For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

solita giornata.. o no?!

198 6 0

Come ogni mattina mi alzai alle 6:00 per andare a prendere il bus per la scuola.. Appena sveglia mi chiamó Sarah per dirmi che alle 6:45 dovevo essere davanti casa sua. Mi alzai di scatto, mi lavai, mi vestii con jeans strappati *abbondantemente* (mia mamma dice che più che un pantalone sembra una pezza vecchia) ma me ne frego, sotto i jeans dei collant neri con le croci bordeaux, maglietta nera, giacca nera, collana con "l'abc " delle lattine della Monster e della Red Bull, scarpe nere,giubotto, presi lo zaino, salutai i miei e partii come sempre in ritardo. Arrivai da Sarah, assorbiti i rimproveri andammo a prendere di corsa il bus. Lì ci aspettava Mariachiara che ci aveva già preso il posto,salii sul bus e la salutai con tono ironico "ciau chià " lei ricambió "ciao persona " poi misi le cuffie e ADDIO MONDO REALE. Misi sequenza casuale e partì da Marilyn Manson fino a finire agli AC⚡DC. Mi stavo quasi addormentando, quando Mariachiara mi scosse e mi fece cenno di scendere "personaa, siamo arrivati svegliaaaaa" io mi girai verso di lei, la guardai e partii a ridere, finalmente scesi dal bus. Salutai i miei amici sempre saltellando come una demente, mentre Mariachiara si guarda le punte delle scarpe e dice "andiamo alla villa?" Io feci cenno di si, poi guardammo entrambe Sarah, *la emo riuscita male* era così fissata con la musica che se gli passava un U.F.O. davanti non se ne accorgeva, sinceramente faceva salire un nazismo. Arrivammo alla villa, io (come sempre) mi misi a giocare sull 'altalena dei piccoli, ma tranquilli FORSE sono sana di mente (rido). Sempre alla stessa ora *7:45* si fermó, alla villa, il bus di un'altro paesino, dove c 'era E, era un ragazzo di cui la bellezza sembrava di un'altro pianeta, aveva i capelli castani, gli occhi verdi, altissimo e magro, si chiamava Salvatore, da me soprannominato, E. Scese dal bus, mi guardó e mi salutó, ricambiai con il solito sorriso da deficente innamorata, E si avvicinó e disse "buongiornoo" e io *dopo 10 minuti* "bu-bu-buon giorno.." lui rispose dicendo "ciao anche voi ragazze, evelì, che ne dici di farci una bella passeggiata prima di andare a scuola?" Io annuii, lasciammo gli zaini a Mariachiara e Sarah e ci andammo a fare una passeggiata. Iniziammo a scherzare e a parlare a mai finire, ma la suoneria del mio telefono ci interruppe:era Sarah "sbrigati, vieni subito a scuola.." disse "sarà il tuo primo caso di autopsia " scherzó. Raccontai la telefonata a E, e ci precipitammo a scuola, Mariachiara mi venne incontro e disse "si, oggi sarai tu a squartarlo, mica Eyeless ", E mi guardó leggermente disgustato e disse "ma dici sul sul serio? Ti piace questo tipo di orrore?! " indicando il cadavere che era steso sul pavimento e continuó "anche a me! Abbiamo proprio tante cose in comune!"

Lo guardai meravigliata e pensai "wow." mi diressi verso il cadavere, mi venne incontro il prof. di scienze e mi disse "ei, innamorata dell 'occulto, non possiamo chiamare la polizia, altrimenti ci arrestano tutti. Pensa a fare tutto tu. Mi raccomando" io ero rimasta a bocca aperta, dovevo far sparire un cadavere(?) Io(?) Nono,non posso, non voglio andare in carcere, mi rivolsi al prof. dicendo "prof.. io..io.. non me la sento..." il prof mi guardó e rispose "senta, signorina... non avrà brutte conseguenze, ci saró io" allora mi feci convinta e beh, mi andaii a cambiare. E mi diceva " saró sempre al tuo fianco, sai una cosa... vorró per sempre essere tuo amico" io arrossii e dissi "oh,grazie. Per me é lo stesso'', successivamente entrai in bagno e lui aspettó fuori. Avevo messa una tuta in lattice bianca, guanti dello stesso materiale, scarpe bianche e un cappuccio che sembrava plastica.. uscii ed E mi disse ridendo "sembri un'assassina strupratrice" lo guardai male, ma non potei trattenere un sorriso. Conciata così, quindi mi diressi al cadavere.

Evelyn.Leggi questa storia gratuitamente!