CAPITOLO 4

698 34 5

Mi volto di scatto e rimango senza parole.

Speravo di non vederlo mai più, invece si ripresenta a casa mia.

"Cosa cazzo ci fai tu a casa mia?" dico a denti stretti.

Prima che potesse rispondermi, arriva mamma alla porta "hai visto chi è venuto a trovarci?" dice sorridendo e mettendo una mano sulla spalla a Francesco.

Poi rimane a guardare Matt "scusa giovanotto, e tu chi sei?" gli chiede.

"Salve signora Villa, sono Matteo, un amico di Ilary. L'ho riaccompagnata a casa, sa con tutte le brutte persone che ci sono in giro al giorno d'oggi." risponde.

''Sei stato davvero molto gentile. Oh caspita, questo è il pollo" dice mamma, correndo in cucina perché il forno sta suonando.

Mi giro verso Matt, cercando di farmene una ragione che, anche se mi concentro, non posso incenerire Francesco.

"Ti va di restare a cena?" gli chiedo.

"Okay principessa" risponde facendomi l'occhiolino.

Entriamo, finalmente in casa, e sento Francesco che ridacchia. Ma che ti ridi??

"MAMMA, FACCIO VEDERE LA CASA A METTEO" dico gridando in modo che mi senta dalla cucina.

"OKAY TESORO. INTANTO IO E FRA PREPARIAMO LA CENA"

Porto subito Matt in camera mia.

"Okay, mentre mamma sta con quello stronzo giù, io ti 'faccio vedere la casa' " dico facendo le virgolette con le dita, mentre chiudo la porta alle mie spalle.

Ride "E perchè mi hai portato proprio in camera tua?" dice sedendosi sul letto.

"Ho bisogno di parlarti.."

"Vieni" dice battendo il palmo della mano sul letto vicino a lui.

Mi siedo, mantenendo le distanze, non so nemmeno io perchè.

"È stato imbarazzante per me, trovarmi Francesco di fronte. E ora avere a cena entrambi a cena diventerà imbarazzante anche per voi"

"Ma chi è quel ragazzo?"

"È il mio ex" dico fissando un punto nel vuoto di fronte a me. "Siamo stati insieme per circa tre mesi un paio di anni fa. Sai, la prima storia da scuola superiore, ero davvero innamorata. Poi ho scoperto che mi tradiva. Ci sono stata malissimo, ma poi mi è passata. L'amore è diventato rabbia, non volevo più vederlo, e lui si presenta in casa mia.. Ma che vuole?"

Mi giro verso Matt, che mi ascolta attentamente "questa serata non sarà tanto orrenda e sai perché?" gli chiedo.

"No, perché?"

"Perché c'è il principe con me" dico abbracciandolo.

Mentre scendiamo Matt riceve una chiamata, lo lascio solo, non voglio origliare.

Appena riattacca scende e viene di fianco a me "era Lorenzo, si è incazzato perché dovevo uscire con lui, Edoardo e Yuri per una pizza; ma stare con la principessa è più importante'' dice facendomi l'occhiolino.

Fingo di mostrargli anche questa parte di casa, solo perché c'è mamma che ci guarda.

"Avete proprio una casa graziosa, signora Villa" gli dice, infine.

"Oh grazie Matteo, presto ora venite, la cena è pronta." risponde subito mamma.

Siamo tutti a tavola, c'è una strana atmosfera, mamma è seduta di fianco al Verme, ed io, di fianco a Matt.

"Cosa ti ha portato a venire a trovarci Viti?" chiedo nel modo più freddo possibile.

"Sto per trasferirmi, andremo tutti a vivere in Sicilia. Mio padre è stato trasferito li per lavoro. E noi lo seguiremo. Sono venuto qui per salutarvi" mi risponde.

"Oh ma che peccato" dico con tono sarcastico.

Gli faccio uno dei miei migliori sorrisi finti e lui ricambia.

Sappiamo entrambi perché è qui, e che non otterrà ciò che vuole.

Volge la sua attenzione a Matteo e gli chiede "E voi, da quanto state insieme?"

"Non stiamo insieme" gli risponde tossendo, dato che gli stava andando il boccone di traverso. "Siamo solo buoni amici."

La serata è passata abbastanza velocemente, e finalmente Francesco se ne sta per andare.

Saluta mia madre con un abbraccio "vieni a trovarci quando vuoi" le dice lei.

Quando si volta a salutare me, gli tendo la mano, ma la ignora e mi abbraccia, che palle, mi stacco il prima possibile.

Vedo il suo sguardo, come quello che aveva i primi tempi che stavamo insieme, innamorato; mi spiace, ma hai già avuto la tua possibilità.

Saluta Matteo con una stretta di mano, ringrazia di nuovo per la cena e se ne va.

"È molto tardi, Matteo, ti va di fermati a dormire?" chiede mamma. "C'è un altro letto nella camera di Ilary, se ti va."

"Molto gentile, grazie signora Villa" risponde.

"Ti prego, chiamami Monica"

"Ma non devi avvisare i tuoi che stai fuori sta notte?" gli chiedo, curiosa.

"Sarei stato fuori ugualmente questa sera, sarei stato da Lorenzo. Per quanto ne sanno i miei sono da lui."

"E se venissero a scoprire che non sei stato da lui?"

"Non lo scopriranno, Lò è un buon amico, non glielo dirà"

Io e Matt abbiamo finito di preparare il letto in cui dovrà dormire, ci abbiamo messo ben tre quarti d'ora per mettere delle lenzuola e una coperta; servizio molto svelto ed efficiente.

Va a farsi una doccia, dopo dieci minuti si ripresenta in camera a dorso nudo; esco a testa bassa, senza dire una parola, imbarazzatissima, e mi dirigo verso il bagno.

Mezz'ora dopo, quando torno, lui dorme già nel letto singolo; quindi senza far rumore, mi infilo anche io nel mio lettone e mi addormento.

Sento le coperte che si spostano, e una presenza di fianco a me.

Spalancò gli occhi e mi sposto di scatto.

"Shhh.. Sono solo io, tranquilla" mi sussurra Matt.

"Che ci fai nel mio letto?"

EHIII❤

Premetto che non ho nulla contro Viti, anzi lo adoro.

Detto questo, ecco il quarto capitolo, spero vi piaccia.

Se vi va di farmi sapere che ne pensate, lasciate un commento ❤

~If you can dream it, you can do it.~||CrookidsLeggi questa storia gratuitamente!