Era mattina.
Harry riuscì a percepirlo attraverso i raggi che battevano sulla grande tenda scura della sua camera.
Aprì gli occhi e controllò l'ora, prima ancora di scendere e di poter fare colazione, si intrufolò nel bagno per una calda doccia.
Non pensava a niente in quei minuti, ed era un bene in realtà, perché ogni cosa che poteva passargli nella mente poteva applicarla su Lily, quindi la sua mente sgombra era un attimo di sollievo per la ragazza rinchiusa nello scantinato.
Si sbrigò senza una precisa motivazione e quando giunse davanti alle numerose porte lì sotto, vide quella di Lily come una porta dell'inferno.
Improvvisamente provò un dolore lancinante alla testa e dovette sedersi sulle scale per cercare di non pensare a ciò.
Se lui l'aveva rapita c'era un motivo, ed il fatto che la sua mente in quel momento gli dicesse di lasciarla andare era talmente tanto incoerente da far preoccupare lo stesso Harry.
Bussò un paio di volte nella stanza prima di entrare.
Lily indossava ancora quel vestito strappato, completamente sporco e maleodorante di sostanze che non voleva ricordare.
Harry dovette fissare un'altro punto che non fossero gli occhi stanchi della ragazza, massaggiandosi le dita prima di chiudere la porta.

-Devo uscire.. E, beh sì, tornerò tra pochissimo.-

-Fai come vuoi.-

Fu quella l'inaspettata risposta di Lily verso Harry.
Quest'ultimo non aveva mai pensato che nonostante quel poco che le avesse fatto, lei potesse ancora rispondergli, o perlomeno considerarlo.
Gli venne un nodo allo stomaco quando non vide più quel panino calpestato a terra e si affrettò subito a chiederle dove fosse.

-Avevo fame.-

Fu la risposta indifferente di Lily, mentre ad Harry nello stomaco vennero le convulsioni, che gli dicevano di uscire subito da quella stanza.
E da quella casa.
Prese la giacca e sbatté violentemente il portone, prima di avviarsi a piedi verso il primo supermarket disponibile.
Mise le mani in tasca e lasciò che la mente si rilassasse mentre passava per le varie vie della città.
Passò l'intera mattinata dentro il super store per rifornirsi delle cose più importanti, rimanendo titubante quando vide il reparto per le donne, dove numerosissime magliette e jeans erano appese lì con una grande varietà di colori e scelta.
Per qualche secondo si chiese quale potesse essere il colore preferito di Lily ma optò per il tipico colore delle ragazze e le prese una maglietta rosa, un paio di jeans, seguiti però anche da un vestito di pizzo che tanto bramava.
Quando si fermò per un quarto d'ora alla cassa, si lasciò trascinare dalla passione che aveva una coppia davanti a lui, così affiatata ma anche così innamorata.

-Dai Liam, voglio farmi un tatuaggio-

Lui arricciò il naso mentre scompigliò i capelli alla ragazza davanti a se.

-Non credo proprio.-

Lei gli morsicò l'orecchio e lo baciò violentemente, per provocarlo un po'.

-Guarda che vedermi tatuare sarà molto.. Eccitante.-

Harry rimase sorpreso mentre sorrise tra se e se, pensando a come poteva essere Lily con indosso un suo tatuaggio e in lui la sensazione di essere eccitato a causa di Lily.
Si scompigliò i capelli e attese il suo turno, prima che potesse ritornare a casa quasi correndo, sbattendo il portone con un tonfo.

-Ci sono messaggi in segreteria.-

Quella voce lo fece sobbalzare, mentre posò le buste sul tavolo e attivò la segreteria per sentire i messaggi.

- 1)Harry sono Gemma, richiamami è importante.
2) Preferirei uscire con te che con la mia ragazza Hazz, ma sei sparito.
Non dirmi che ti stai chiudendo dentro quelle quattro mura per quella ragazza.. Spero proprio di no.
Per nessuna di loro ne vale la pena.

Quando il bip della fine suonò, Harry tirò un sospiro di sollievo, già pronto con il suo kit per i tatuaggi e gli indumenti con alcuni asciugamani.
Gemma poteva aspettare come anche Louis.
Sorrise e scese di corsa giù nello scantinato, dove aprì la porta noncurante, mentre trovò Lily girata di schiena, completamente nuda e con i capelli bagnati, che tentava di farsi la doccia.

-Sì, non c'è dubbio.. hai un fondoschiena da paura.-

28 Days::Leggi questa storia gratuitamente!