Capitolo 10

236 2 0

La luce filtrava dalle finestre anche se era una tipica giornata invernale con il cielo grigiastro, la sveglia inziò a suonare e in quel momento avrei preso quella sveglia e l'avrei lanciata contro il muro ma se lo avrei fatto non avrei più avuto un cellulare.

La voglia di andare a scuola non mi assaliva particolarmente ma mi feci forza e svegliai Taylor e Bethany e corsi velocemente in bagno perché se sarebbe entrata prima Bethany saremmo di sicuro arrivati in ritardo a scuola.

Mi feci una velocissima doccia e mentre mi asciugavo i capelli mi lavai pure i denti si lo so è impossibile ma io ci riuscivo e uscii dal bagno per andare in camera mia per vestirmi e oggi dato che fuori era una giornata piovosa e fredda quindi tiro fuori una delle mie felpe enormi preferite di colore grigia con una panoramica di new york che faceva tutto il giro della felpa e i pantaloni neri e un po' attillati come piacciono a me più le mie adorate dottor martins nere e un braccialetto d'oro fatto a catena era un po' grosso da portare ma lo amo alla follia e anche se vai solo a scuola devi farti vedere che sei al meglio e ben accessoriato sennò i rompi coglioni ti rompono tutto il giorno.

prima di scendere per la colazione che aveva preparato Bethany mi misi un po di gel su ciuffo con le meches bionde anche se ormai avevano un sacco di ricrescita e quindi sarei dovuto andare di nuovo a rifarle ma stavolta volevo farle blu oppure azzurro chiaro, misi il mio solito cappellino a cono nero con davanti la scritta in rosso #SELFIE  ed ero pronto per andare a fare colazione con i buonissimi puncakes che aveva fatto Bethany lei li faceva buonissimi.

Quando tutti e tre eravamo pronti per andare prendemmo le cartelle anche se io avevo la tracolla perché mi sembrava più comoda della normale e monotona cartella, stamattina decidemmo di andare a scuola a piedi perché dovevamo fermarci da starbucks per prendere qualcosa con molta caffeina per affronta la giornata noiosa e stressante che ci aspettava.

Arrivati a scuola sembravamo sbarcati nella serie televisiva "The Walking Dead" perché tutti sembravano zombie e assonnati ma appena entrammo a scuola capimmo che la solita vita riiniziava di nuovo.

Taylor andò al suo armadietto e subito dovette andare in classe quindi gli accennai "ci vediamo dopo alla mensa e non addormentarti sul banco" lo baciai e lui mi sussurò "ti amo ci vediamo dopo"

Suonò la campanella e io e Bethany aprimmo gli armadietti e prendemmo i libri che ci servivano in queste tre ore e subito ci salutammo con un bacio sulla guancia e corremmo ognuno per la sua strada.

Io ero particolarmente felice perché avrei avuto la mia prima lezione del mio nuovo corso di criminologia, praticamente con quel corso al diploma potevi diplomarti come avvocato criminale e mi sarebbe piaciuto tanto diventare un'avvocato criminale.

Entrai in classe ed entrò un professore molto giovane e diciamocelo la sua area tetra e cupa gli dava molto fascino ma tra me e me pensavo "Mattia ma a che pensi sei fidanzato e stai benissimo con Taylor".

Dopo un po' che iniziò la lezione mi arrivò un messaggio da un numero sconosciuto con scritto "Il tuo bel ragazzo è andato in bagno a divertirsi un po'.

Io preso dalla tensione chiesi al professore se potevo andare in bagno e lui mi rispose di si e corsi fuori dall'aula e mi diressi con fretta nei bagni.

quando aprii la porta trovai Taylor e un ragazzo del quarto anno baciarsi e si stavano anche quasi per spogliarsi.

io con la voce rotta e le lacrime che continuavano a scendere sulla faccia gli dissi "Taylor come hai potuto, io ti amavo, ho perfino trascurato u po' Bethany per stare con te e tu mi ripaghi con questo?"

presi e mi diressi verso la mia classe e dietro di me c'era Taylor che corse verso di me e mi prese un braccio dicendomi "Aspetta hai frainteso la questione, io ti amo" 

io incazzato "è così che mi dimostri il tuo amore? baciando un'altro?"

riuscii a liberarmi e corsi in classe, mandai un messaggio a Bethany con scritto "Ho appena visto Taylor che baciava un'altro e non riesco a trattenere le lacrime"

lei subito mi rispose "non ci posso crede... come ha potuto?"

io senza farmi scoprire dal profe risposi "non lo so neanche io, mi sa che fra poco non lo sa più neanche lui".

Non volevo vedere Taylor a mensa e la fortuna mi assisti, ci fu una fuga di gas e mandarono tutti a casa prima del previsto, meglio così avrei avuto tempo per prendere tutte le cose di Taylor e metterle fuori casa così da non farlo neanche entrare.

Io e Beth stavamo pranzando a casa tranquili quando suonò il campanello ed era Taylor e disperato mi disse "mi dispiace, come devo fartelo capire, mi hanno incastrato lo giuro, mattia io ti amo"

io gli risposi con Beth che mi teneva una mano sulla spalla " non voglio più saperne di te, torna a casa tua".

Chiusi la porta e subito mi crollò addosso tutta la tristezza e mi feci cadere a terra e Beth mi prese e mi fece sedere sulla sedia e per distrarmi studiai e feci i compiti che ci avevano dato a scuola, verso sera io e Beth decidemmo di prendere una pizza e guardarci un bel film, mangiai come non mai e subito dopo mi sdraiai assieme a Beth sul divano e guardammo il film "noi siamo infinito" e finimmo per addormentarci tutte e due sul divano.

Per fortuna c'era lei perché sennò non avevo più nessuno, non pensavo che Taylor potesse fare una cosa del genere ma c'erano ancora due domande a qui non avevo ancora saputo rispondere "chi era la persona che mi inviò il messaggio? ed era vero che avevano incastrato Taylor?".

------------------------------------------------------------------------

SPAZIO AUTORE:

ECCO IL CAPITOLO 10 DELLA STORIA, NON VE LO ASPETTAVATE CHE TAYLOR POTESSE TRADIRE MATTIA, SE VI PIACE STELLINATE E COMMENTATE SE VOLETE, VOLEVO RINGRAZIARVI UNO AD UNO PER IL QUASI 1200 LETTORI, GRAZIE DAVVERO, DOMANI PUBBLICHERò IL PRIMO CAPITOLO DELLA FF SU BRADLEY SIMPSON CANTANTE DELLA BAND THE VAMPS (SI VI HO DETTO IL PERSONAGGIO) PERò VI LASCIO CON IL DUBBIO SULL' UNDICESIMO CAPITOLO DELLA FF DI TAYLOR AHAH

TWITTER: @incaniffsarms

The bandana boy //Taylor Caniff//Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora