Previous Page of 7Next Page

Il Libro Magico Degli Gnomi

spinner.gif

IL LIBRO MAGICO DEGLI GNOMI

 

Capitolo I

 

Nel regno delle favole ,situato in un bel boschetto , sulle pendici d'un romantico promontorio ,bagnato dal mare chiaro e celeste quasi confuso con il vasto cielo azzurro.Vivevano tanti piccoli gnomi dalle lunghe barbe e dai cappelli colorati, sempre a lavoro tutti insieme all'interno del loro gaio villaggio. Sapienti e furbi capaci di far scherzi memorabili come l'apparire nelle case degli umani combinare guai ,ribalderie , malefatte ed altre birbonerie varie. Ma anche capaci d'intenerirsi di fronte al dolore e alla miseria ed aiutare i vecchi o i bisognosi con il far trovare pentole colme d'oro zecchino , stoffe pregiate pietre preziose ed altre cose e ricchezze da rendere lieto il povero prescelto. Conoscitori delle arti magiche e di tanti segreti della natura capaci d'intendere ogni linguaggio animale di saper parlare con gli uccelli ed i scoiattoli del bosco perfino con i pesci che di natura sono muti . Possessori alcuni dicono dell'antica formula dell' essere felici, bevanda composta da rare erbe capace di rendere sereno e spensierato chiunque la beve.Segreto questo che in passato gli aveva procurato non pochiproblemi con l'attirare in prossimità del villaggio un mucchio di malintenzionati disposti a tutto pur di possedere la magica formula. Fuorilegge , criminali incalliti, depressi cronici vecchie zitelle, rappresentati farmaceutici ,folli affaristi ,imbroglioni speculatori. Questi e tant'altri ancora le persone disposte a tutto per avere tra le mani quella magica bevanda . A causa di ciò i graziosi gnomi dalle lunghe barbe bianche dai sopracigli irti furono costretti a cambiare spesso luogo in cui vivere per sfuggire ai tanti cattivi sulle loro traccia. Dopo tanto girovagare , stanchi ormai di fuggire ,giunsero su codesto promontorio e li s'accamparono creando un bel villaggio fornito d'ogni comfort acqua corrente ,luce gas , linea telefonica, internet .Con a capo un sindaco saggio e sapiente provvisto di tanta cultura e passione per il suo lavoro. Tutti gli gnomi sono un po' maghi. Ognuno ha il suo compito nel villaggio ,vi sono gnomi falegnami gnomi muratori ,gnomi panettieri ,gnomi che non vogliono far nulla ma sono bravi nel far sorridere i bambini, gnomi pellegrini, gnomi simili a nomi e cognomi ,gnomi pizzaioli, gnomi soldati e cosi via. Un bel giorno il primo cittadino in persona vestito tutto puntocon cravattino e gilè ricamato con fili d'oro affacciato al balcone della casa comunale bandì una gara di ballo a premio con la scelta del vincitore come futuro mago del villaggio invitando chiunque a parteciparvi .La gara sarebbe durata fin quando l'ultimo ballerino dopo aver ballato una serie di danze sarebbe rimasto in piedi insieme alla sua compagna nel centro della pista .Fatto il bando che fù affisso su ogni tronco d'albero tutti gli gnomi del villaggio furono presi dalla smania di parteciparvi .Vecchi e giovani animati dalla frenesia di voler mostrare la propria bravura presero ad imparare o a seguire lezioni di ballo per competere poi in gara .Il sindaco del villaggio d'accanto suo soddisfatto della iniziativa si crogiolava dell'idea avuta e nel vedere contenti gli gnomi tutti . Cosa che voleva dire vederli lavorare di più del solito rendendo maggiori l'entrate nelle casse comunali. Denaro e pietre preziose , gioielli e stoffe pregiate lavorate a mano tutto frutto del faticoso e certosino lavoro dei simpatici gnomi. La festa avrebbe avuto inizio nei primi giorni del mese d'agosto e sarebbe terminata con il finire dell'estate . Fin quando post -scriptum l'ultima coppia sarebbe rimasta in gara.Alcuni gnomi approfittando del fatto di conoscere l'arti magiche provarono a fare incantesimi su se stessi per divenire più bravi Ma furono tempestivamente scoperti tramiti altri contro incantesimi e invitati a pagare delle cospicue penali per non essere stati leali. Alcuni addirittura che avevano osato trasformarsi in Rudolf Nureyev o in Carla Fracci furono subito squalificati ed allontanati dalla competizione . Il giorno del grande evento non sembrò tardare ad arrivare. I piccoli gnomi affinarono e curarono il loro stile imparando balli acrobatici di notevole valore artistico arricchendo i loro movimenti di performance spettacolari mai visti al mondo , neppure nei circhi più famosi . Capriole multiple di sei e otto di seguito con giravolte e piroette, salti all'indietro avvitamenti e presa per i fondelli da lasciare con gli occhi fuori dall'orbite dalla meraviglia. I più giovani invece impararono balli a corpo a corpo avvinghiati ognuno alla sua compagna ,riuscendo a fare lunghi e veloci passi di danza guancia guancia e poi salti e girotondi al ritmo di musiche frenetiche ed incalzanti ove ognuno ne mostrava la sua innata bravura . Ballando prima da soli per poi accoppiarsi all'improvviso quasi mimando un amplesso amoroso in un coito non interrotto e infuocato coinvolgendo qualsiasi spettatore con il battere le mani e il seguire gridando bene, bravi. I vecchi gnomi invece sicuri di sé e della loro millenaria e segreta conoscenza capace di tramutare ogni cosa non preparano nessun passo di danza particolare . Sicuri della loro esperienza e sapienza dell'universo intero L'avessero condotti a far la cosa migliore nel momento più opportuno. Il sindaco gnomo che aveva assai viaggiato nella sua lunga vita , con i mezzi più disparati facendo spesso l'autostop , o lavorando a bordo di navi e treni merci dirette in lontani paesi freddi o tropicali ,adattandosi ad ogni genere di vita cambiando aspetto e parlando lingue incomprensibili dialetti misteriosi ,lasciando di sé sempre un buon ricordo in quelle popolazioni in cui aveva condiviso il pane quotidiano. Lavorando addirittura in compagnie circensi riscuotendo grande popolarità e successo soprattutto tra i bimbi e i poveri sognatori d'ogni tempo. Non stava più nella pelle ,contento come non mai ,andò dal suo barbiere di fiducia e dopo aversi fatto accorciare Barba e capelli e indossato l'abito delle grandi cerimonie comunali si preparò a scrivere le regole e le controregole per la grande gara di ballo .

Previous Page of 7Next Page

Comments & Reviews

Login or Facebook Sign in with Twitter
library_icon_grey.png Add share_icon_grey.png Share

Who's Reading

Recommended