Lucy's Pov

La mattina seguente non avevo proprio voglia di alzarmi, così rimasi a letto per un altra ora.

Sentii dei passi che si avvicinava sempre di più alla mia camera e dopo un po' ricevetti sulla testa un secchiello d' acqua gelida.

"Sei un fottuto bastardo!"

Lo spinsi contro il muro e poi lui mi spinse per terra.

Dovevo ucciderlo quel ragazzo, dovevo ammazzarlo.

Durante tutto il giorno non gli parlai e anche lui fece lo stesso, poi decisi che dovevo dirgliene quattro.

Allora andai nella camera degli ospiti, che attualmente era la sua camera, e aprii la porta.

Lui era sulla finestra che si fumava una sigaretta, era così bello!

"Ciao Zayn , devo dirti una cosa"

"Sì, però prima vorrei dirtela una io"

"Sì dimmi"

"Allora, mi scuso perchè ti ho reso la vita impossibile e ti ho fatto diversi scherzi, scusami Lucy"

"Accetto le tue scuse e ti porgo pure le mie perchè anche io mi sono comportata come una cretina"

Sì, lo so, dovevo dirgliene quattro ma guardando i suoi occhi non ho resistito.

A quel punto lui si avvicinò così tanto a me che le nostre fronti si toccavano.

Mi diede un bacio a stampo, le sue labbra sapevano di tabacco e miele.

A quel punto io chiusi la porta della camera e me ne andai in camera mia.

I giorni successivi con ui furono normali , non ci paravamo, non ci guardavamo, insomma quel bacio aveva messo molto imbarazzo tra me e lui.

Arrivò anche il giorno in cui lui andò via, perchè i miei genitori arrivarono e con loro arrivò pure mia sorella Tessa.

Non riuscivo più a vivere in quella casa senza di lui.

Adesso lui per me era la mia vita, l'aria che respiro, il mio ossigeno.

Era venuto pure l'autunno, odiavo questa stagione perchè i capelli mi diventavano sempre crespi.

Ormai andavo al liceo e mi sentivo matura, ma in realtà non lo sono, con il cervello intendo.

Il giorno dopo sarei tornata a scuola, quindi dopo essermi fatta una doccia, iniziai a piastrarmi i capelli.

Qualcuno bussò alla porta.

"Avanti"

"Ciao Lucy"

"Ciao Tessa"

"Come va?"

"Bene te?"

"Bene"

"Senti Lucy, ti voglio parlare"

"Sì dimmi"

"E' strano che non litighiamo più"

"Sì è vero , forse perchè in noi si sta accendendo una luce che esprime amore nei confronti di chi ti vuole bene"

"Ma che brava la mia sorellina, hai studiato filosofia mentre io non c'ero?"

"In un certo senso..."

"Adesso vado, ciao Lucy"

"Aspetta che dovevi dirmi?"

"Niente di importante"

Tessa's Pov

Non riuscivo a dirglielo.

Non riuscivo a dirglielo che mi sarei trasferita in una casa con il mio ragazzo David.

Mi sarebbe mancata tanto Lucy, le volevo bene, era la mia piccola principessa.

Fin da piccole eravamo uguali, stessi capelli, stesso fisico, l' unica cosa che ci distingueva erano gli occhi, io ce li ho azzurri, lei invece marroni.

Ma sapevo che comunque lei era gelosa di me, lo è sempre stata , perchè i nostri genitori mi asciavano fare quello che volevo, invece a lei no.

Semplicemente perchè io ero più educata , più brava.

Tra qualche giorno sarebbe stato il suo compleanno e vorrei organizzarle una festa e le comprerò il vestito io.

Lei di sicuro sarà felicissima.

Chiamerò un po' di parenti , alcuni suoi amici e ovviamente la famiglia.

Ovviamente vi chiederete perchè faccio tutto questo per una che mi chiama rompipalle, stronzetta e altro ma in fondo è pur sempre mia sorella, a mia piccola sorellina che ormai è diventata grande.

Io l'amerò per sempre, anche se so che è una ribelle.

Lei è nata ribelle e anche quando morirà sarà ribelle.

Zayn's Pov

Andarmene da quella casa è stata per me una cosa terribile.

E bene sì, il puttaniere Zayn Malik si è innamorato di una ragazza che potrebbe essere più che perfetta per lui.

Sì, lo ammetto, amo Lucy, quella ragazza mi ha rubato il cuore.

E' meglio che vada a dormire, domani devo ritornare al liceo.

Da quando vivo da solo vado a dormire tardi e poi finisco per alzarmi tardi.

Adesso mi metto a letto e cerco di dimenticarmi per un istante Lucy se no poi non dormo.

Lucy's Pov

Mi misi a letto e ripensai a tutto quello che era successo.

A me Zayn non piaceva, io l'amavo, sono due cose molto diverse.

Io lo amo ma ho tanta paura di dirglielo perchè forse lui non ricambia i miei sentimenti.

Poi il bacio, anche se breve, è stato è stato bellissimo.

All' inizio lo definivo un puttaniere e forse lo è, infatti io lo conoscevo pochissimo.

Presi il mio portatile e andai su Facebook e digitai il suo nome.

Il suo profilo era pieno di messaggi di amici e amiche.

Le sue foto ricevevano più di mille ike, io a malapena arrivavo a cento.

Se continuavo a guardarlo mi scioglievo, allora decisi di spegnere il pc e dormire.

Spero di non vederlo più se no mi sciolgo, ma allo stesso tempo vorrei vederlo per mangiarmelo con gli occhi.

SCAPPIAMO INSIEME? (Zayn Malik fanfiction)Leggi questa storia gratuitamente!