrai. Persa tra i miei pensieri più malinconici, mentre camminavo a zonzo per i corridoi vuoti della scuola, mi scontrai contro la sua figura.

Jujutsu Kaisen - One shot.Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora