VI. Le bambole

129 11 0

Un filo di preoccupazione mi attraversa la faccia.
"Tu... non puoi! NON PUOI PORTARLA QUI E DIRLE TUTTO!" Si sentono codeste parole rivolte a Jase provenienti dall'altra stanza.
"Stai zitto Kevin! Tu non sai niente, e non sai niente di lei" risponde alterato il ragazzo.

Mi sento in colpa ma poi ritorno in me ed a rispondere al quesito della bambina quando la fanciulla ritorna turbata dalla lite e da un bacio sulla guancia della bimba.
"Perché non le fai vedere la tua collezione di bambole tesoro?" propone con tenerezza la fanciulla.
"Vieni con me" mi accompagna la bimba.
"..Comunque io sono Ally"
"Felice di conoscerti Ally, io sono Megan e queste sono le mie bambole" Me le presenta contenta.
"Siete tutte bellissime, soprattutto tu Megan"
"Grazie Ally" con un'espressione sempre più felice.
"Si è fatta la bua questa?" Mostrandole una bambola mal messa.

"Sì.. mamma dice che in questo mondo ci sono delle persone cattive che fanno male e fanno soffrire tanto. Ogni volta che vanno a rendere giustizia mi regalano una bambola per stare a casa con Kevin e giocarci finché non tornano" sono sbalordita ed ancora di più perché lei non lo è affatto.

Poi continua "Kevin non è cattivo, per niente. É solo più difficile da conquistare ma stai tranquilla, vuole bene anche a te. " Sembra avermi letto nella mente.
"Dici davvero? Non voglio dargli e darvi fastidio"
"Non dire così..." .

Delle braccine calde mi avvolsero strette le ginocchia, mi abbasso e prendo in braccio Megan, sorridiamo insieme. Ma quanto può essere semplicemente bello il sorriso di una bambina?!

È così quell'esserino che mi son presa in grembo ha capito tutto, forse anche più di quanto ho capito io di me stessa.

#Spazio autrice: cosa ve ne pare di Megan? Ogni personaggio in questa storia avrà un ruolo importante e ci svelerà tante sorprese inaspettate! Se vi piace la storia votate che continuo <3

Occhi di ghiaccioLeggi questa storia gratuitamente!