*Psst* Notice anything different? 👀 Find out more about Wattpad's new look!

Learn More

Capitolo 43- L'ecografia

181 20 0

CLARA

Dopo aver festeggiato il compleanno di Giulia sono tornata a casa con Pietro. Sono stanchissima, adesso capisco perchè mia zia quando aspettava mia cugina si sedeva ogni 5 minuti per riposarsi, mi fà male la schiena, mi metto il pigiama e mi sdraio sul letto. Pietro anche lui si mette in pigiama e si corica accanto a me, con una mano mi accarezza il pancione e mi sorride

"Domani sarà un grande giorno, scopriremo il sesso di nostro figlio"

Mi volto a guardarlo e gli sorrido

"Non vedo l'ora"

.....

"amore la sai una cosa?"

"Cosa?"

"Ti amo, sono l'uomo più felice del mondo, ho una vita stupenda, una moglie stupenda, e un figlio in arrivo..cosa potrei volere di più"

"Ti manca l'amante"

Lui si appoggia la testa sulla mia spalla

"Mmm si ci avevo pensato"

Io lo spingo e per poco lui non cade dal letto

"Ahahah amore stai attendo!"

"Stai attendo!? Mi vuoi morto eh??"

"Ma noo non potrei mai"

"Allora vuoi la guerra..e che guerra sia"

Mi incomincia a fare il solletico ed io lo colpisco con il cuscino.."no noo basta basta!! Mi arrendo"

Alzo le mani in segno di arresa, con ormai le lacrime agli occhi dalle risate, adesso sono a cavalcioni su di lui, mi sposta una ciocca di capelli dietro l'orecchio, mi prende il viso tra le sue mani e mi bacia, i nostri occhi brillano, brillano ancora come la prima volta che ci siamo incontrati, ho sempre saputo che tra di noi sarebbe nato qualcosa..e adesso eccoci qui. Dopodichè mi sistemo nel mio lato di letto e chiudo gli occhi per dormire, lui mette un braccio sul mio fianco e mi stringe a se, così ci addormentiamo.

PIETRO

È mattino, Clara si è già alzata, mi alzo anche io e vado a farmi una doccia, appena finito mi sistemo e vado a fare colazione con la mia mogliettina. Vedo lei che finisce di corsa, e fa avanti e indietro per la casa, tenendo in mano dei fogli.

"Amore che stai facendo?"

"Sto cercando un foglio che devo portare al dottore.."

"Ok ma adesso fermati, mi stai facendo girare la testa"

"No no lo devo trovare.."

Non riesco a finire di mangiare, mi sta salendo la nausea a me, a forza di vederla fare avanti e indietro. Mi alzo e prendo un foglio che è sul divano

"Cercavi questo?" Le mostro il foglio sventolandolo

"Si!" Corre verso di me e lo prende, mi bacia a stampo e ricomincia la fretta

"Daii andiamo..sbrigati o faremo tardi"

"Clara l'appuntamento è alle 10, e sono ancora le 9.30"

"Meglio partire prima..a te non cambia niente"

"..okok andiamo basta che la finisci di girare per la casa"

Saliamo in auto e ci dirigiamo all'ospedale. Arrivati lì, non c e nessuno.

"Siamo i primi amore"

Mi guardo intorno "si lo vedo, tu hai voluto anticipare"

"Ci sbrigheremo prima"

Mi arrendo e mi siedo. Dopo un pò arriva l infermiera che ci dice che possiamo entrare per la visita. Finalmente.

Clara si distende nel lettino e il dottore incomincia a fare l'ecografia, si intravede qualcosa nel monitor..oh cavolo, mi sento strano, sento una sensazione bellissima ma non so descriverla, sono emozionato, felice, ansioso di sapere..

"Allora??? Si vede cos'è??"

Clara mi prende la mano e io gliela stringo.

"Allora siete sicuri di voler sapere?"

Guardo Clara e lei mi annuisce

"Si"

"Bene, è un piacere annunciarvi che è un bel maschietto"

Clara scoppia a piangere, a me manca poco che inizio pure.. ci abbracciamo, dopodichè si sistema, salutiamo il dottore e torniamo a casa.

"Un maschio! Te l'avevo detto io!"

"Ahah si amore, il tuo sesto senso maschile non ha sbagliato"

Sono felicissimo e anche Clara naturalmente, fra poco meno di 5 mesi avrò il mio bambino fra le mie braccia, non vedo l'ora.

Grecia-Un viaggio da sognoLeggi questa storia gratuitamente!